15 apr 2011

Ravioli di Marmellata di Rosa Canina e Fontal al Pepe Lungo con Crumble di Fiore Tirolese

Ravioli di Marmellata di Rosa Canina e Fontal al Pepe Lungo con Crumble di Fiore Tirolese

Da quanto tempo non facevo i ravioli! Credo sia passato almeno un anno!
Devo confessarvi una cosa: non li faccio mai perché non sono tanto capace a montare l'Imperia e devo sempre aspettare che me la sistemi Topy79, il quale la domenica si alza in tempo per il pranzo, quindi è un po' tardi per fare i ravioli.
Domenica scorsa, però, mi sono impuntata e, dopo 30 minuti abbondanti di invettive e giaculatorie, sono riuscita a mettere insieme tutti i pezzi, tranne qualcuno che secondo me non serviva e che ho buttato via.
L'idea di aggiungere della marmellata all'impasto della farcitura dei ravioli, se ci pensate, non è così peregrina: mia suocera zucchera la ricotta, secondo una ricetta tradizionale pugliese di pasta piena, poi condita con un saporito ragout di carne, i cjalsons friulani prevedono mele e uvetta e una nota marca di pasta fresca ha creato l'abbinamento gorgonzola e pere per il ripieno dei suoi ravioli.
E quella confettura bio, senza zuccheri aggiunti e pertanto aspra e pungente, a quanto pare ideale con i formaggi, mi "chiamava" da qualche giorno: il mio primo incontro con la confettura di rosa canina era avvenuto quando ero bambina, sulle Dolomiti... solo l'idea che la mia marmellata fosse fatta con le rose (ero troppo piccola per capire la differenza tra il fiore e la bacca selvatica e francamente continuo a non capire quella tra marmellata e confettura) mi sembrava molto romantica, faceva molto Lady Oscar, e mi aveva reso quella composta rosso-aranciato subito simpatica. Ma all'epoca in città era molto difficile reperire una cosa del genere e così per anni ne ho custodito gelosamente solo il ricordo, intimamente connesso alle colazioni abbondanti che precedevano le mie giornate sugli sci.
Per questo legame, inscindibile nelle mie fantasie, l'ho voluta abbinare con il Fontal trentino (anche se, forse, la morte sua è un formaggio più stagionato) e il Fiore Tirolese, fritto in abbondante burro, fino a diventare croccante.
Magari la ricetta, a leggerla così, vi lascerà un po' perplessi e vi farà pensare agli spaghetti con la marmellata dei tedeschi (che, peraltro, non trovo per niente cattivi, anzi), personalmente, l'ho vissuta come un'anticipazione delle mie vacanze, che sinceramente non vedo l'ora che arrivino, perché questa faccenda di lavorare cinque giorni la settimana, essere pagati un giorno al mese, esseri liberi solo nel weekend, e concentrare il sonno e il relax in orari prestabiliti comincia a darmi veramente fastidio. Ma voi nel pomeriggio non avete bisogno di dormire un po'? E la seconda colazione? E la terza? Io ho fame un po' prima delle 13.00 e poi mi torna verso le 14.20, quando mi viene voglia di dolci e subito dopo sonno. Dalle 7.00 alle 10.30 e 18.00 alle 19.30, invece, sarei attiva. Cioè, diciamo proprio che 8 ore di lavoro sono decisamente troppe e che l'orario prescelto non mi piace per niente.

Ingredienti per la sfoglia:
Ingredienti per il ripieno
Per il condimento:
  • 4 fette di fiore tirolese o altro pane integrale con i semini
  • 50 gr di burro
  • 3 cucchiai di olio evo
Procedimento:
Impastate tutti gli ingredienti per la sfoglia, formate una palla e mettetela in frigo, a riposo, ben avvolta nella pellicola.
Nel frattempo, pestate il pepe lungo e tritate il Fontal. Mescolateli con la confettura, fino a che l'impasto non sarà omogeneo.
Stendete la pasta con l'Imperia, fino al livello due, o con il mattarello, ricavando delle sfoglie larghe e sottili. Disponete su di esse dei mucchietti di impasto, un po' distanziati, quindi ripiegate la sfoglia su sé stessa in modo da chiudere i ravioli. Dubito di essere stata chiara, vi conviene consultare i consigli sulla pasta fresca di Juls o di Sara (e tutto sommato farei meglio a rileggerli anch'io, invece di intrecciarmi tutte le volte). Comunque, sigillateli bene, ritagliateli e lessateli in acqua bollente, salata, per circa 8-10 minuti.
Nel frattempo, scaldate l'olio e fate fondere il burro in una padella e quando cominceranno a sfrigolare fatevi friggere il pane sbriciolato, finché non sarà ben croccante e dorato.
Scolate i ravioli, impiattateli in 4 fondine e conditeli con le briciole ancora calde.

