9 giu 2009

Lamponi e Parmigiano in Aceto Balsamico

Mi scuso per l'assenza e, soprattutto, per la discontinuità con cui visito i vostri blog e rispondo ai gentilissimi commenti ai miei post: purtroppo lavorativamente parlando è un periodo di grande frenesia e, soprattutto, a questa situazione già di per sé non proprio gestibilissima, si sono aggiunti alcuni problemi personali che non so proprio come sfangare.
Per fortuna, ci sono gli affetti e la salute in ordine, ci sono i miei ricettari francesi intonsi e fiammanti, arrivati stamani direttamente dalla Ville Lumière, e ci sono i miei 5 forni, i miei robot tuttofare e la mia gelatiera usata nuova nuova!

Per questa preparazione, però, non servono forni, né ricettari, né robot, ma solo un pelapatate e un po' di pazienza, per raccogliere i lamponi che cominciano ad occhieggiare sui cespugli e per sfogliare il parmigiano in scaglie sottili.
Su questo piatto meditavo da un po', penso che qualcuna di voi potrà capirmi se dico che ero andata talmente in fissa da sognarmelo la notte e svegliarmi al mattino con il pensiero dominante di come rieditare un abbinamento già celebre: il matrimonio tra frutti rossi e aceto balsamico è stato sdoganato da un pezzo, presumo, più o meno, dalla diffusione stessa dell'aceto balsamico nella grande distribuzione, e recentemente anche quello tra fragole, aceto balsamico e parmigiano.
Ma io non volevo fermarmi a un connubio già assodato da altri, volevo sperimentare e creare qualcosa... che poi questo qualcosa sia già stato creato da qualche chef di nomea o di contea o da un oscuro ristoratore dell'appennino modenese non lo escludo, ma io non lo so e tanto mi basta a illudermi di aver inventato, testato e approvato un idillio:

La mia insicurezza patologica mi rende, infatti, dipendente da alcune delle accoppiate più collaudate della cucina, come salsiccia e fagioli, tonno e patate, pomodoro e basilico, cioccolato e cocco, che trovo confortanti nella loro scontatezza, come una garanzia, che, qualsiasi cosa accada, esistono comunque delle certezze inconfutabili, delle situazioni in cui non occorre scegliere, in cui qualcuno prima di noi ha già deciso che le cose andavano bene così e, quindi, per farle andare bene, possiamo sfruttare la sua esperienza.
Ciononostante, la mia ansia di sconfinare, la mia intolleranza nei confronti delle convenzioni e delle tradizioni, mi regala un anelito all'originalità, al bouleversement di tutto quanto è già stato fatto, per quanto destabilizzante questo possa essere.
Esagerato spiegare la mia psicologia in termini culinari? Forse, ma... se è vero che siamo ciò che mangiamo, a me piace pensare di essere un piccolo, peccaminoso, asperrimo lampone, che incontra un velo di concreto, razionale, sapido parmigiano e insieme fanno il bagno nudi, in una piscina del colore della notte, colma di mosto mieloso, scuro come il caramello, ma dal sapore molto più intrigante...

Ingredienti:
  • 200 gr di lamponi
  • 120 gr di parmigiano
  • 2 cucchiai di aceto balsamico

Procedimento:

Semplicissimo: mettete i lamponi a marinare nell'aceto balsamico per il tempo che vi occorrerà a ridurre il parmigiano a scaglie sottili, con un pelapatate (tempo che sarà tantissimo, molto più di quello che vi immaginate). Create sul fondo di ogni piatto un letto di parmigiano e distribuitevi sopra i lamponi, con tutta la marinata.

29 commenti:

Juls ha detto...

che bella descrizione! ti ci vedo come piccolo lampone - asperrimo - che incontra un tipo solido e concreto come il parmigiano!
e poi via... per un bagno sensuale!
baci e buona giornata

Elisakitty's Kitchen ha detto...

Ciao Onde!
Fatti coraggio... Non so che tipo di problemi personali tu abbia ma mi auguro che riuscirari presto a risolvere nel migliore dei modi.
L'idea di unire i lamponi al parmiggiano e al balsamico è proprio innovativa. Io non l'avevo mai sentita... Inoltre penso che l'abbinamento sia azzeccato come sapori. Si. è vero non l'ho mai provato... Ma per quello che posso immaginare lo è!
Posso farti una domanda che non centra nulla? Ma di che segno sei tu? Baci

Elga ha detto...

