7 nov 2012

Di borghi, libecciate e degli ultimi raggi di sole nel piatto



Libecciata

"E quindi per il ponte?"
"Prevedono maltempo un po' ovunque"
"Se rimango a Firenze soffoco"
"Rischiamo? Magari qualche ora di sole la fa ugualmente."

Siamo partiti giovedì mattina, carichi di gabbiette e trasportini, borse termiche, borsoni pieni di vestiti leggeri, tute felpate, cappotti e costumi da bagno, diversi libri e il lettore DVD portatile, nel dubbio che la pioggia fosse così battente da scoraggiarci dal mettere piede fuori di casa.

A Calafuria ci ha accolto una spettacolare libecciata, che ci ha seguito fino a Rosignano Solvay e ci ha regalato la visione affascinante di un mare che ti si rivolta contro, ma in maniera così seducente che non hai nemmeno il coraggio di ritirarti di fronte all'onda che ti investe.

Libecciata

Libecciata

Puoi al massimo cavalcarla...

Libecciata

Libecciata

Ammiro molto le blogger organizzate, che anche in vacanza vanno a fare la spesa al mercato, procurandosi i prodotti locali più freschi e imbandendo banchetti pantagruelici.
Io non mi sento a mio agio al di fuori della mia cucina, inoltre preferisco star fuori fino all'ultimo momento e non anticipare il ritorno a casa per preparare da mangiare: mi sono armata di buste, precotti, un misuratore per l'acqua con cui reidratarli e qualche erba profumata che cresce nel giardino di casa, miracolosamente sopravvissuto alla siccità degli ultimi mesi e alle burrasche degli ultimi giorni.

Ho raccolto del rosmarino, del timo limone e del peperoncino, per un risotto al limone.

Risotto al
Limone

Risotto al
Limone

Risotto al
Limone

Mentre i miei cuccioli giocavano felici nell'erba, cacciando le lucertoline.

Mirto e
Tebaldo

Mirto e Tebaldo

Ci siamo spinti a sud, verso l'Alta Maremma, dove abbiamo visitato mercati, agriturismi con vendita diretta e caseifici, tra cui il Caseificio Spadi, dove Fabrizio ha avuto la grande cortesia di guidarci nello stabilimento produttivo e mostrarci alcune fasi della lavorazione dei loro formaggi.

Rocca
Tederighi

Borghi medioevali arroccati in cima a poggi un po' brulli, così diversi dalla dolcezza manierata della natura senese...

Rocca
Tederighi

... che ci hanno offerto scorci altrettanto affascinanti.

Rocca Tederighi

Rocca
Tederighi

Rocca
Tederighi

Ho raccolto altri peperoncino e un mazzetto di rucola fresca, per la mia fregola con pomodori secchi e basilico
Fregola Sarda con
Pomodoro Secco, Basilico e Rucoia

Fregola Sarda con
Pomodoro Secco, Basilico e Rucoia
Ho ammirato panorami di quelli che ti arrivano dritti alla bocca dello stomaco.
Dal basso

Montemassi

... e dall'alto
Rocca Tederighi

Rocca
Tederighi

Ho lasciato cadere i semini di una stecca di vaniglia su 4 calici colmi di cremoso sorbetto al limone, per accogliere degli ospiti inattesi...
Sorbetto alla Vaniglia e
Limone

E poi sono tornata, mi piacerebbe poter dire "più carica", ma... sarebbe una bugia.
Sono solo più insofferente.


Per il risotto alla Ravello:
Procedimento:
Affetta finemente il peperoncino, spiuma il rosmarino e soffriggili brevemente nell'olio. Appena comincerà a levarsi il profumo delle erbe, aggiungi il contenuto della confezione, saltalo per un paio di minuti, quindi versa l'acqua calda indicata sull'etichetta. Copri e lascia sobbollire fino a cottura.
Manteca con il parmigiano e cospargi ogni porzione con una manciata di timo limone.

Per la fregola con pomodoro secco e basilico:
Procedimento:
Affetta finemente il peperoncino e soffriggilo brevemente nell'olio, con le acciughe, finché queste ultime non si saranno sciolte. Aggiungi il contenuto della confezione, saltalo per un paio di minuti, quindi versa l'acqua calda indicata sull'etichetta. Copri e lascia sobbollire fino a cottura.
Cospargi ogni porzione con una manciata di rucola

Per il sorbetto alla vaniglia e limone:
Procedimento:
Suddividi il sorbetto in 4 calici. Incidi a metà il baccello di vaniglia e raschia i semini all'interno con l'aiuto di un coltellino. Falli cadere direttamente sulle porzioni di sorbetto, quindi mescola bene e lascia riposare per almeno 3 ore in frigo.
Prima di servire, passa i calici in freezer per una ventina di minuti.

24 commenti:

Ribana Hategan ha detto...

Che posti meravigliosi ed i piatti sono squisiti, complimenti! Grazie per aver condiviso con noi e grazie per il viaggio!
Baci e buona giornata!

Federica ha detto...

