05 nov 2009

Saor di Zucca con Uvetta e Nocciole

Foto 1089

Quando mi sento un po' sotto tono, ci sono poche cose che mi sollevano il morale quanto tornare a casa abbarbicata a una grossa zucca intera. Per la verità, ci sarebbero anche i blush di Chanel, ma, dato il costo, normalmente opto per la zucca.
Niente è più rassicurante della certezza che i grossi tranci arancio vivo, poggiati sul cestello della vaporiera e cotti per pochi minuti, si ammorbidiranno fino a poter essere schiacciati semplicemente con una forchetta e, ripassati in padella con un po' di burro, della panna e profumati con una grattugiata di noce moscata, daranno vita a un composto cremoso e denso.
Così, quando passando dall'ortolano ho visto queste grandi zucche verde bosco, con stupefacenti screziature aranciate, credo si chiamino zucche di Castellazzo, ma non sono sicura, non ho saputo negarmi il piacere di acquistarne una.
E, del resto, perché privarsene? Mangiare quello che la natura stagionalmente ci mette a disposizione è quanto di meglio si possa fare per il proprio organismo: se col freddo crescono broccoli e con il caldo pomodori una ragione c'è e la natura la conosce perfettamente, come sa perfettamente di cosa abbiamo bisogno per stare bene.
Tutto questo per dirvi che, non so voi, ma mangiare cibi di stagione mi fa sentire particolarmente a posto e in sintonia con il mondo: in questi giorni, ci siamo nutriti prevalentemente dei colori caldi della zucca, dei funghi selvatici e dei cachi e mi sento davvero bene.

Per immolare la mia zucca ho scelto una serie di preparazioni molto semplici, che ne esaltassero al meglio la dolcezza, più una un po' più elaborata, che è quella che vi propongo: la ricetta l'ho liberamente tratta da "Al forno" di Nicola Pavan, edito da Guido Tommasi; un libro fenomenale, ma che, come tutti i libri dedicati nello specifico a un metodo di cottura, ha il difetto di utilizzare lo stesso anche quando si potrebbero impiegare sistemi più rapidi: come da copione, ho cotto la zucca al forno, avvolta nella carta stagnola, per circa 1/2 ora, ma il risultato è stato identico a quello che avrei ottenuto lessandola brevemente a vapore.

Il saor è il condimento che l'accompagna, una salsa di cipolle e uvetta, cotte nell'aceto e nel vino e rese croccanti dall'aggiunta finale di un pugno di nocciole, che, con il suo gusto agro, si sposa perfettamente a quello zuccherino della zucca, dando vita a un contorno ricco e appagante, secondo me perfetto per accompagnare un arrosto semplice o con del lesso.

Foto 1067

Ingredienti:

  • 1 Kg circa di zucca, pesata con la buccia
  • 2 cipolle
  • 2 manciate di uvetta
  • 2 manciate di nocciole
  • 1/3 bicchiere di vino rosso
  • 1/3 di bicchiere di aceto bianco
  • sale
  • pepe
  • olio evo

Procedimento:

Tagliate la zucca a pezzi piuttosto grandi e fatela cuocere in forno a 180° per circa 1/2 ora, coperta di carta stagnola, oppure lessatela al vapore per 8-10 minuti.

Nel frattempo, fate appassire le cipolle finemente affettate con un filo d'olio e, quando saranno morbide, aggiungete l'uvetta, non precedentemente ammollata, il vino e l'aceto. Salate, pepate e fate cuocere per circa 20 minuti, mescolando di tanto in tanto, fino a quando la salsa non si sarà addensata. Mescolatevi le nocciole, quindi versate il tutto sulla zucca ormai cotta e lasciate riposare qualche ora, prima di riscaldarla e servire.

27 commenti:

eli ha detto...

UuuuH, non dirmi che sono il primo commento!
Che bella zuccona! e che colori!
Hai ragione le zucche mettono allegria anche se non sono Chanel ahahah!
Belli anche i colori della ricetta: il violetto della cipolla si sposa benisimo con il giallo caldo della zucca. (non posso fare a meno di notare il lato artistico dei piatti eheheh!)
Ciao Ondina e vista l'ora: buon appetito ;)

sabrine d'aubergine ha detto...