Mi sa che siamo gemelle e nessuno ce lo ha mai detto:))) Anche io mi immagino un piccolo lampone..magari tuffato nel cioccolato!

Lisa ha detto...

onde ho letto bene???? 5 forni???? questa me la devi spiegare!!!! Questo piatto è fenomenale, saprò come fare bella figura alla prossima cena!

lise.charmel ha detto...

che buffo, anch'io volevo chiederti di che segno sei, perchè mi sono tanto rivista nella descrizione di insicura ma con voglia di trasgredire
che teneri i lamponi che fanno il bagno nudi col parmigiano, secondo me con l'aceto balsamico ci stanno meglio che le fragole.
e spero anch'io che i tuoi problemi personali si risolvano in fretta. un abbraccio

Mariù ha detto...

Tra i miei ingredienti preferiti e accostati in questa ricetta semplice e raffinatissima... mi piace da morire.
Mi dispiace che non siano un bel periodo... tieni duro, tutto passerà in men che non si dica.
Un bacione,
m.

eli ha detto...

Mmmmm i lamponi! io li rubo (si fa per dire) al vicino che ne ha una piantona i cui rami sconfinano sulla strada, e mangiati così mi sembrano ancora più buoni :D
Ti auguro di risolvere i problemi che sommati al lavoro pressante non fanno certo stare bene!
Ma che cucina spaziale hai??? (5 forni)
Bacione grande grande!

Onde99 ha detto...

Grazie tantissime a tutte per il conforto, speriamo davvero che le beghe che mi tiro dietro si risolvano in fretta... ma, visti i tempi della burocrazia, ne dubito.
In molte mi avete chiesto dei 5 forni: ebbene, ho un forno standard, uno sfornatutto De Longhi, un microonde combinato, il fornetto pizza Ferrari e la macchina del pane. Sono 5 forni, anche se uno di questi può essere utilizzato solo per pane e plum cakes...

Micaela ha detto...

carissima ti capisco e mi dispiace per le rogne che stai avendo!!! non ho mai provato questo abbinamento, mi incuriosisce! un bacione.

elena ha detto...

ma che bel connubio, voglio proprio provare (io poi ho il babbo della provincia di Modena, l'aceto balsamico che gira in casa nostra è super serio) Lamponi aspri? ma che dici? i lamponi non sono aspri, i lamponi sono buoni e basta. Sono il frutto più buono del mondo!!!!
In bocca al lupo per le tue beghe

Mariluna ha detto...

Buongiorno Cara Onde...hai avuto la mia mail?....orami sono cosi' possiamo comunicare...no scherzo...bellala tua insalata, anzi no é anche un dessert molto molto chic...un bacio

Piccipotta ha detto...

onde...
semplice ma sicuramente speciale...
mi auguro che presto si risolva tutto...
un caro abbracio

Barbara ha detto...

ehehehe... anch'io ho strabuzzato gli occhi quando ho letto "5 forni", poi ho contato i miei... con la "petronilla" arriverei a cinque anch'io... sic!
Splendida preparazione, adoro i lamponi, ma a questo connubio non avrei mai davvero pensato... tra l'altro i tuoi hanno un colore spettacolare!! Grazie, farò tesoro di questa preparazione, subito copiata, insieme alla catalana salata di venerdì, grazie!!

dolci a ...gogo!!! ha detto...

un abbinamento azzecatissimo e gustoso!!!!ben tornata ondina e fatti forza tutto passa!!!baci imma

manu e silvia ha detto...

Ciao! che originalissimo questo piatto! nella sua semplicità è un insiemd i sapori molto diversi tra loro...tutto da sperimentare allora!
un bacione

Saretta ha detto...

Io dico che è voluttuosissimo, sensuale ed intrigante questo abinamento.
A casa ho una preziosissima ampolina di aceto balsamico modenese doc...spero di realizzare presto questa tua creazione!
bacio e coraggio, spero tutto passi presto!

