31 ago 2011

Gelato alla Cannella e Semi di Papavero


Gelato alla Cannella e Semi di Papavero


Questo sarà probabilmente l'ultimo gelato dell'estate. O almeno me lo auguro, nel senso che spero vivamente in un abbassamento repentino delle temperature, che mi permetta di dedicarmi a preparazioni più comfort e, soprattutto, mi consenta di dormire in pace.

Per concludere degnamente la stagione dei dessert sotto-zero, ho voluto rendere omaggio a un gelato semplicemente squisito che ho avuto modo di assaggiare in Val Pusteria. Devo confessarvi che la cucina dell'hotel, pur essendo ottima, era molto elaborata e più tendente al virtuosismo che non al nutrimento. Non fraintendetemi, gli gnocchi di crescione con cuore filante al graukase e coulis di barbabietola alla cannella su letto di straccetti di cavallo crudi alla composta di aceto balsamico alla mela verde sono buonissimi, però, forse, avrei preferito le tagliatelle con i finferli o la polenta con ragout di cinghiale.

Ci sono state, comunque, alcune preparazioni che ricordo con piacere e che cercherò di riprodurre anche a casa: mi riferisco in particolare ai canederli pressati e a diverse torte da colazione. Il dessert serale era, invece, sempre affetto da francesismo acuto e soltanto in questo caso mi ha lasciato il segno: un semplice gelato alla cannella e semi di papavero in salsa zabov; la composizione di quest'ultima rimane un mistero, perché nessuno ha saputo tradurmela in italiano e io non conosco il tedesco, credo fosse a base di zabaione, ma, per non sbagliare, l'ho sostituita con un topping al cioccolato, che ci sta sempre bene. Il gusto del gelato che ho riprodotto è invece fedelissimo all'originale e mi piace pensare che il sapore caldo e avvolgente delle spezie, in una preparazione, per contro, così estiva, possa transitarci tutti in modo indolore verso l'autunno.

Gelato alla Cannella e Semi di Papavero

Ingredienti:
Procedimento:
Frullate, innanzitutto, i semi di papavero. Ho scoperto, infatti, leggendo un bel libro sui dolci altoatesini, che i semi di papavero devono essere sempre consumati frullati, altrimenti hanno una funzione unicamente decorativa, ma non rilasciano alcun aroma.
Preparate quindi il gelato, mescolando il contenuto della busta con la cannella e il papavero, aggiungete il latte e il liquore (le istruzioni sulla scatola prevedono 350 ml di latte, ma io ho appunto sostituito 50 ml con il brandy di mele) e frullate alla massima velocità per 5 minuti.
Riponete in freezer per almeno 4 ore, quindi servite sormontato di topping al cioccolato.

Gelato alla Cannella e Semi di Papavero


Se volete saperne di più sulle mie vacanze
in Alto Adige (e non solo),
vi rinnovo l'invito a seguirmi sul Blog Del Cantonale
dove, oltre a tante ricette nuove, vi racconto i miei viaggi, le mie esperienze e un po' dei miei sogni.
Se poi non vi siete ancora stufati di sentirmi sproloquiare
qui,
invece, potete leggere una breve intervista alla sottoscritta

24 commenti:

dolci a ...gogo!!! ha detto...

Tesoro oggi siamo andate di gelato tutte e due:D e visto che il profumo di cannella lo amo mi hai dato una splendida idea per il prossimo che realizzerò...questo che cio proponi tu è spettacolare!!!bacioni,imma

Federica ha detto...

Amo l'estate e al contrario di te che non finisse mai. So già che la rimpiangerò parecchio tra poco. Almeno col tuo gelato mi potrò consolare visto che è senza gelatiera :) Chi ce li avrebbe mai immaginati i semini di papavero?!?!? Un bacione

annaferna ha detto...

buonissima preparazione sicuramente....
carissima, ti svelo un segreto: odio quei ristoranti tutta ricercatezza e chiccheria!!......e voglio dormire in pace anche ioooo!!!! ^____^
bacini e buonissima giornata

Valentina ha detto...

ma quanto è buona la cannella??? con questo gelatino mi hai conquistata!!!! :)

sara favilla ha detto...

Ciao! Ma che meraviglia il tuo gelato, così speziato e raffinato, mi piacerebbe tanto assaggiarlo!!! Chissà che bella vacanza hai trascorso in Val Pusteria, e che delizie hai assaporato.. comunque concordo con te sulla cucina, anch'io preferirei piatti più rustici ma di sicuro più tipici!! Buona giornata e a presto!

