12 set 2012

Pain de Mie


Pain de Mie
Piatti, bicchieri e tovaglioli Pretty Kit

Ci sono tanti motivi per cui scrivo questo post: il primo è che questa ricetta, per quanto apparentemente scontata, dà luogo al più perfetto pane da sandwich che abbia mai assaggiato. Hai presente quei tramezzini morbidosi e super conditi della Tesco? O della LIDL, è uguale... Insomma, io li adoro e li sceglierei senza esitare tra qualsiasi altro tipo di fast food.
Questa ricetta, di Leila Lindholm, in verità, da me un po' riadattata, li replica perfettamente nel sapore, ma senza ingredienti letali nell'impasto. 

Pain de Mie

Il secondo motivo per cui penso che abbia senso parlarti del mio pain de mie è che l'ho preparato con l'intenzione di allestire il mio primo pic nic in piena regola: normalmente quando andiamo in escursione partiamo sempre molto disorganizzati. Alle 10.30 facciamo la prima sosta per il caffè e la seconda colazione.  Verso le 11.00 ci fermiamo per comprare una bottiglia d'acqua. Alle 13.00 cominciamo a cercare un posto dove pranzare. Se siamo in aperta campagna è un casino e finiamo per mangiare all'ora della merenda. La fame mi rende nervosa e mi rovina la giornata. Di base sono una persona mansueta, ma saltare i pasti mi fa diventare una iena. 
Domenica scorsa invece mi sono superattrezzata: la sera prima ho preparato il pain de mie, il succo di more fatto in casa, il caffè allo zenzero e la torta. Ho messo tovagliolini, piattini, bicchieri e posate abbinate nella borsa termica. La mattina dopo ho prepatato i sandwich, ho aggiunto nella borsa i ghiaccioli, il cibo e, nel dubbio, dell'uva selvatica raccolta qualche giorno prima. In un'altra sporta ho messo un plaid, una tovaglietta e un libro.

IMG_8443

Il terzo motivo per cui scrivo questo post è che malgrado tutta la mia previdenza, la giornata non è stata affatto rilassante, perché dopo due ore di macchina siamo arrivati in un'area pic nic, ci siamo sistemati, abbiamo mangiato.
Poi Mirto è scappato dai nostri vicini di tavolo e ha rubato il loro pic nic.
Trattenendo a stento le risate abbiamo finto di essere molto arrabbiati con lui e ci siamo scusati.
Poi è scappato di nuovo e si è rotolato nello sterco di cervo.
Abbiamo radunato i nostri cocci e siamo tornati a casa per metterlo in ammollo.

Prossima volta si ritorna alle vecchie abitudini, si parte leggeri. Niente borsa frigo e magari anche niente cane.


Pain de Mie

Ingredienti:
Procedimento in mdp:
Introduci nel cestello tutti gli ingredienti, seguendo le istruzioni dell'apparecchio e avvia il programma "rapido".
Terminata la fase "impasto", prima dell'inizio della lievitazione, rimuovi i ganci, foggia la pagnotta e incidi la superficie con un coltello, per creare un avvallamento.
Spennellala d'acqua e cospargila di sale grosso e semi di lino.
Fai ripartire il programma. Se la tua mdp non dà la possibilità di sospendere il ciclo, utilizzala solo per l'impasto, poi trasferisci il composto in uno stampo da cake, lascialo rilievitare e, appena prima di infornare, incidilo e decora con il sale e i semini.

16 commenti:

unoscoiattoloindispensa ha detto...

mmm.. non ho la mdp, ma voglio provare questo pane lo stesso! buonissimo!

Saretta ha detto...

Caaaavolo am che figata!!!E profumerà di buono mica di alool come tanti pni confezionati!
Mi ah fatto morire dal ridere il tuo racconto del pic nic riocambolesco, ci avevi messo tutte le migliori intenzioni però :)
bacione

Anonimo ha detto...

