3 feb 2014

Avena con Lattuga Piccante al Vino Bianco e Pecorino Toscano



Dato che le ultime settimane sono state un po’ concitate, mi è capitato di riprendere più volte in mano “Nigella Express”, per trovare una soluzione pratica e veloce per mettere insieme la cena.
Ho trovato questa ricetta nella sezione “Ehi Presto” che Nigella dedica alla nostra cucina, prendendosi diverse libertà, per essere sinceri: a proposito della pasta con la scarola, precisa, infatti, che si tratta di una preparazione tipica del Bel Paese, perché soltanto gli italiani non hanno remore nel buttare una lattuga in pentola. A me non risulta, anzi, sinceramente credo sia la prima volta che utilizzo un cespo di insalata per qualcosa di diverso da un’insalata, ma la preparazione mi incuriosiva e, del resto, si tratta di una delle poche proposte di questo libro che non prevedono di mescolare barattoli di conserva con buste di liofilizzati e sciroppo di qualcosa.
La lattuga, una volta cotta, risulta amarognola, un gusto che a me piace e che si sposa bene con la rusticità dell’avena: i cereali integrali in chicchi interi non mancano mai nella mia dispensa, sia perché con la pentola a pressione sono molto rapidi da cuocere (la maggioranza non necessita neppure di ammollo) e, a differenza della pasta, sono saporiti anche se conditi semplicemente, sia perché sono molto salutari, ricchi di fibre e vitamine.


Ingredienti:



Procedimento:
Lessa l’avena come da istruzioni sulla confezione. Io normalmente utilizzo la pentola a pressione e la faccio cuocere per 15 minuti dal fischio, in questo modo risparmio tempo e gas. In pentola tradizionale ti occorreranno circa 45 minuti e molta più acqua.
Nel frattempo taglia la lattuga a listarelle e il peperoncino a rondelle. Scalda l'olio in una padella capiente o in un wok saltapasta, aggiungi il peperoncino e la lattuga e saltala finché le foglie non saranno appassite. Unisci il vino bianco, l’acqua, copri e fai stufare per una decina di minuti a fiamma bassa: dovresti aver ottenuto una base cremosa e ancora piuttosto fluida.

A questo punto l’avena dovrebbe essere pronta: scolala, trasferiscila nella padella con il condimento e falla insaporire per un paio di minuti. Fuori dal fuoco aggiungi il pecorino grattugiato e, se ti piace, altro peperoncino.



La mia idea di “pasto sano” è stata completamente capovolta dal mio compagno, che, mentre cucinavo, ha stappato in autonomia un Prosecco Tre Venti Zardetto, ma, a conti fatti, devo essergli grata: i metodo Charmat, preservando le caratteristiche varietali del vitigno di partenza, sono l’accompagnamento ideale per i primi piatti a base di cereali e verdure. Si riserva spesso al prosecco il ruolo di “benvenuto”, ma quelli con una buona struttura possono essere consumati agevolmente a seguire, soprattutto con pietanze in bianco.

Il Tre Venti è un brut eccezionale, peraltro molto longevo, il mio era del 2011 e non sembrava aver perso niente della sua freschezza di fiori bianchi e agrumi e ha supportato molto bene anche la presenza del peperoncino, perché il mio non era troppo piccante. Se però scegli una varietà più intensa, attenzione all’accostamento con le bollicine, perché potrebbe risultare un po’ stridente.

9 commenti:

Simo ha detto...

bel piatto, davvero...perfetto per una cena leggera ma ugualmente ricca di sapore!
Buon lunedì cara

Dolci a gogo ha detto...

Ho quel libro e spesso sono frastornata dall'uso indiscriminato di conserve che qui nemmeno esistono ma per prendere spunto per qualche idea devo dire che Nigella è imbattibile e anche la tua ricetta lo è..mi piace l'accostamento degli ingredienti e mi stuzzica tutto l'insieme!!Un bacione,Imma

Memole ha detto...

Semplice ma appetitosa!!!

Valentina ha detto...

leggero e perfetto ...
ed io ho sbandierato più volte quanto io necessiti di leggerezza negli ultimi tempi!
Quindi accolgo questa ricetta con entusiasmo!
Buona settimana

elenuccia ha detto...

In effetti anche io non ho ma buttato la scarola in pentola. Sarà che non siamo italiane?!?? ^_^
Visto che ti vedo molto esperta di cottura di cereali in pentola a pressione, mi dici quali sono che non necessitano di ammollo? Io ci cuocio sempre i legumi e le verdure ma non ci ho mai preparato i cereali

Ilenia Meoni ha detto...

Sai che non ho mai mangiato l'avena così??? Ottima dritta grazie mi sa che la seno sulla lista della spesa!!! Buona serata cara...

lucy ha detto...

ben vengano le ricette express in certi periodi!!

Micaela ha detto...

Vado alla ricerca di ricette leggere e questa mi sembra perfetta e diversa dalle solite..la proverò...
qui tra nausee e bruciori allo stomaco sto cucinando poco...

Elena Siano ha detto...

Prima di salire cercavo l'avena al supermercato...poi mi son ricordata di avere del farro..quindi stasera preparo questa tua delizia con la variante del cereale...e sai perchè? Perchè con il compagno a Berlino e la cena delle bimbe programmate rischio di fare la fame per pigrizia..ed invece così mi coccolo un pò...; ) il pollo domenica è stato un successo...ho solo messo il salame napoletano perchè la finocchiona non ce l'avevo...e dal momento che si sono divorati un mega-pollo in sei.....fai tu...eh!!!!