Ribes e Cannella ha detto...

è da tutta l'estate che mi ero ripromessa di fare il gelato alla cannella, ma alla fine niente :( però mi incanto nel vedere il tuo e posso solo immaginare quanto sia buono!! buona giornata, un bacione

Mary ha detto...

ottima alla cannella con il suo sapore cosi delicato ma deciso.

Simo ha detto...

...che meraviglia di gelato...adoro la cannella, è uno dei miei gusti preferiti!
Un abbraccio

Benedetta Marchi ha detto...

Carissima, penso tu abbia scelto un ottimo modo per transitare in autunno. Questo gelato è una meraviglia...e i semi di papavero? una caratteriscica davvero intrigante! un abbraccio grande

Milen@ ha detto...

Non sapevo che i semi di papavero, usati come spezie, si dovessero frullare: difatti se lasciati interi hanno un sapore "terroso" ....

Deborah ha detto...

Che buono, deve essere davvero una delizia!!

giulia ha detto...

Un curioso connubio reso irresistibile dalla colata di topping al cioccolato...ho gia' l'acquolina!!

Romy ha detto...

Sere, ma Zabov non è anche proprio il nome commerciale di un liquore? La cosiddetta Moccia? Non è che si riferivano a quello? Non vorrei sbagliarmi..La ricetta è molto molto appetitosa...brava!

Serena ha detto...

Grazie a tutti!
@ Romy: ma sai che non lo so? Adesso mi hai acceso il tarlo, appena ho un secondo controllo (sai come sto messa in questi giorni, è un problema anche trovare il tempo di andare in bagno...)

eli ha detto...

Confermo: Zabov è il nome di un liquore, allo zabaione appunto :))))
Mi hai fatto morire con la descrizione della cucina poco montanara e molto chic dell'hotel :DDDDD
Come te anche io gufo affinché l'estate finisca alla svelta ahahahahah!

Claudia ha detto...

Ciao Sere! Non dirmi che in questo mese di assenza mi sono persa altrettante ricette golose?! Mannaggia devo recuperare al tempo perso! Intanto però mi gusto quetso gelato, originale ma decisamente invitante!

Glu.fri cosas varias sin gluten ha detto...

La dritta dei semi di papavero é imperdibile !! Bello...

annaferna ha detto...

Serenaaaaaa!!!!!!!!!
Non posso credere che abbiamo perso una tale occasione !!!!!!
ma come? mannaggia ma dobbiamo imparare ad informarci a vicenda sugli spostamenti, altrimenti tutte queste meravigliose amicizie si perderanno inesorabilmente nel web!!!!
almeno un saluto e un caffè ci sarebbero stati bene non credi?
Un bacio e se ricapiti sai che puoi farmi un cenno.....

lise.charmel ha detto...

ottima dritta quella dei semi di papavero!
qui a milano è già rinfrescato (anzi, stamattina pioveva) e infatti stasera mi sa che vado di forno.
il tuo gelato comunque lo assaggerei volentieri anche a temperature più basse.

Amaradolcezza ha detto...

no non smettere di fare gelati..
mi piacciono troppo!
un abbraccio
Giulia

Saretta ha detto...

Tesoro!Ti ringrazio innanzitutto per il tuo commento...tornare è bello quando si ritrovano le persone care come te!
Secondo...io amo l'estate ma, non il caldo insopportabile della settimana scorsa!Detto ciò questo gelato credo sia sublime a dir poco.Sai con cosa lo accompagnerei, forse banalmente?Con una composta o purea di mela...maròòò!!!Un abbraccio affettuoso
Sara

Acquolina ha detto...

adesso si dorme meglio ma i gelati ci stanno ancora bene! buonissimo alla cannella e semi di papavero. Un ristorante davvero creativo quello della montagna, non mi sarebbe dispiaciuto provare un po' di piatti particolari!
ciao!

Mau ha detto...

Mi sembra una delizia! Ma sai che mi sono fatta procurare dallo zio tedesco di Lele il macina semi di papavero? :D Mi serve per una torta che però non ho ancora fatto, e lo zio me l'ha regalato lo scorso Natale... Ma giuro che prima o poi lo uso! :D

Manuela e Silvia ha detto...

ciao, siamo d'accordo con te: ok ingredienti ricercati, ok ricetta originale...ma ogni tanto la tradizione ci vuole proprio, soprattutto in certi posti!
Particolare nella sua semplicità questo gelato! una perfetta conclusione per l'estate!
baci baci