31 commenti:

lise.charmel ha detto...

io vado matta per tutto ciò che contiene la rosa e da ragazza il gelato alla rosa (che ora non si trova più) era il mio gusto preferito.
una collega mi ha regalato una marmellata di rose a natale, mi piacerebbe vedere se può essere adatta a fare anch'io i ravioli (non ho mai fatto la pasta in casa però), che da come li hai descritti sembrano originali e molto appetitosi
il tuo ps finale sull'orario di lavoro mi ha fatto molto sorridere :)

Federica ha detto...

Al di là che mi sorprende tutto di questo primo, dalla sfoglia al mais, al ripieno con la marmellata di rosa canina...quei piatti mi fanno morì!!!
Un bacione, buon we

P.S: anche da me per carnevale si fanno i ravioli col ripieno di ricotta zuccherata e cannella, conditi con salsa di pomodoro. Mio papà ne va pazzo!

Silvia & Olivia ha detto...

Mi hai incuriosito con la rosa canina fior di frutta che non ho mai assaggiato!
Ho da troppo tempo voglia di Trentino, almeno tu hai la certezza di tornarci!
Tralascio la questione lavoro che è un tasto dolente, mi consolo guardando i ravioli!

Micaela ha detto...

e certo che non ci sta male... se pensi che nei ravioli di zucca mantovani ci mettono amaretti e mostarda.... devono essere proprio buoni! anch'io tutte le volte che devo fare la pasta fresca al solo pensiero di montare l'imperia cambio idea!

meggY ha detto...

Che meraviglia, che meraviglia!Tesoro questi ravioli mi solleticano il palato come nessun raviolo ha mai fatto prima, devono essere deliziosi, un'idea originale e mooolto interessante, bravissima!Un grande abbraccio e un bacione, buon we

raffy ha detto...

tesoro, io sono senza parole... sei troppo brava e quanta fantasia che hai... complimenti!

elenuccia ha detto...

Questo ripieno deve essere una favola....da piccola i miei ci portavano in vacanza sulle dolomiti e li ho conosciuto questa marmellata. Ma poi come dici tu in citta' era irreperibile...non mi ero accorta che la Rigoni l'avesse prodotta....bellissima notizia!!

La pasta poi mi ha lasciato senza parola...mai pensato che si potesse usare la farina di mais.

Carolina ha detto...

Dunque, ho visto questa foto su flickr e quando ho letto il titolo la mia immaginazione ha iniziato a viaggiare e sognare... Non vedevo l'ora di vedere la tua ricetta, perché mi incuriosiva tantissimo. Ecco, adesso sono soddisfatta! :)
Mi hai fatta morire con la storia dell'Imperia e soprattutto con i pezzi cestinati, perché inutili... Ah, Sere se tu non esistessi bisognerebbe inventarti! :)
Un abbraccio e buon weekend.

Onde99 ha detto...

Grazie a tutti, sono felice che l'idea vi piaccia!!!

Saretta ha detto...

Beh, innanzitutto anch'io mi sento spesso imprigionata nella routine ed in ritmi stabiliti..Per questo ho bisogno di evadere ogni tanto!!!
Da sola non ho mai fatto i ravioli, devo ancora rubare l'imperia a mia mamma ;)
La tua trovata mi piace molto, adoro l connubio dolce salato e quella composta dev'essere favolosa coi formaggi di montagna!
Mmm, ho già lo stomaco che brontola...

Elena ha detto...

Ricetta originalissima sia per la pasta che per il ripieno. Devo trovare questa marmellata e ricordare alla suocera che mi aveva promesso l'Imperia!
Buon week end

Saretta ha detto...