Mirto è semplicemente delizioso.
Per quanto riguarda l'argomento "fame dietro l'angolo", con mio marito ho imparato che da quando dice "ho fame" ho circa 30 minuti di comporto prima che diventi insopportabile. Dato che in 30 minuti non trovo mai un posto dove mettere qualcosa sotto i denti, mi porto sempre dietro qualcosa da dargli così i tempi si dilatano un po' e a me non viene una crisi di nervi. Insomma, come si fa con i bambini. :D
Mi segno questo delizioso "pain de mie" per i miei prossimi picnic... :)
Un bacio,
Caro

Tortino al Cioccolato ha detto...

hahahahahah ke risate il vs pic nic!! :-)e chissà che super sandwich vi siete fatti con questo ottimo pane!!

Alice C. ha detto...

Il pane sembra davvero eccezionale!
Mi spiace per il pic-nic "agitato"; magari la prossima volta potresti trovare un bel prato in cui non ci sia gente: ci si sente più rilassati, intimi e liberi!
Anche perchè l'avevi organizzato benissimo!
Buona giornata...

Alice
operazionefrittomisto.blogspot.it

Micaela ha detto...

Ho provato solo una volta a fare il pan de mie, proverò anche questa ricetta! Anche a me piacciono i pic nic ma con Chri e Perla la vedo dura! che belle foto hai fatto, Mirto è bellissimissimo anche se birichino ;-)

sississima ha detto...

che bello si può fare nella Mdp, così si velocizza e il risultato è magnifico, il tuo cane è troppo carino anche se molto vivace, ma meglio così, un abbraccio SILVIA

elenuccia ha detto...

Ti dico solo che sono rimasta incantata mezz-ora a guardare la prima foto, poi ho fatto un sorrisone vedendo Mirto (e' diventato davvero bellissimo!!!) e poi ho riso per mezz'ora sulla cacca di cervo :D

lucy ha detto...

mi piace moltissimo questo pane soprattutto mi sembra proprio perfetto come quello che si compra.ricetta da segnarsi

Dolci a gogo ha detto...

Che forte che è mirto è uno spasso!!! Cmq questo pane è troppo invitante mi pare di sentirne il profumo delizioso!!!! Baci Imma

Stefania Shade ha detto...

no, non ce l'ho la mdp... non ci entra più uno spillo in questa cucina! ma questo pane è da provare, chissà se lo faccio nello stampo da plumcake...
poveri voi quando lo avete visto puntare verso lo sterco di cervo!
ma pazienza! Mirto si sarà fatto perdonare!

Valentina ha detto...

quanto mi piacciono i pranzi in campagna! E' da molto che non uso la macchina del pane, adesso la rimetterò "in moto"... :-)

Gio ha detto...

Non lo faresti mai, sei troppo innamorata di Mirto per non portartelo dietro, ecco! Questo pane ti è venuto benissimo, da farci un pensierino.. =)
ps. per la pasta di pistacchio ho chiesto niente pòpò di meno che alla fautrice della ricetta, appena risponde lo scriverò!! Tpy deve pazientare un pochetto!

Acquolina ha detto...

ma no che non lo lasci a casa, si diverte a modo suo! :-)

Simo ha detto...

mmmm...morbidosissimo questo pane! io la mdp non ce l'ho, ma mi attrezzerò comunque...

Claudette ha detto...

Una volta, quando in montagna andavo in modo "serio", il picnic era molto spartano; poi è stato il periodo in cui ognuna di noi amiche a turno portava il dolce; adesso che le passeggiate in montagna sono a portata di mamma e bambino di 5 anni, il picnic non esiste perchè - in Alto Adige - ogni escursione è l'occasione per assaggiare una golosità delle malghe; riuscirò prima o poi a organizzare un picnic vero, con cestino, posate e plaid (niente cane, ma con un libro di sicuro...) e se non ci riuscirò a breve, comunque questo pane me lo preparo per i miei pranzetti in ufficio....
Claudette