07 ago 2009

Quiche con Pomodori e Gruyère

Data la frequenza con cui, negli ultimi giorni, sto pubblicando ricette a base di pomodori, qualcuno penserà che me ne abbiano regalata una cassetta.
Niente di tutto ciò, molto semplicemente sono stata costretta a ottimizzare la lista della spesa e i conseguenti planning alimentari, in funzione dello smaltimento dei prodotti deperibili, in vista dell'imminente partenza.
Eh, sì, perché, finalmente, vado in vacanza anch'io e il mio blog con me, proprio nel senso che, per la prima volta a memoria d'uomo, quest'anno, anziché dirigerci alla volta di paesi dove i visitatori mangiano malissimo e la popolazione locale per niente, abbiamo pianificato un itinerario (anche) a sfondo enogastronomico: l'autunno scorso, grazie ad Alex e alle sue foto che parlano da sole, ho scoperto l'esistenza di una regione meravigliosa, che non ho esitato a inserire nella mia lista dei desiderata vacanzieri. Come spesso mi accade quando si tratta del suo blog, invece di far cadere, al mio solito, le sue proposte alimentari e turistiche in giudicato, ho voluto mettere subito in pratica il suggerimento e lunedì ci metteremo in cammino verso l'Alsazia.
Mi aspetto di rientrare carica di specialità locali, ricettari da sogno, magari proprio quelli di Christine Ferber, il cui tempio mi auguro di riuscire a visitare, e soprattutto energie e spunti, per arricchire questo mio piccolo spazio.
Nel frattempo, vi lascio con questa deliziosa quiche, tratta da un inserto di Sale&Pepe sulle ricette da picnic, uscito l'anno scorso, e ora presente in versione integrale in libreria, del quale però non ricordo assolutamente il nome: vale davvero la pena di accendere il forno, dato che la buona riuscita di questa preparazione è dovuta in particolar modo ai pomodori, che, mai come in questi giorni, si trovano sugosi e saporiti.

Ingredienti:
  • 300 gr di pasta brisée
  • 200 gr di gruyère grattugiato
  • 4 pomodori
  • 6 pomodori secchi
  • 4 uova
  • 200 ml di latte
  • origano
  • sale
  • pepe

Procedimento:

Preparate la pasta brisée secondo la ricetta che preferite. Come ho già detto, io la realizzo solo con farina, burro e poca acqua, sebbene ne esistano varie versioni che impiegano anche l'uovo; ma, come insegna Simone Rugiati, la vera brisée non lo contempla, perché la sua caratteristica è la friabilità, mentre con l'uovo si compatta.

Stendetela in una tortiera leggermente unta, cercando di alzare il più possibile i bordi. Disponete sul fondo il gruyère grattugiato e sopra, a raggiera, i pomodori freschi, tagliati sottilmente (i miei erano molto maturi, quindi non sono riuscita a fare fette abbastanza fini). Salateli leggermente. Sbattete a lungo le uova con il latte, il sale e il pepe, aggiungetevi i pomodori secchi sminuzzati, e versate il tutto nella cavità della quiche. Cospargete la superficie di abbondante origano e infornate a 180° per circa 30 minuti o fno a quando il composto di uova non sarà ben gonfio e sodo e i pomodori appassiti.

Lasciatela intiepidire prima di affettarla.

22 commenti:

Simo ha detto...

Che buona e che bella da vedersi!
Complimenti Ondina!!!

manu e silvia ha detto...

Ciao! una perfetta quiche estiva! poi i pomodori secchi ci piacciono davvero moltissimo per il loro sapore intenso!
proprio bella anche!
bacioni

dolci a ...gogo!!! ha detto...

caspita ondina vai in alsazia sarà meravigliosa la tua vacanza!!!!allora aspetterò il tuo reportage fotografico e nel frattempo mi gusto questa quiche che trovo gustosissima!!è vero adesso i pomodori sono buonissimi quindi la proverò in questi giorni visto che adoro le ricette veloci e gustose!!!baci imma

Rossa di Sera ha detto...

Cara Ondinaa, lo sai che ti invidio, vero?... Piacerebbe tanto anche a me di andare da quelle parti, ma oramai è tardi, stiamo facendo alri programmini..
Comunque ti auguro una buonissima, bellissima e felicissima vacanza e aspetto tanti racconti, foto, ricette e altre cose deliziose che solo tu sai fare!
Un bacione!!!