PS:(e poi oggi non ti rompo più!!!) adoro semplicemente la rosa..i profumi che indosso sono quasi solo a base di rose e, ora, ho trovato una tisana indiana a lla rosa che è qualcosa di favoloso!Peccato costi una fortuna...

Patrizia ha detto...

Un piatto decisamente primaverile e Pasquale Topy sarà soddisfatto immagino!!!

ps: un consiglio? quando decidi digli di sistemarti l'Imperia prima di andare a letto la sera cosi' al mattino....

baci e buon we!

Romy ha detto...

Moooolto gustosi! ( anche io ero convinta che Lady Oscar si cibasse solo di soavi marmellate e chiaramente....che bevesse solo tè! ) Bacioni

dolci a ...gogo!!! ha detto...

mmmmmmmm serena ma lo sai che mi tentano troppo questi ravioli...io nn ho nemmeno la macchina quindi mi dispiace davvero nn poterli provare pero magari tiro una sfoglia e via....devono essere deliziosiiiii!!bacioni Imma

Olga ha detto...

Bravissima, già fare i ravioli è una faticaccia, i tuoi sono strepitosi!!! un bacione, olga

Milen@ ha detto...

Lo devo ammettere: ho letto tutto con attenzione, perché temevo di aver capito male, ma a pensarci bne non lo vedo un abbinamnto azzardato: non si usa forse la marmellata per glassare la carne?

E poi io amo il matrimonio tra dolce e salato :D

Simo ha detto...

mmm...mi incuriosisce, da provare...quella marmellata ce l'ho anche io...
Certo che sarebbe bello poter vivere e lavorare secondo i nostri ritmi, ma...come si fa?!
Buon fine settimana

Francesca ha detto...

Ricetta veramente appettitosa!!!

Onde99 ha detto...

Grazie a tutti!

Le ricette dell'Amore Vero ha detto...

complimenti, ricetta golosissima! bacioni!

Titti ha detto...

Tutto di questa ricetta m'incuriosice! La marmellata alla rosa poi! Bravissima!!

Luca and Sabrina ha detto...

Estremamente seducente questi ravioli, con un accostamento di sapori che ci intriga, che ci stuzzica la curiosità, noi siamo pronti a replicare!
Bacioni e buon fine settimana
Sabrina&Luca

Passiflora ha detto...

ho a casa un vasetto di questa marmellata, e da un po' mi sto arrovellando su cosa prepararci... ma dei ravioli mai mi sarebbero venuti in mente! bravissima :)

dauly ha detto...

...e i tortelli di zucca con gli amaretti! amo quella punta di dolce e questi ravioli mi incuriosiscono parecchio, ho quella marmellata e finora non sapevo come usarla! mi piace anche la farina di mais nella sfoglia, hai creato una ricetta molto invitante!

Cris ha detto...

abbinamento fantasioso e stuzzicante, chissà che profumino!:)
p.s. sono d'accordo con te sull'orario di lavoro! facciamo una rivoluzione

Gio ha detto...

devo dire che leggendo mi ha lasciato perplesso, ma la rosa canina un po' acidula secondo me ci può stare, insomma sono da provare! :)
buon relax!

lucy ha detto...

questi ravioli mi lasciano a bocca aperta!!!sono proprio curiosa di assaggiarli!!!

Meg ha detto...

Che buoniii! ma sono troppo belli e troppo buoni :P davvero complimenti! poi quella marmellata alle rose, la vedo spesso! penso proprio che la proverò, sarà buonissima! per ora ti faccio tanti complimenti perchè questo piatto è sublime! complimenti! baci

Claudia ha detto...

QUesti ravioli sono davvero originali! La marmellata di rose è da un pò che l'avevo adocchiata...dev'essere profumatissima!

Manuela e Silvia ha detto...

Ciao onde...e per fortuna che non li fai spesso...sono spettacolari!
Particolarissimo l'impasto con l'aggiunta di farina per polenta, poi un ripieno ricercato con quel sapore di rosa marmellata e il condimento molto rustico e semplice, ma perfetto per esaltare il sapore dei ravioli!
Bravisssima!! Alla prossima..veniamo a darti una mano ok??!
un bacione