La zucca in saor non l'ho mai fatta, e questa è una bella scoperta. Non so dunque se il metodo di cottura sia così ininfluente rispetto al risultato. Ma io in genere preferisco la cottura in forno, perché mi pare che la zucca acquisti un sapore più intenso... Proverò comunque anche questa tua ricetta. Con piacere
Buona giornata,
Sabrine

Mariluna ha detto...

che bella quella zucca!!!!

sono latitante é vero e ti chiedo scusa, tanto quanto entro da te poi non esco facilmente ora vado a consultare gli arretrati.

Io le mie zucche le ho terminate ma faccio veloce a comprare ancora fino a che durano io compre!

Buona giornata

manu e silvia ha detto...

Sai quanto ci piace la zucca!! questa ricetta è fantastica: agrodolce e croccante! assolutamente da provare!!
bravissima!
un bacione

Nicole ha detto...

Mi hai fatto venire l'acquolina in bocca!!! Mi tocca precipitarmi alla ricerca (bè in questi giorni piuttosto facile) di una zucca e sperimentare!in realtà non la conosco molto come ortaggio, avendola scoperta l'anno scorso(si succede anche questo)e quindi rimango imbambolata davanti a tutte le preparazioni che l'hanno come ingrediente!Un bacione!aaah e se ti viene in mente qualche altra ricetta zuccosa io sono qua che aspetto e apprendo!

Micaela ha detto...

anch'io amo la verdura di stagione! questa è appunto la stagione o meglio il mese della zucca! l'unico lato negativo è che becco tutte quelle dure da pulire e ogni volta puntualmente mi taglio anche un dito! devo provare anch'io questa ricetta, ho ancora un pò di zucca in frigo.

Lo ha detto...

che bella quella zucca.ruogsa sembra una donna saggia...e bello questo piatto semplice m aricercato....come se il gusto dovesse andare a fare un pensiero per stare bene...
ovviamente sai che sono d'accordo con te sui cibi di stagione e capisco cosa vuol dire sentiri bene nel mangiarli...volevo solo dirti che nel mio post non avevo nessuna intenzione di mancare di rispetto a nessuno e nemmeno sbattere in faccia qualcosa...era una riflessione sul tempo e pensandoci ancora la cnsidererei una riflessione sulla qualità del tempo...ho scritto qualcosa anche di là...ti ringrazio per avermi lasciato il tuo pensiero! un abbraccio

il_cercat0re ha detto...

hai ragione, la zucca col suo colore solare tira su ed è l'ideale in questa stagione!

Mary ha detto...

Devo dire che la zucca non fa parte della mia cucina e pertanta non conosco questa ricetta ma sono certa che dev'essere una bontà!

paola ha detto...

Questa mattina...un po' sotto tono...mi sono recata dal mio verduriere di fiducia e ne sono uscita con zucca, broccoli, cachi, porri e castagne!!
Adoro i colori dell'autunno e pensare che una volta era la stagione che piu' detestavo!
Un abbraccio

Edi ha detto...

Soffermarsi ad osservare i colori dell'Autunno, le foglie ed i cachi, le castagne e le zucche è come una sorsata d'acqua di fonte. Anch'io, quando ho cotto la zucca, mi sono sentita particolarmente lieve come se per un istante avessi ascoltato la voce di questa stagione. Squisita!

dolci a ...gogo!!! ha detto...

un idea ondina davvero deliziosa e poi accompagnata da questa salsa ancora piu accantivante!!bacioni imma

Daphne ha detto...

Che buonoooo!Non conoscevo affatto questo piatto :)
Le uvette non le amo particolarmente..ma la zucca, quella dovrebbe essere di 4 stagioni!l'ADORO!baci ^_^

Simo ha detto...

Sai che anche a me la zucca fa un pò quell'effetto? Mi dà l'idea di comfort food, di casa, di buono...
Ne ho appena tagliata una enorme anch'io oggi...dono di una cara amica!

Mirtilla ha detto...

gran bella ricetta davvero!!
certo che la zucca si presta in cucina a 360°!!

lenny ha detto...

Adoro le zucche (anche se non sono riuscita ad acquistarne di così belle, come quella che hai immortalato) e preferisco, quando è possibile le cottura a vapore: in altre parole questa ricetta mi aggrada moltissimo :))
Simpatica la storia della marmellata a quattro mani: concordo sulla necessità dei pezzettoni ;))

Laura ha detto...

