27 mar 2009

Biscotti ai mirtilli e cioccolato bianco

Con questi dolcetti ho inaugurato il mio recente sospiratissimo acquisto: "Il Libro d'Oro dei Biscotti". Non so dirvi da quanto tempo desiderassi possederlo, ma erano mesi che, ogni volta che lo sentivo chiamarmi dallo scaffale della libreria dove mi servo di solito, mi sforzavo di ignorarlo e di pensare intensamente al libro di Benoit Moulin, al libercolo con "Le 100 migliori ricette" e all'infinità di preparazioni di biscotti sparse nei miei ricettari misti sul cioccolato, la pasticceria secca, la Nutella e i piatti invernali, quasi tutte ancora da riprodurre.

Ma, come mi diceva Romy, il Libro d'Oro dei Biscotti non si acquista semplicemente per avere a disposizione delle ricette di biscotti. Si acquista per l'oggetto in sé, per la sontuosità della rilegatura, per la disarmante bellezza delle foto e per le infinite direzioni in cui la fantasia può correre di fronte ad esse.
Per sognare, prima che per cucinare.

Parafrasando Becky Bloomwood, l'immaginaria (mica poi tanto) eroina di I Love Shopping (quella arguta e stimolante dei libri, non la Becky grottesca e priva di spessore del film), quando ho visto (in una libreria diversa dalla solita) l'ultima copia, scontata del 20%, ho capito che era un'occasione da non lasciarsi sfuggire: con questo libro sarei diventata la regina dei biscotti, avrei organizzato tea times raffinati con le amiche (a questo punto mi occorrono anche un servito di porcellana inglese e dei tovagliolini di pizzo!), a base di Earl Grey e biscotti allo zenzero, oppure degustazioni di the verde Sencha con Topy 79 (urgono la teiera in ghisa e il colino di bamboo), accompagnato con biscotti di riso, o, ancora, colazioni solitarie (adoro fare colazione da sola!) nelle domeniche piene di sole con latte (che ne dite, a questo punto, però, dovrei procurarmi un piccolo bricco, magari rosa) e biscotti d'avena, incontri piccanti (mi serve un negligé porpora?) solleticati da biscotti al cioccolato e peperoncino o pic nic contemplativi (pensavo che sarebbe carino, no, avere un cestino di vimini con piatti, bicchieri e tutto) che si concludono pescando pigramente frollini alla lavanda... E tutti mi avrebbero chiamato "La ragazza dei Biscotti".


Ingredienti:


  • 150 gr di farina

  • 60 gr di burro

  • 100 gr di zucchero di canna

  • 90 ml di latte

  • 1 cucchiaino di cannella

  • 1 cucchiaino di lievito chimico

  • 100 gr di mirtilli

  • 60 gr di cioccolato bianco

Procedimento


Mescolare la farina, il lievito e la cannella, aggiungere il burro ammorbidito e spezzettato e lavorare con la punta delle dita per amalgamare. Aggiungere lo zucchero e il latte, senza mescolare troppo, come si fa per i muffin.


Unire al composto i mirtilli, il cioccolato ridotto a dadini e formare, con un cucchiaio, dei dolcetti, sulla placca del forno, coperta di carta speciale, distanziandoli bene, almeno 4 cm ciascuno.


Secondo la ricetta si dovrebbero ottenere 8 dolcetti, a me ne sono usciti 9, ma, a conti fatti, vi consiglio di fare un numero maggiore di mucchietti, ma più piccoli: data l'assenza di uova, in cottura si allargano in maniera spropositata e ne risultano dei biscottoni un po' ingestibili.


Comunque li vogliate dimensionare, infornateli a 180° per circa 15-20 minuti, finché non sono dorati ed elastici: infatti, più che di biscotti si tratta di dolcetti semimorbidi e non devono assolutamente intostare.






42 commenti:

manu e silvia ha detto...

Bello questo libro..e con questa ricetta si presenta davvero bene! cioccolato bianco e mirtilli ci piace proprio come accoppiata! sembrano prorio buoni!!

Mary ha detto...

dev'essere bello questo libro con delle belle ricette , i tuoi biscotti sono deliziosi !

LaFRA ha detto...

