03 lug 2011

Saishikomi? No, Olio d'Oliva

... e noi che ci sforziamo tanto di cucinare con il matcha, disporre le nostre merendine nei bento e celebrare l'Hanami... 
Leggete qui: 

OLEIFICI MATALUNI - NIPPON, L’OLIO 100% ITALIANO CONQUISTA IL GIAPPONE
Il Presidente Haruki Kotera siglerà l’accordo il 13 luglio alla Camera di Commercio di Benevento


Parlerà 100% italiano l’Olio Dante che, a partire da luglio, sarà commercializzato dalla Nippon Flower Mills, grazie al più importante accordo a lungo termine sottoscritto da un’azienda meridionale per la distribuzione in Giappone di prodotti alimentari di alta qualità.
Il contratto tra gli Oleifici Mataluni di Montesarchio (Benevento) e la Nippon, uno dei più grandi canali giapponesi di distribuzione, sarà siglato il 13 luglio presso la Camera di Commercio di Benevento, alla presenza del Presidente Biagio Mataluni e del Presidente Haruki Kotera della Nippon Food, colosso asiatico che nel 2010 ha fatturato 2,1 miliardi di euro.
L’intesa prevede la commercializzazione in esclusiva dei brand degli Oleifici Mataluni, a partire proprio dalla celebre etichetta Dante, rilevata nel 2009 dal gruppo spagnolo Sos – Cuetara e tornata in Italia dopo 25 anni con una brillante operazione finanziaria. Un successo straordinario per l’azienda sannita che valorizza il Made in Italy e, allo stesso tempo, contribuisce a promuovere l’eccellenza agroalimentare dell’intero Mezzogiorno.
“E’ il coronamento di un lungo percorso – spiega Biagio Mataluni, Presidente Oleifici Mataluni – avviato tre anni fa con la Nippon, che ha voluto testare accuratamente i nostri prodotti ed esaminare lo stabilimento e le linee di produzione. Abbiamo iniziato a concepire ed approfondire il progetto commerciale nel 2008. L’anno successivo abbiamo adattato la produzione agli standard qualitativi richiesti dai giapponesi. Quindi, abbiamo deciso di dedicare una intera linea esclusivamente al Giappone, realizzando un packaging innovativo ed un blend di alta qualità. Infine, nel 2010 abbiamo avviato il test operativo sugli scaffali e collaudato la logistica in vista dell’approvazione definitiva. E’ stato un periodo propedeutico al contratto di esclusiva per la distribuzione dei nostri prodotti in Giappone – conclude Mataluni – e rappresenta anche la prima fase di un complesso e ambizioso processo di internazionalizzazione che stiamo affrontando”.
Proprio per il Giappone, il Centro di ricerca degli Oleifici Mataluni (riconosciuto nel 2010 dal Miur) ha ideato una speciale bottiglia in PET, più leggera del vetro e completamente riciclabile (compresi il tappo e l’etichetta), prodotta integralmente presso il complesso agroindustriale oleario di Montesarchio.

Gli Oleifici Mataluni, situati a Montesarchio (Benevento), rappresentano uno tra i più grandi complessi agroindustriali oleari del mondo e si estendono su una superficie di 160mila mq. Con 200 addetti (età media 29 anni) ed un Centro di ricerca riconosciuto nel 2010 dal Miur, l’industria Mataluni è senza dubbio la più importante azienda italiana nel settore oleario che racchiude l’intero processo virtuoso di filiera. In “private label”, produce oli alimentari per aziende leader della grande distribuzione organizzata italiana ed estera (Gdo). Gli Oleifici Mataluni sono proprietari di marchi storici come Olio Dante, Topazio, Oio, Gico, Alit, Lupi e Minerva, posizionandosi ai primi posti nello scenario distributivo domestico ed internazionale.


Fonte: Ufficio Stampa Oleifici Ma taluni

2 commenti:

Le ricette dell'Amore Vero ha detto...

wooooooow che bella collaborazione tra sud italia e giappone! un bacione e buona domenica!

sississima ha detto...

Accipicchia che collaborazione...buona serata CIAO SILVIA