15/mag/2009

Torta di More e Ricotta

Come dicevo giorni fa a Camomilla, gli impasti proposti nel libro “Cakes dolci e salati” di Ilona Chovancova possono essere cotti anche in stampi diversi da quello a cassetta classico, come, per esempio, in quelli per muffin, mini cakes, in quello a ciambella o in una tortiera.
Quindi, date le innumerevoli difficoltà che trovo nel ritrarre i cakes, immaginando che il risultato di questa ricetta sarebbe stato piuttosto pittoresco e volendo rendergli giustizia fotografica, ho deciso di utilizzare il mio girasole di silicone.
Purtroppo, la torta è rimasta intatta per poco tempo e quindi non posso mostrarvela intera.
Trovo, comunque, che le foto della fetta rendano meglio l'incredibile morbidezza di questo dolce, data dall'abbondante presenza di ricotta, che gli ha conferito una consistenza molto speciale, umida e soffice, senza essere grassa. La ricetta, per la verità, parlava di "formaggio bianco" senza specificarne il tipo: sarei molto curiosa di conoscere il risultato che si potrebbe ottenere usando, invece, del Philadelphia... si accettano volontari!
Ho modificato un po' le dosi originali, riducendo il burro e lo zucchero, per alleggerire l'impasto e renderlo più sodo in modo da sostenere il peso delle more e non farle precipitare.
Questo è quello che faccio comunque con tutte le ricette tratte da questo libro, perché trovo che le dosi di grassi e di zucchero siano decisamente eccessive, soprattutto in presenza di frutta, che già da sola addolcisce l'insieme.


Ingredienti:
  • 250 gr di farina
  • 150 gr di zucchero
  • 1/2 bustina di lievito in polvere
  • 100 gr di burro
  • 200 gr di ricotta
  • 3 uova
  • latte q.b.
  • 200 gr di more

Procedimento:

In una fondina mescolate la farina, lo zucchero e il lievito. Fate fondere il burro e, appena si sarà intiepidito,mescolatelo alla ricotta e rompeteci dentro le uova. Amalgamate bene il tutto, poi versateci sopra gli ingredienti secchi e girate delicatamente, bagnando con un po' di latte se il composto dovesse essere troppo asciutto. Aggiungete le more e rovesciate il tutto in una tortiera o nello stampo che preferite.

Infornate e portate la temperatura a 180°. Al raggiungimento di questa, calcolare circa 50 minuti (30 per chi usa lo Sfornatutto De Longhi o similari) e sfornate quando uno stecchino infilzato al centro della torta uscirà umido, ma pulito.

37 commenti:

manu e silvia ha detto...

Proprio buonissima e semplice questa torta!peccato non poter vedere l'effetto del girasole!
ma anche le fette sono invitanti!
bacioni

manu ha detto...

passa da me

Camomilla ha detto...

Onde chiama Camomilla risponde! Sono io che ho ancora gli occhi chiusi o ti è sfuggita la ricotta nella lista degli ingredienti?
Comunque sia, sai bene quanto io vada pazza per i dolci al formaggio, con le more ancora meglio... ho fatto qualcosa di simile lo scorso week end, ma con ingredienti diversi e senza ricotta ;) Mi piace questo nostro passarci la palla da una ricetta all'altra!
Buon fine settimana, un bacione

Elga ha detto...

Hai fatto bene a risurro lo zucchero ma il burro io l avrei lasciato tale e quale perchè soprattutto nei cake conferisce sofficità e fragranza per più giorni. Comunque anche più leggero questo connubio è da premiare con un assaggio multiplo!

marsettina ha detto...

l'aspetto è davvero delizioso

Ceci ha detto...

Bellissima e sicuramente buonissima ma....quanta ricotta ci vuole?? dai che sono curiosa e voglio provarla!!!


Ceci

http://incucinaconilbassotto.blogspot.com

lenny ha detto...

Mi piace l'idea della ricotta che allegerisce le calorie e conferisce sofficità ad un dolce dalla naturale golosità :-)

FairySkull ha detto...

che buona ! io amo le more, non vedo l'ora che ci siano da raccogliere !! ciao !

Onde99 ha detto...

@ Manu&Silvia: è vero, l'effetto girasole dva allure a tutto l'insieme
@ Camomilla: è vero, che scema, l'avevo dimenticata!!! Ho corretto subito!
@ Elga: mah, in realtà, seguendo il procedimento che ho descritto, che è quello dei muffins, l'insieme rimane molto umido e morbido anche con meno burro, del resto la ricotta serviva proprio a questo. Ovviamente, se segui il procedimento del 4/4 classico, il buro ci vuole tutto
@ Marsettina: grazie!

Onde99 ha detto...

@ Manu: passo subito
@ Ceci: sono scema, avevo dimenticato la ricotta! Ho corretto!
@ Lenny: è vero, la ricotta ammorbidisce molto l'impasto
@ Fairyskull: le mie erano dell'anno scorso, raccolte e congelate!

Micaela ha detto...

carissima tutti i dolci che prepari devono passare dal mio forno!!! non ce n'è uno che non mi piaccia (ovvio non solo i dolci)... Anche questa torta quindi l'hai tratta dal libro Cakes dolci e salati??? mmm!! mi sa che devo comprarlo anch'io!!! dev'essere bellissimo lo stampo in silicone a forma di girasole! io sto ancora aspettando il pacco della Silikomart, vedremo cosa mi arriva!! un bacione.

dolci a ...gogo!!! ha detto...

questo dolce è di un goloso ondina,mmmmmmmmmmmmm,poi lo trovo anche molto sano e adatto ai bimbi!!un bacione,imma

Mirtilla ha detto...

ma che buona!!!e le more poi ;)

Fra ha detto...