Non sai quante volte mi capita di "sognare" colazioni-pranzi-cene-merende perfette come quelli da capertina (film o libri o riviste in genere...) ma puntualmente quando cucino devo fare i conti con chi non condivide la mia stessa idea di "lentezza"... quasi non riesco a fare le foto, sento tutti lì con gli occhi puntati a pensare "ma ti spicci?"... e vabbè!
Sono sicura che questi biscotti avranno avuto un gran successo, l'accoppiata mirtilli e cioccolato bianco è strepitosa!
Buona giornata!
Fra

ps: il commento al frumento l'ho letto oggi e non finivo più di ridere!

Maya ha detto...

Hey ragazza dei biscotti... mi inchino dinanzi al tuo potente libro... e di fronte a cotanta bontà.... oh ragazza dei biscotti!!!!! Un po' troppo prosaica?eheheh
ma lo sai che anche io adoro fare colazione da sola....!kiss

Kitty's Kitchen ha detto...

Che carina onde!
La regina dei biscotti diventerai prestissimo se continui con queste ricette buonissime!
SAi tra tutte le cose che hai detto il cestino di vimini con i piatti per fare i pic nic è una cosa che desidero moltissimo anche io ora che arriva la bella stagione!

stefi ha detto...

Interessanta davvero questo libro e tu comunque sei brava, questi biscotti hanno un aspetto carinissimo.
Ciao a presto!!!!

sly ha detto...

io credo che leggere uno dei libri della serie I love shopping nuoce gravemente alla salute e...al portafoglio perchè ci si sente in compagnia, e si ha quasi l'autorizzazione a comprare di tutto e di piu' senza avere il minimo rimorso come invece capita solitamente!
quindi attenzione voi che lo leggete, bloccate temporaneamene la carta di credito in un luogo nascosto o dopo poco sara' evaporata!!!!
comunque biscottini fantastic!ciao ciao

Fiordilatte ha detto...

che belli questi biscotti!
Anche io prima o poi mi lascerò ammaliare dal libro d'oro... per ora mi godo le ricettine dei foodblogger che già ce l'hanno :)

VerdePomodoro ha detto...

un post che fa molto jane austen..... :)
in una di quelle tue colazioni assolate, nell'erba, col cestino da cui pescare biscotti alla lavanda....mi piacerebbe esserci!!!! :)
ho un avoglia di mirtilli da impazzire...ma nn li trovo mai...uffa!

Micaela ha detto...

ciao tesora con questo libro è un'odissea!!! l'ho ordinato prima di natale da Mondolibri ma non mi è ancora arrivato! prima mi dicono che è stato smarrito, poi che non ce l'hanno in magazzino! insomma faccio prima a comprarlo in libreria!!! questi biscottini sono un motivo in più!!! oggi vado a cercare il libro! un bacione.

Fra ha detto...

la tua fantasia e questi biscotti mi hanno stregato...mi do alla caccia di quel libro che sembra dare dipendenza ;D
Un bacio e buon fine settimana
fra

Onde99 ha detto...

@ Manu&Silvia: in effetti è un matrimonio ben riuscito!
@ Mary: oh, sì, è bellissimo!
@ LaFra: è vero, anche il mio compagno, soprattutto a tavola, non condivide molto il mio concetto di "lentezza": divora tutto con voracità bulimica e non gusta praticamente niente!!!
@ Maya: "Ragazza dei Biscotti", ti prego, dillo ancora!!!
@ Kitty: oh, sì, compriamo un cestino da picnic, dai!!!
@ Stefi: grazie, che carina che sei!
@ Sly: pensa che io I Love Shopping l'ho letto proprio per aiutare me stessa ad essere un po' meno oculata e a concedermi qualche vizio! Sono una persona molto intransigente e farei bene, invece, a rilassarmi di più e a regalarmi qualcosa ogni tanto!
@ Fiordilatte: anche se forse finiranno per citarmi per plagio, io ho intenzione di pubblicarne parecchie!
@ Verdepomodoro: tu dici? Io mi vedevo più stile Dejeuner sur l'Herbe di Manet, tutta nuda in mezzo a un sacco di uomini...
@ Micaela: mannaggia che storia!!! Sì, forse ti conviene comprarlo in libreria, se deve essere uno stress così...
@ Fra: beh, per noi che amiamo molto leggere, i libri della Kinsella risultano un po' leggerini, ma, tutto sommato, divertenti!

eli ha detto...

wow! mentre leggevo il tuo post, ti vedevo volteggiare per la cucina fra zucchero e cannella come una novella Juliette Binoche che invece di "Chocolat" sta girando "Petits gateaux".
Ho anch'io la mia "Bibbia" dei biscotti è di Mondadori e si intitola "Dolci e biscotti" della collana Oggi cucino io. Ogni ricetta ha la sua foto, il che è una gioia per gli occhi oltre che per il palato.
Sono contenta che i suggerimenti per il pane possano esserti utili.
A presto :)

sweetcook ha detto...