Scorci stupendi e stuzzicanti ricette : un post da gustarsi tutto, con le pupille e le papille.

Ileana Pavone ha detto...

Cara queste foto sono stupende :)

Anonimo ha detto...

Che belle immagini e quanta voglia di mare e di evasione... :)
Buon mercoledì cara Sere,
Caro

Acquolina ha detto...

difficile tornare alla realtà dopo giornate così belle e piene, le foto sono fantastiche! io in vacanza ho pochissima voglia di cucinare... :-)

lucy ha detto...

belle foto e adoro letteramente questo risotto, semplice ma gustoso!

Kittys Kitchen ha detto...

mi sono catapultata lettermente tra i profumi delle spezie che ci hai raccolto, mi sono entusiasmata alle foto del mare mosso e rilassata tra le dolci colline e i borghi medievali?
Cosa chiedere di più ad un singolo post!?
Che mi faccia uscire dallo schermo quel bel risotto?!?
ehhh magari! :)
Un bacione

Vaty ♪ ha detto...

Sì, talvolta questi w.e. sono così intensi che il rientro appare una tristezza unica..capisco capisco.
Senti, ma che belle foto che hai fatto nonostante il tempo?
adoro quegli scorci che ci hai proposto, sembrano cartoline.
e vogliamo parlare del profumo di mare, anche se agitato..??
questo post mi ha dato una bella sferzata di energia. Ora mi alzo dalla scrivania (oggi in studio niente udienze in tribunale) e mi faccio una bella pausa !
vaty

Dolci a gogo ha detto...

Tutto incantevole Serena, mi hai fatto sognare con quel mare forte e vigoroso con piatti profumati e ricchi di spezie incantevoli con foto magiche....bacioni,Imma

Saretta ha detto...

Cosa non darei per una figa così, e per avere vicini posti come quelli!

Manuela e Silvia ha detto...

Che belle immagini ci hai regalato!
e dei piatti davvero buonissimi! il nostro preferito è indubbiamente la fregola, con un sapore deciso e morbido!
baci baci

SQUISITO ha detto...

bellissime immagini e ancor più belli i tuoi piatti!
bacioni

Fabiana ha detto...

Che natura meravigliosa....sempre!
Goderne è davvero un regalo imprevisto e prezioso, una carezza per l'anima, una carezza necessaria!

Un saluto

Fabiana

Elena ha detto...

Bellissime foto Serena e ricette come sempre golose! Un abbraccio

CarlottaD ha detto...

Che meraviglia di foto! Come è bella l'Italia.

Ketty Valenti ha detto...

Ma che meraviglia quanto è bella la nostra Italia,dovremmo scoprirla per bene davvero e accorgerci che proprio da noi abbiamo visitato posti che ci hanno lasciato senza fiato,immenso stupore,ammaliati.Bravissima per tutte le tue ricette,e pensare che non era la cucina di casa tua!
Grazie Serena per essere passata da me a lasciarmi il tuo conforto. a presto zagara e cedro.

Muffin&Dolcetti ha detto...

Ma che belle fotografie e pensieri che ci hai regalato...sono così belle le gite fuori anche improvvisate col brutto tempo :) vorrei farle più spesso!

La cucina di Molly ha detto...

Che posti incantevoli, meritano di essere visitati! Buonissimi e gustosi questi piatti! Carinissimi i tuoi cuccioli! Ciao

eli ha detto...

ma?...hai anche un micio?
me l'ero perso? Ero rimasta a Mirto!
Sei stata fin troppo brava, io in viaggio...si va "au restò"! :DDDDDD

Patty ha detto...

Cara Serena, capisco il tuo blues da rientro perche' ne soffro praticamente sempre! Ma il ricordo arrivera' ancora piu prepotente andando avanti nel tempo e ti fara' compagnia.
Sto per provare la tua confettura di mele cotogne. Ne ho una gran quantita' e la tua proposta mi e' piaciuta parecchio. Un abbraccio. Pat

Serena ha detto...

Grazie a tutti!
@ Eli: sì, ho un gattino, l'ho adottato circa due mesi fa. Si chiama Tebaldo ed è una tenerissima peste!

@ Pat: fammi sapere se la confettura ti viene bene... io quest'anno non sono riuscita a farla, ahimé...

daniela64 ha detto...

Che luoghi incantevoli, meritano di essere visistati e fotografati. Le ricette sono deliziose, la fregola ha particolarmente attratto la mia attenzione. Buona giornata Daniela.

Lefrancbuveur ha detto...

Sono stato a Rosignano alcune estati fa ed ho fatto delle foto bellissime, quasi quanto le tue ;)
Ottime sempre le tue ricette, ça va sans dire...

Claudette ha detto...

L'alternativa, per evitare l'insofferenza che assale anche me al rientro da microvacanze come la tua, potrebbe essere non muoversi mai, non aprire mai la finestra sul resto del mondo: ma ne vale la pena?
A presto (con invidia per i bellissi posti di cui ti sei riempita gli occhi).
Claudette