RobJ ha detto...

ciao complimenti per il blog, mi piacerebbe inserirti nella mia lista di blog amici, se sei interessata allo scambio link fammi sapere, il mio blog è www.iltrovaricette.blogspot.com

ciao

Nicole ha detto...

uffi non mi si era aggiornato il link nemmeno oggi!!inizio a pensare che il problema sia blogger!!per fortuna sono passata comunque!!mi spiace leggerti in mezzo alle tribolazioni! ma sono sicura che i 5 forni abbiano la capacità di tirarti su di morale!!bellissima questa rivisitazione, la voglio provare prestissimo!
Un bacione!

Romy ha detto...

Come non rimanere incantati dalla tua scrittura? Sei insieme Isabelle Allende ed Oscar Wilde....Serena cara, lo sai che ti voglio bene e che ti stimo....ma voglio comunque riconfermarti qui, spudoratamente, davanti a tutti, che sei proprio bravissima e che il tuo blog è una chicca ormai irrinunciabile per me...La ricetta poi è davvero notevole e merita tutte le nostre più spassionate lodi...baci! :-D

Sara ha detto...

Innanzitutto un grosso in bocca al lupo per le tue rogne...sperando che tutto si risolva prestissimo...
questo abbinamento è particolare...mi incuriosisce molto...Un bacione

Morena ha detto...

Io che sono curiosa ed amo provare abbinamenti di ogni tipo assaggeei molto volentieri questa preparazione...sono sicurissima che è buona buona!!!
Tu sperimenta che noi assaggiamo..e vedrai che tutto si risolverà per il meglio!!!

Bravissima!

L'Antro dell'Alchimista ha detto...

Onde questo piatto non me lo perderei per nulla al mondo!!! Un abbraccio Laura

paola ha detto...

adorabile, sexy e chic....un abbinamento che si deve provare!!
un abbraccio

Rossa di Sera ha detto...

Wow, che descrizione!.. "... fare il bagno nudi, in una piscina del colore della notte..." Questa è vera e pura seduzione, yes!
Ondina, ma ci sono già i lamponi?? Non è un pò prestino o sbaglio?
Comunque, voglio provarlo, ho una vaschetta di limponi peccaminosi a prezzo d'oro!
Un bacione, tentatrice!

fiOrdivanilla ha detto...

Ciao Ondina.. prima della ricetta, ci sono i problemi (almeno nel mio ordine di preferenze nei tuoi riguardi): in proposito voglio augurarti che si risolva al più presto il risolvibile.. quando c'è qualcosa di conseguenza diventa tutto un problemone anche ciò che non lo è. Fatti forza, che in fondo lo sai che lo sei, forte intendo.

Fragole e aceto balsamico hai dtto bene, ormai è diventato un antico accostamento! Come se appartenesse ai tempi dei romani.. :) ma i tempi cambiano e le ricette, gli accostamenti, si reinventano: meno male che ci sei tu, che sogni pure di notte cosa poter creare di nuovo! E co0n questa ricetta sei riuscita a dare un risvolto originale e - per quanto ne so io - NUOVO all'ormai trasandato (ma pur sempre di moda) fragole-grana-aceto balsamico, con una rivoluzionaria e grandiosa rivisitazione! Complimentissimi Onde, sei grande

kristel ha detto...

Ciao tesoro, ti capisco anche io ho pochissimo tempo infatti é da un sacco di tempo che non riesco a postare niente....
Questo piatto é super chic, non conosco l'abbinamento lamponi-parmiggiano ma penso che ne valga la pena. Bacioni!!

Onde99 ha detto...

@ Tutti: grazie grazie grazie mille per il vostro passaggio e i vostri commenti adorabili!
@ Romy: grazie per le parole bellissime che mi scrivi e per l'amicizia con cui ogni giorno mi rassereni... anche il tuo blog è per me un rito irrinunciabile e ricambio il tuo affetto con forza decuplicata!
@ Giulia: per la stagione dei lamponi è, in effetti, prestino, io ho utilizzato quelli surgelati dell'anno scorso, ma sui cespugli ce ne sono già di delicatamente rosei che tra qualche settimana saranno purpurei...

Lo ha detto...

insolito e meraviglioso abbinamento che parla da solo...carico di promesse di bontà.....per il resto respira che noi siamo qui un bacione

Fra ha detto...

Io trovo la descrizione della tua psicologia in termini culinari affascinante...come trovo intrigante l'accostamento di sapori che ci hai proposto
Un bacione
fra