Il libro d'oro dei biscotti per me è un'istituzione, non l'ho ancora comprato perchè mi piace pensarlo come qualcosa di irraggiungibile...sono strana lo so...
Però nel frattempo posso gustarmi i vostri biscotti, tu permetti?:)

michela ha detto...

In cottura saran ingestibili..ma in bocca scommetto che son gestibilissimi.
Copio.
grz
ciao
b uon we.

Onde99 ha detto...

@ Eli: oh, sì, Vianne è il mio modello di cuoca!
@ Sweetie: ma lo sai che anch'io ho meditato tanto su questo acquisto, proprio perché una parte di me volveva continuare a vederlo come un sogno, un obiettivo? Un po' come mi era successo per il viaggio in Tanzania e le scarpe funxia leccalecca. In effetti, poi, una volta conquistate, queste cose non sono più tanto interessanti
@ Michela: più che in cottura, questi biscotti sono ingestibili in quanto a destinazione... Troppo per un dopocena, poco per la colazione, l'ideale è mangiarli a merenda, ma noi la merenda non la facciamo...

Fiordilatte ha detto...

Bene bene tu pubblica che io ti seguo :P Da quel libro io ho fatto i biscotti all'anice e non mi hanno delusa...quindi proverò sicuramente altre "vostre" ricette!

Minù ha detto...

..che dire...buiscotti superlativi..blog bellissimo...e ricette super fantastiche??? ho esagerato?? NO!!Minù!!

Sara ha detto...

In questo periodo ho una voglia matta di biscottare, mi hai fatto venir una voglia di vedere questo libro...vado subito su IBS a vedere se è disponibile....Questi biscottini sono proprio belli e buoni!!!

Saretta ha detto...

Certo che sei davvero sulla buona strada per diventare la REGINA dei biscotti!hahaha il parallelo con Becky è troppo divertente..il film non l'ho vistop ma i libri li ho letti tutti(in inglese);)
Bacioni

Onde99 ha detto...

@ Fiordilatte: aspetto con ansia il resoconto delle tue sperimentazioni!
@ Minù: e tu hai un nick bellissimo, la mia prima gattina si chiamava Minù e leggere il tuo pseudonimo mi ha fatto pensare a lei!
@ Sara: ecco, così: adesso vi comprate tutte il libro d'oro e poi io scrivo alla casa editrice per chiedere una percentuale!
@ Saretta: io voglio essere la regina della pasticceria in generale e la gente mi chiamerà "La ragazza con il grembiule"!!!

Nicole ha detto...

Ho appena letto tutto quanto d'un fiato e la ricetta è meravigliosa, mi piace molto come scrivi! Leggendo ho pensato che quella è una tipica successione di pensieri che mi viene regolarmente in testa, una volta comprata una cosa penso a cosa mi servirebbe in più e cosa "mi manca". Il film l'ho visto e in effetti era un pò ocheggiante ma nell'insieme decisamente carino. Ti lascio dicendoti che "Afrodita" è uno dei miei libri preferiti e quello che mi ha fatto rivolgere l'attenzione verso la cucina e cosa c'è dietro. Buona giornata,un abbraccio

Onde99 ha detto...

@ Nicole: ti ringrazio tantissimo per tutti questi apprezzamenti! Eh, sì, purtroppo lo shopping è così, una specie di "Mille e una Notte", a me succede soprattutto con i serviti da tavola: per ciascuno ci vogliono diecimila piatti da portata, bicchieri, tovaglioli etc da abbinare! Anche per me Afrodita è stato un libro rivelatore della mia passione latente per la cucina! Buon weekend!

soleluna ha detto...

UNa vera squisitezza questi biscotti...come il cake sotto...buon weekend Luisa

Cenerentola ha detto...

Fantastica questa ricetta, complimenti!ma dimmi una cosa: che ne pensi se alposto dei mirtilli (in Sicilia sono difficili da trovare) utilizzassi i mirtilloni estratti dalla marmellata ai mirtilli?? (quella che uso io li contiene in pezzi)grazie in anticipo...ciao ciao!

Onde99 ha detto...