Arietta ha detto...

L'abbinamento pomodori-quiche mi era tanto piaciuto (brisèe maledetta a parte) che non posso che apprezzare anche la tua proposta!
Ti sto invidiando sommamente per il viaggio enogastronomiculturale in Alsazia...è l'altra meta ambita, insieme alla Provenza, e a Londra. Chissà quando potrò andarci :-( Aspetto intanto tante belle dritte e resoconti relativi al tuo ritorno, intanto buone vacanze!

Fra ha detto...

sembra davvero deliziosa!
che belle vacanze ti si prospettano, quanto ti rimane di cittadina prigionia?
Un bacione
fra

Camomilla ha detto...

Corro a salutarti anche qui carissima! Hai tutta la mia invidia per il tuo viaggio e lo sai... attendo i tuoi resoconti ;) Buona Alsazia!
Buona anche la tua quiche, con i pomodorini mi manca...
Un bacio grande

michela ha detto...

Sulla brisèe concordo..altrimenti è una frolla salata..per me..anche se devo dire che ho provato anche io quella di Felder ed è veramente ottima.
Ormai ,però, preferisco quella alla ricotta...ed ho anche cassette e cassette di pomodori da smaltire..per cui le ricette son sempre gradite.
buone vacanze!!!

Danea ha detto...

Questa quiche è meravigliosa, io amo i pomodori, per quanto mi riguarda, puoi pubblicare altre mille ricette così!!!
Ti auguro buone vacanze e buone abbuffate :-P
Bacioni.

Forchettina Irriverente ha detto...

Anche io non posso fare a meno di pianificare le mie vacanze o i miei tour. I giorni sono sempre troppo pochi per permettersi di perdere le gioie che altre culture ci possono dare !!! E goditi l'Alsazia. Io ci devo ancora andare, ma è una delle mie mete future. E poi .. i loro vini ...
La tua quiche è un bell'anticipo di Francia ... Baci Manu

Romy ha detto...

Cara dolce Ondina....un bacione e buone, meritatissime vacanze! A presto! :-D

fiOrdivanilla ha detto...

ma com'è che non avevo ricevuto l'aggiornamento dal tuo blog!? uff.
Mi piace molto questo abbinamento, mi sa tanto che è una quiche moltomolto saporita.
un bacione

Saretta ha detto...

buonissima idea seguire le dritte di Alex!!!Anch'o sono rimasta incantata dai suoi reportage..e questa quiche?!coi pomodori favolosi dellorto di papà è da provare!!!bacione

Marilì di GustoShop ha detto...

Ciao Ondina, goditela questa vacanza, questa regione meravigliosa con i suoi vini insuperabilmente originali. Mi raccomando torna con qualche bottiglia, my dear !!!

Carla ha detto...

Ciao Onde!
Ma che bello vai in Alsazia? poi ci racconterai vero?

Per la quiche ho tutto in frigo e stasera la faccio pechè è molto invitante!

Fai una bella vacanza :-)

Carla ha detto...

L'ho fatta ed è buonissima!

Nanny ha detto...

Ti aspettiamo con tante foto e anche qualche ricetta del posto ;)

Wennycara ha detto...

Quanto mi dispiace non averti salutato in tempo :\
I miei auguri te li mando ugualmente, con tutto il loro ritardo: buone vacanze!!!

baci, a presto,

wenny

VerdePomodoro ha detto...

ehi ehi ehi.... ma sei ancora in vacanzaaaaaaaaaaaaa!!!! non è mica giusto!!!! :)

Mirtilla ha detto...

davvero una meraviglia!!!
colorata e gustosissima!!
baci

lenny ha detto...

Sono tornata alla normalità da poco e solo oggi leggo delle tue vacanze: non posso che inviarti i miei saluti virtuali e telepatici, sperando che ti raggiungano.
Ci si rilegge al tuo ritorno che si preannuncia ricco di informazioni interessanti :))

soleluna ha detto...

In ritardo ma buone ferie...l'Alzazia è spettacolare divertiti...la quiche è golosissima da copiare al volo un abbraccio Luisa