16 nov 2015

Granola Salata


Anche questi mini-snack sono frutto di un momento di estro creativo che mi si è scatenato prima di un trekking in Val d’Orcia. Mi spiace, è più forte di me, io i panini non riesco a mangiarli.
Sostare davanti a una pieve romanica, dopo un lungo percorso tra i campi, fino a pochi mesi fa tinteggiati di spighe bionde e ora addormentati, e tra i declivi coronati da filari di cipressi, e scartare dalla stagnola un panino al formaggio, con la crosta gommosa e la mollica gnucca, mi mette tristezza. A costo di ingombrare il mio zaino con mille tupperware, le mie provviste devono prevedere un piatto unico completo da mangiare con le posate, un dessert alla frutta, una bottiglia di the freddo preparato in casa e un thermos di caffè.
Penserai che sono una snob, ma è così.



L’idea della granola salata l’ho ricavata da varie ricerche su internet. La mia intenzione era creare delle barrette rettangolari come queste, ma forse con i cereali soffiati non è possibile, avrei dovuto usare i fiocchi.
Non importa, sono buonissimi, si possono rompere in pezzi  irregolari e sgranocchiare così come sono, per un finger food dal gusto molto mediterraneo, aggiungerli a un’insalata oppure utilizzarli come guarnizione per una zuppa, al posto dei crostoni.



Se decidi di destinarli a un aperitivo, si combinano benissimo con una bollicina, l’Otello Rosé delle Cantine Ceci, un brioso rosato spumantizzato con metodo Charmat, dai gioiosi profumi di frutti rossi e fiori scuri, caratterizzato da un perlage morbido e da un palato molto rotondo, che riequilibra la marcata sapidità della granola.


                                                                                         
Ingredienti:

Procedimento:
Tosta i pistacchi e i semi di zucca in una padella senza grassi e metti da parte.
Quando saranno raffreddati, mescolali a tutti gli ingredienti secchi e alle spezie, infine aggiungi l’olio di semi (puoi usare anche l’olio di conservazione dei pomodori, io ho fatto così) e il miele. Lavora bene per amalgamare ed eventualmente aggiungi un po’ d’acqua: devi ottenere un composto piuttosto sodo, difficile da lavorare.
Stendilo in una teglia da forno foderata di carta speciale e cuoci a 180° per circa 20-25 minuti.
Lascia raffreddare completamente prima di spezzarlo. 


8 commenti:

Dolci a gogo ha detto...

La granola salata é una bella novità, mi intriga stuzzicarle davanti alla tv con un buon bicchiere di vino!! Baciiiiiiii,Imma

speedy70 ha detto...

Quanto mi piacciono le tue ricette Serena, sempre particolari e gustose, grazie!!!!

Claudette ha detto...

Tanto tanto tempo fa, quando la domenica era dedicata alle escusiorni, per non mangiare panini mollicci puntavo sulle torte salate. Adesso che le escursioni si sono ridotte a passeggiate con merenda, potrei usare questa tua idea per un aperitivo, magari al rientro dalla passeggiata....
Claudette

Mila ha detto...

Mi è venuto freddo alla pancia a pensare a quel te freddo!!!! Concordo con te che un panino non è sempre il massimo, ma se non c'è modo di scaldare il tapper, piuttosto il panino!!!
Stupendi però questi snack anche da tenere qui in ufficio!!!!

Eleonora Gambon ha detto...

La mollica gnucca mi ha fatto morire dal ridere!!! :D
Io invece amo i panini, ma non quelli tristi prosciutto e formaggio, quelli con verdure e formaggi particolari, oppure la frittata o la parmigiana...insomma ci vuole un po' di inventiva anche nei panini!
Buona questa granola salata, ancora devo provare quella dolce, chissà che ci riesca!

Ely Mazzini ha detto...

Probabilmente se cominciassi a mangiarla, sgranocchierei tutto il giorno quei sfiziosissimi tocchetti di granola salata :)
Buona serata Serena

Elena Siano ha detto...

Non sono tipo da escursioni ma da snob quale divento quando mi gira adoro gli aperitivi....e questa granola salata non ce la vedi a stuzzicare l'appetito accanto ad un analcolico?

voyance gratuite par telephone ha detto...

Um grande obrigado para esta secção muito claro !! belo dia.