Che buona la zucca..io la mangerei in tutte le salse....ho anche adocchiato una quiche zucca e gamberetti niente male...

baci baci

Laura

Arietta ha detto...

Questa ricetta, Onde, capita quantomai a fagiolo! Ho dosi enormi di zucca che mi vengono fornite dai genitori del mio ragazzo e devo usarla in mille modi diversi ;-) Mi sto già studiando un libercolo che ho a tema, ma questa tua proposta mi piace proprio tanto...poi l'uvetta e le nocciole....mmmmm!
ps. io ieri sono tornata a casa abbarbicata a un sacco di mele cotogne....chi la spunta? ;-)

Onde99 ha detto...

Grazie mille e scusatemi se oggi non riesco a passare da tutti, ma sono un po' presa!
@ Arietta: mele cotogne? Sei coraggiosissima!!!

Luca and Sabrina ha detto...

La tua ricetta è particolarissima, non ne avevamo mai sentito parlare, ma a ben pensarci l'accostamento deve essere delizioso, ti dirò che sono molto curiosa di assaggiarla, anche se Luca, lui non ama la zucca!
Un baciotto e premio per te
sabrina&Luca

Wennycara ha detto...

Che simpatica la tua storia, mi par di vederti!
Sai, io non mangio molta carne, ma dato che questo tuo piatto mi invoglia parecchio e tu lo proponi come contorno per un arrosto, mi fai venir voglia di passar dal macellaio :)
buon fine settimana,

wenny

luna ha detto...

ciao ti ricordi di me? Vengo da Alf... questa preparazione è squisitissima e visto che adoro la zucca sono sicura che realizzerò la tua ricetta!
A Presto
Luna

Lauradv ha detto...

Quest'anno la zucca l'ho fatta poche volte! devo assolutamente rimediare! Un abbraccio Laura

tartina ha detto...

ondina! ma sai che il discorso che hai fatto sulla stagionalità di frutta e verdura, sul selanaturametteadisposizionequestiprodottiinquestoperiodounmotivopurcisarà l'ho fatto proprio oggi con mia mamma? infatti dobbiamo mangiare i prodotti di stagione :) io non ce la faccio a comprare zucchine o fragole ora!!!
a) chissà da dove provengono
b) tanto peggio se provengono dal congelatore
c) il gusto non è certo lo stesso di quello che hanno in estate, così come il colore e sicuramente le proprietà benefiche
d) costano troppo di più rispetto a zucca, cachi e compagnia bella
concordo pienamente con te, e al più presto mi faccio il tuo saor di zucca, che il saor non l'ho mai assaggiato e io, come te, la zucca la cuocio sempre al vapore :)
un bacione
*

Onde99 ha detto...

Grazie mille a tutti per la visita graditissima, spero di avere al più presto il tempo di ricambiare tutti. Un bacione

Saretta ha detto...

Dici bene mia cara:se seguiamo la natura ed i suoi ritmi non possiamo che sentirci in equilibrio!Forse i colori della verdura di questo periodo servono a contrastare il grigio delle giornate?DI sicuro sono benefiche!
bacione e complimenti per il piatto!

fiOrdivanilla ha detto...

"grossi tranci arancio vivo, poggiati sul cestello della vaporiera e cotti per pochi minuti, si ammorbidiranno fino a poter essere schiacciati semplicemente con una forchetta e, ripassati in padella con un po' di burro, della panna e profumati con una grattugiata di noce moscata, daranno vita a un composto cremoso e denso." hai detto poco.. già mi lasci una ricettina quasi! ;P bello ...

anche io opto sempre per carta stagnola e forno, per cuocere la zucca! ma noto che cuocerla nel microonde a pezzetti, coperta da pellicola per appena 4/5minuti, oppure a vapore, è la stessa identica cosa: Anzi, al microondemi piace ancor di più.

Ottimo l'abbinamento, no conoscevo questo condimento! salsa di cipolle e uvetta... ma che buona dev'essere!?!? cotte nell'aceto e nel vino poi! Chissà come ne esalta il profumo e il sapore... e le nocciole.. un tocco di sapore in più, un tocco di ricchezza oserei dire..