14 nov 2011

Risotto Nero Piccante con Gamberi glassati alla Vaniglia e Ribes Rosso


Risotto Nero Piccante con Gamberi glassati alla Vaniglia e Ribes Rosso
Una ricetta del genere non mi sarebbe mai venuta in mente se la Rigoni di Asiago non avesse indetto un contest veramente insolito, che chiede di utilizzare una delle confetture biologiche Fiordifrutta come ingrediente per un risotto.
Non sono una forzata delle partecipazioni ai contest, ma devo dire che ultimamente ho dato il mio contributo in diverse occasioni; sempre, però, con ricette che erano già, in qualche modo, nella mia testa (o nel mio archivio).
Questa, invece, l'ho elaborata appositamente. Cercando, per quanto possibile, di sfuggire ai clichés... ci sarò riuscita?
Inserire una confettura in un risotto è una cosa inusuale, almeno per me, che vedo questa categoria, insieme alle zuppe, come l'emblema del comfort e, davanti a un piatto cremoso e fumante, non voglio sorprese, ma soltanto rassicurazioni.
Ma, si sa, a volte le sfide seducono anche i più pantofolai, soprattutto se a quella consistente nel creare un accostamento di sapori segue anche quella (che mi sono posta da sola) di ottenere un piacevole effetto cromatico. E cosa ci può essere di più "drammatico" del contrasto tra il rosso e il nero? Scartate le preparazioni a base di riso rosso o Venere, perché inadatte al risotto, si trattava di "colorare" il mio Carnaroli. Di nero, ovviamente, perché le barbabietole non le sopporto. Quindi, ovviamente seppia. Quindi una preparazione a base di pesce. E il rosso? In Scandinavia si usa accostare il salmone con i frutti rossi, quindi perché non i gamberi? E perché non una confettura, anziché il frutto fresco? Ma i gamberi si addicono anche alla vaniglia.
Non vi nascondo di aver scattato le foto "per sicurezza" e di essermi seduta a tavola con una certa titubanza nei confronti di un piatto che sembrava più che altro il frutto di un delirium tremens.
E invece... 
Lascio giudicare a voi...

Risotto Nero Piccante con Gamberi glassati alla Vaniglia e Ribes Rosso

Ingredienti:
Procedimento:
Fate fondere il burro di cacao e aggiungete il peperoncino e la cipolla. Soffriggete a fuoco basso, quindi unite il riso e fatelo tostare. Quando i chicchi saranno traslucidi, versate il vino e alzate la fiamma per farlo evaporare. Aggiungete il nero di seppia, il brodo di pesce, quindi cominciate a versare poco a poco l'acqua bollente necessaria a portare a cottura il risotto, mescolando spesso. Nel frattempo, in una altra padella, versate un po' d'olio, incidete per il lungo la stecca di vaniglia e con la punta di un coltello raschiate i semini facendoli cadere nell'olio. Scaldatelo e buttateci i gamberi. Fateli saltare per un paio di minuti e unite la confettura. Continuate a cuocere finché il fondo non sarà divenuto cremoso.
Una volta completato il risotto, distribuitelo nei piatti e sormontate ogni porzione con i gamberi e una generosa dose di salsa al ribes.



23 commenti:

Mary ha detto...

Molto stuzzicante questo risotto.

Simo ha detto...

da provare, mi stuzzica parecchio...io in queste cose sono parecchio negata...
buon inizio settimana!!!!!

annaferna ha detto...

ciao Serena
l'aspetto è intrigante!
baci

dolci a ...gogo!!! ha detto...

Brava Sere!!Io sto ancora pensando a come partecipare a questo contest,tu hai avuto un idea geniale e poi bello anche da vedersi questo risotto!!bacioni,Imma

raffy ha detto...

wow...ma che meraviglia tesoro! mi piace l'accostamento, lo segno subito da provare!!

Carolina ha detto...

Sai che l'idea di abbinare i gamberi e la vaniglia mi ronza in testa da un bel po' di tempo? Solo che non ho mai avuto il coraggio di buttarmi. Sere, sei decisamente più coraggiosa di me! E scommetto che il tuo "delirium tremens" è stato un successo. Mi sbaglio?

Ieri ho passeggiato per i boschi e ti ho pensata... :)

Saretta ha detto...

Hai avuto un'idea decisamente brillante.Io una volta i venere l'o usato x un risotto ma...cottura luuuuuuungaaaaaa.Decisamente più furba tu!
Imboccallupo, bacioni

lucy ha detto...

complimenti a te che ti sei ispirata!io neanche a parlarne!sarei curiosa di assaggiarlo!

Ribes e Cannella ha detto...

anch'io ho in mente una ricettina per questo contest, ma non so se riuscirò a realizzarla! la tua è molto interessante.. brava come sempre :)

Giada ha detto...

Direi che ci sei riuscita alla perfezione, complimenti per questo risotto!

Fico e Uva ha detto...

Questo contest intriga molto anche me e con il tuo risotto secondo me hai centrato in pieno una ricetta fantastica... io sono ancora qui che elaboro.. ce la farò?

Ely ha detto...

Caspita Serena questo è un piatto da gara gastronomica!!!! davvero una meraviglia! complimenti per l'originalità e il mix di ingredienti! baci

Micaela ha detto...

hai avuto un'idea molto originale... sicuramente buonissimo...

Sara @ Fiordifrolla ha detto...

Abbinamento senza dubbio coraggioso, ma ben motivato. Mi hai convita ;)

Le Temps des Cerises ha detto...

Caspita che risotto originale, un tripudio di sapori e creatività che mai sarei riuscita a creare, ma che trovo intrigante
Camy

Milen@ ha detto...

L'iter che hai seguito per giungere a questo abbinamento è convincente ed ora sarei curiosa di assaggiarlo :D

viola ha detto...

cara Serena, tu sei bravissima negli accostamenti insoliti, io dovrei proprio prendere spunto dai tuoi post, i tuoi piatti sono sempre originalissimi e sempre molto invitanti!!!!
Un bacione

Acquolina ha detto...

interessante!!! mi piacciono i contest che stimolano la fantasia e tu l'hai usata bene!!!
ciao :-)

sere ha detto...

insolito abbianmento, mai ci avrei pensato! il risultato pare molto bello!

Mau ha detto...

Che idea originale! Io non ho ancora avuto il coraggio di provare a inventare qualcosa per il contest, anche se ho già messo la marmellata nei fagottini di zucchine sul risotto ho paura... E temo che Lele scapperebbe di casa, ma il tuo risotto sembra perfetto!!

Gio ha detto...

gli abbinamenti che hai scelto mi trovano perfettamente d'accordo e li trvo in qualche modo geniali!
sei stata bravissima e non è detto che non ti copi :)

sississima ha detto...

Particolarissimo questo risotto, da provare assolutamente! Un abbracci SILVIA

Lefrancbuveur ha detto...

Tu ci sarai a Degustibooks? io sì. Magari ci si conosce :)