08 nov 2017

Crostata di Fichi con Crema Frangipane alla Nocciolata



Il freddo mi ha innescato un appetito prodigioso e una serie di pensieri ossessivi rivolti al cibo. Le mie fantasie gastronomiche non sono nemmeno particolarmente selettive, spazio dalle insalate alle vellutate senza soffritto e senza panna, per arrivare al pollo ripieno arrosto e alle jacked potatoes filanti di cheddar. Ma, soprattutto, cosa per me insolita, ho voglia di dolci. Contrariamente a quando ero bambina, attualmente non posso definirmi un’amante dei dolci, ma nelle ultime settimane penso continuamente anche a quelli.
Vivendo sola, se si eccettuano un gatto che mangia esclusivamente crocchette dietetiche (per nessuna ragione in particolare, gli piacciono solo quelle) e un fidanzato transumante e comunque anche lui più propenso ai gusti salati, i miei dolci durano un’eternità. Per quanta fame possa avere, c’è un limite alla quantità di zuccheri che un adulto può ragionevolmente ingerire.
Talvolta li porto in ufficio, con molta parsimonia, però, perché li riservo solo alle colleghe con cui vado più d’accordo, il che, dato il mio carattere non esattamente socievole, significa “poche”.  Non sono sicura che queste poche considerino questo gesto un privilegio, ma ormai ho smesso di preoccuparmi di quanto quello che faccio venga apprezzato, preferisco concentrarmi sulle mie intenzioni.


Ingredienti:
per la frolla
per la farcia
Procedimento:
Innanzitutto prepara la frolla:
Setaccia gli ingredienti in polvere, aggiungi l’uovo e il burro molto freddo tagliato a pezzetti e amalgama il tutto fino ad ottenere un impasto omogeneo. Io normalmente utilizzo un banale robot da cucina e frullo il tutto a piccoli colpi di lama, ma so bene che per una pasta frolla a regola d’arte non si fa così. Riponi in frigo, mentre ti occupi della farcia.
Trita finemente le mandorle, aggiungi il burro e la crema di nocciole, infine l’uovo e lavora finché non avrai realizzato un composto fluido.
Stendi la frolla sul fondo e i laterali di una teglia da crostata leggermente sporcata d’olio, distribuisci la frangipane sul fondo e completa con la confettura (se dovesse risultare troppo consistente, mescolala con un cucchiaio, per renderla più facilmente spalmabile).
Preriscalda il forno a 180° e cuoci la crostata per circa 30 minuti.

6 commenti:

Giuliana Manca ha detto...

Wow, una super crostata davvero!

Eleonora Gambon ha detto...

Voglio essere anche io tra le tue colleghe preferite se mi porti dolci del genere!!!!!!!!!!

Antro Alchimista ha detto...

O quanto capisco il discorsod elle "poche" colleghe. Quando lavoravo succedeva che se portavo qualcosa c'era chi riusciva a trasformare una fetta di dolce in gossip dicendo o "che il dolce non mi era riuscito bene pertanto lo rifilavo in ufficio" o "beata me che avevo tempo da perdere a cucinare". Ergo non ho più portato niente di niente. Comunque questa crostata è strepitosa, fichi, frangipoane e cioccolato un dolce profumato d'autunno. Un bacio

elenuccia ha detto...

Ti sbagli tesoro, non c'è un limite alla quantità di zuccheri che un adulto può ragionevolmente ingerire :-D :-D io ne sono la prova vivente!!!
Mi consola sapere che non son l'unica a cui il tempo ha fatto venire una fame pazzesca.

Elena Siano ha detto...

Mi piacerebbe avere una collega che ogni tanto si presentasse con un dolce per me....ammetto che la frangipani non l'ho mai provata....questa crostata deve essere proprio buona...va provata!!!

Francesca Labate ha detto...

forse c'è un errore nella ricetta..."Trita finemente le macchine, aggiungi il burro e la crema di nocciole," qualcosa non mi torna...quali macchine devo tritare?