Lo stampo a girasoel è uno dei miei desideri reconditi! Comunque la foto della fetta rende perfettamente la sublime consistenza di questa torta e l'aggiunta delle more all'impasto mi fa impazzire...
Un bacione e buon fine settimana
fra

VerdePomodoro ha detto...

ecco la ricetta da provare! mi fa letteralmente uscire di testa: adoro le torte con la ricotta.... ma le mooooooooooore! ahhhhhhh..... nn vedo l'ora di poterne raccogliere un pò...ma c'è da aspettare! :)

eli ha detto...

La ricotta è un ingrediente che amo molto e secondo me si sposa bene sia con il dolce che con il salato.
La tua torta è favolosa e mi accontento di mangiarla con gli occhi perchè sono a dieta (baaahhh! che tristezza).
Comunque mi hai fatto venire in mente una cremina di ricotta light con salsa ai frutti di bosco che rifarò nei prossimi giorni (quella me la posso ancora permettere) :(

Minù ha detto...

che goduria questa torta...una fetta a me no???:(..ok dai la prossima!! ehehe

Romy ha detto...

Secondo me il Philadelphia potrebbe essere una valida alternativa, ma la ricotta è troppo più buona, in questo dolce: valorizza le more, e dona una freschezza che il quark in genere non ha, specialmente in cottura...Che dire se non : Bravissima Onde? Praticamente faccio la Hola ad ogni tuo post...Baci :-D

minnie ha detto...

Onde cara, appena ho visto questo dolce ho pensato: questa ricetta deve essere subito copiata!!!
Ha tutti gli ingredienti che fanno per me:
la ricotta che adoro nei dolci, le more che crescono a volontà nel mio giardino e lo stampo a forma di girasole che presto arriverà nella mia cucina.
A proposito di quest'ultimo particolare, è piu' di una settimana che devo fare l'ordine ma ancora non ho deciso se prendere quello da 180 mm o da 260 mm visto che quello da 220 non mi sembra ci sia!!! Il tuo quanto misura???
In attesa di decidermi sulla misura e che maturino le more potrei fare una prova con un altro stampo e con delle more acquistate!
Ciao e buon w.e.

Onde99 ha detto...

@ Micaela: davvero testi i miei dolci? :-)
@ Imma: verissimo, per la merenda dei bimbi è ideale
@ Mirtilla: già le more la rendono davvero speciale!
@ Fra: è vero, è uno stampo molto bello, purtroppo non è vero che si sforma benissimo, qualche petalo va sempre perso...
@ Eli: uuuuuhhhh, buona questa cremina light con frutti di bosco, la voglio anch'io!!!
@ Minù: te la offrirei molto volentieri, se non l'avessi già finita ehm, ehm...
@ Romy: ok, mi hai convinto ci vuole la ricotta!!!

Onde99 ha detto...

@ Minnie: mah, io prenderei quello da 260mm, insomma, la normale misura di una tortiera classica, perché con quello da 180 dovresti dimezzare tutte le dosi...

Mariù ha detto...

Wow, mi sembra di sentirla che si scioglie in bocca!
Io poi adoro i dolci con la ricotta...
Buona giornata!
m.

Les recettes de Céci ha detto...

Merci beaucoup pour ta visite et ton commentaire. C'est très gentil...et merci pour cette recette qui donne l'eau à la bouche

bisous

Onde99 ha detto...

@ Mariu: effettivamente era molto scioglievole!
@ Céci: merci bien a toi pour etre passée d'ici, j'éspère te revoir souvent chez moi

fiOrdivanilla ha detto...

Onde è incrdibilmente invitante questa torta. Hai fatto benissimo a ridurre le dosi di burro, così avrà sicuramente prevalso il delizioso sapore di more e ricotta... adoro le torte umidicce.
ah.. per il philadelphia.. io non uso quello normale, per le torte uso sempre Philadelphia YO e lo trovo perfetto, sia per le cheesecake sia per altre torte. Quindi anche in questa torta direi che starebbe benissimo

Isafragola ha detto...

mi ispira molto... messa nella cartella da provare :-)

Cenerentola ha detto...

che buona questa torta...ne vorrei una fetta adesso, mentre ripasso storia come un pazza, per lìinterrogazione di domani!kiss....

tartina ha detto...

Che meraviglia! Adoro la ricotta e le more, questa tempo massimo lunedì è già nel mio forno! :P

Bacioni, buon we!

*

Mary ha detto...

Buono questo dolce , ha una aspetto soffice e delicato!

L'Antro dell'Alchimista ha detto...

Che bontà questo dolce con la ricotta (sono tra i miei dolci preferiti!) Un abbraccio Laura

Isabel ha detto...

golosa, fruttosa, morbidosa...da provare!!!!
Buona domenica, un bacione!!!!

Giò ha detto...

questa torta è proprio di quelle che piacciono a me, anch'io riduco sempre burro e zucchero1così è perfetta!

Piccipotta ha detto...

onde un'altra delizia degna di te!!!
adoro le tue ricette!!!
sempre perfette

Onde99 ha detto...

Grazie mille a tutte, sono contenta che la mia ricetta vi sia piaciuta, fatemi sapere se la sperimentate!

Mariù ha detto...

Onde, ho in forno proprio adesso la mia versione ai lamponi di questo cake... che profumino!
Ti avviso quando lo posto.
Un bacione e ancora buon weekend!
m.

Antonella ha detto...

ciao
ti seguo da un po'
mi hanno regalato delle more e ieri cercando una ricettina per utilizzarle arrivo da te..la torta è in forno ma so già cheverrà buonissima..ti farò sapere.
bacioni
ANtonella

Antonella ha detto...

ciao
è stata un successone :)
baci
Antonella