@ Soleluna: grazie, sei gentilissima!
@ Cenerentola: mmhhh, non vorrei che la marmellata bagnasse troppo il composto. Puoi provare, magari riducendo un po' la dose di latte. Ma sei sicura che da te i mirtilli non si trovano? In genere almeno surgelati ci dovrebbero essere, al limite in buste che contengono un mix di frutti di bosco (che va benissimo). Ma non ti crucciare, in Sicilia ci sono tante cose buone che qui non si trovano e che scambierei volentieri con i mirtilli!

Lo ha detto...

e bravaaaaaaaaaaaaaaaaaa ti sei preso il librone d'oro dei biscotti ...e quello del cioccolato? non mi dici nulla di quello al cioccolato? mmmm io però mi mangio i biscotti...

Elga ha detto...

Io, il Libro d'oro dei biscotti, l ho preso in biblioteca e non volevo più restituirlo:))) Mi sono tarscritta le ricette che più mi piacevano ma non è la stessa cosa di averlo in casa!

Mariluna ha detto...

Voglio quel libro, devo comprarlo, sono anch'io una maniaca dei biscotti e la colazione la faccio sempre sola....adoravo farla con le amiche tempo fà,ma non mi dispiace affatto farla tranquillamente sola..chiudo gli occhi assaporo dolcemente dei buoni biscottini illudendomi che fuori c'é il sole!!!

Buoni i biscottini! :)

Polpettina ha detto...

Ciao ragazza dei biscotti,ti immagino in campagna con amici estrarre dal tuo cesto da picnic l'occorrente per un raffinato tè pomeridiano corredato di tutto e reso superbo da una selezione si biscotti il cui assaggio trasforma quel momento in un esperienza indimenticabile al di là dello spazio e del tempo.

L'Antro dell'Alchimista ha detto...

Mi metterò alla ricerca di questo libro e complimenti per questi favolosi biscotti!!! Buon fine settimana Laura

tartina ha detto...

La sindrome da Becky Bloomwood è come l'allergia: nessuno può sfuggirle.
Io sono una shop-aholic al 100%, quindi ti capisco perfettamente! Comunque il libro è un buon acquisto, se ti fa sfornare biscotti così... :]

*

manu ha detto...

ciao mitica buon w.e. un bacione

furfecchia ha detto...

Ho controllato: su ibs il libro c'è! ora è inserito nella mia lista dei desideri e al prossimo ordine sarà mio!!!!!!!! io però sarò chiamata "la ragazza che sta ingrassando"! :-(
se lo compro spero di riuscire a fare dei biscotti così!

blunotte ha detto...

wow, un biscotto al cioccolato che vada bene anche per me, che mangio solo cioccoalto bianco.
Grazie per la ricettina e buona domenica

Romy ha detto...

Ciao, ragazza dei biscotti! Sono passata per farti un saluto veloce e per complimentarmi per gli spledidi dolcetti: il Libro d'Oro comincia a funzionare! Ti avverto ...è pericolosissimo! E' una vera e propria istigazione alla sfornata pazza e al delirio biscottoso...Domani ti scrivo e ti dico come è andata, ma ti anticipo...nulla di fatto! Non ho ancora finito con gli esami...Baci :-)

sly ha detto...

ancora io..passa da me che ho un piccolo premio per te!ciao

sorbyy ha detto...

Deliziosi questi biscottini!!!!!!!
Ciao

Ago ha detto...

Ciao!!! Sn finita qui per caso, ma tanto, tanto piacere di conoscerti!
Questi biscotti sono stupendi!
Anch'io ho visto questo libro giusto una ventina di giorni fa, sugli scaffali di una libreria, ma niente sconto purtroppo! L'ho lasciato a riposare insieme ai suoi fratelli, ma mi sono detta "sarai mio prima o poi!"...
La tua descrizione alla Becky Bloomwood è troppo forte...sembri davvero Sophie Kinsella in uno dei suoi carinissimi romanzi!
bravissima!
Un bacione
Ago :-D

giulia ha detto...

sei sempre bravissima e i biscotti deliziosissimi anche io adoro il ciocco bianco! tanti salutini belli

giulia ha detto...

sei sempre bravissima e i biscotti deliziosissimi anche io adoro il ciocco bianco! tanti salutini belli

fiOrdivanilla ha detto...

il libro è un incanto, mi piace immaginarlo come se fosse un libro delle fiabe.. rilegatura, rifinitura, colore, persino il bordo-oro delle pagine..

E questi biscotti sono una delizia :))