05 set 2011

Penne con Pesto Piccante di Noci e Bottarga

Penne con Pesto Piccante di Noci e Bottarga

Da quando ho soperto la bottarga, sono rimasta vittima del suo incantesimo: ma quanto sarà buona? Versatile, delicata, credo proprio che d'ora in poi nel mio frigo non mancherà più. Tra l'altro ho scoperto che non è necessario grattugiarla manualmente, ma che si può inserire nel mixer, il che, magari, per gli appassionati, potrà anche sembrare un sacrilegio, ma per chi va sempre di fretta è una mano santa: questo pesto l'ho preparato in 5 minuti, prima di uscire per andare in ufficio e non dover perdere un quarto d'ora a disinfettarmi le mani con l'acido muriatico per eliminare l'odore di pesce è stato una gran comodità.
Al ritorno dalle vacanze, ci sono sempre tante cose da sistemare, da organizzare, bisogna rientrare in carreggiata per quello che è necessario e trovare il tempo di realizzare i buoni propositi, quindi cerco di ottimizzare: lessare i legumi in pentola a pressione mentre faccio colazione e spegnere il gas prima di uscire, terminando la cottura con il metodo passivo, lasciandoli coperti tutto il giorno; passare le verdure nel microonde mentre faccio la doccia, in modo da trovarle fredde e maneggevoli la sera, al momento di farcirle; frullare gli ingredienti per il pesto nei 5 minuti compresi tra l'uscita defintiva dal bagno e il momento di inforcare la macchina... piccole abitudini che sto cercando di prendere, per organizzarmi meglio e avere più tempo da sfruttare produttivamente... a volte mi sento il Bianconiglio di Alice e rimpiango di non avere il dono dell'ubicuità e la giornata di 48 ore, nonché dei tempi di recupero più brevi... ma voi quante ore dormite la notte, quanto spesso spolverate e quanto tempo impiegate a preparvi al mattino, insomma, non capisco se sono lenta o se voglio fare troppe cose...

Ingredienti:
Procedimento:
Lessate le penne in acqua salata, come indicato sulla confezione.
Nel frattempo, frullate nel mixer la bottarga preventivamente tagliata a pezzetti, le noci sgusciate e l'olio al peperoncino. Aggiungete l'olio extravergine in quantità sufficiente ad ottenere una consistenza cremosa. Non occorre aggiungere sale, perché la bottarga, in sé, è già piuttosto saporita.
Condite la pasta direttamente nei piatti, per evitare che, a contatto con il calore della pentola di cottura, il pesto perda parte dell'aroma.

32 commenti:

annaferna ha detto...

secondo me sei speedy-gonzales!!!!!!
Ma che altro vorresti riuscire a fare??
Non parliamo di ore di sonno che sono praticamente inesistenti! (eh che vuoi...l'età) ^_^
per il resto...io non amo molto la bottarga , ma forse xkè dove l'ho provata non l'hanno saputa servire bene, invece mi piace molto quella fresca che però mi ritrovo solo a disposizione raramente e grazie al capitano.
Ho visto che quella secca si vende in vasetti già grattugiata tu che ne pensi?
Visto che il pesto alle noci mi intriga magari potrei riprovare l'approccio...baci cara e buona settimana

Micaela ha detto...

anch'io cerco di ottimizzare i tempi anche se non sempre ci riesco...ci vuole organizzazione anche in questo! buonissima questa pasta, anch'io da quando ho scoperto la bottarga non ne posso più fare a meno, l'ultima volta l'ho comprata già grattugiata ma non è la stessa cosa! ottima l'idea del mixer!

Carolina ha detto...

Guarda Sere, il mio rientro a lavoro mi ha letteralmente sconvolta. Ho gli incubi la notte di tutto quello che avrei da fare, ma che non riuscirò mai e poi mai a mettere in pratica. Io sono libera la domenica e il lunedì e calcola che ieri la mattinata l'ho trascorsa tutta tra pulizie e lavatrici... Ma non si può! :_(

Sai che non ho mai assaggiato la bottarga? Però se mi dici così...
Buona settimana!

Mary ha detto...

Non cè che dire una pasta ricca e gustosa!

Vera ha detto...

Adoro la bottarga,la utilizzo spesso, rigorosamente di ottima qualità..è anche vero che qui da me (Sardegna), sono davvero squisite!;)
Solitamente prendo quella intera e la utilizzo a scagliette finissime,oppure la grattugio da me..ha un sapore più intenso e naturale di quella già grattugiata,che al contrario rimane leggermente più secca!!
Baci :)

Federica ha detto...

Prima o poi ti chiameranno la donna bionica! Sulle ore di sonno meglio stendere un velo...pietoso! La mattina sono speedy gonzales a prepararmi ma se solo riuscissi a fare la metà delle cose che hai in mente...Adoro la bottarga e ho una valanga di noci residue che chiedono soccorso. Mi piace questo suggerimento :) Un bacione, buona settimana

Amaradolcezza ha detto...

Mi piace tantissimo il pesto di noci.. un po' meno il piccante con tutto che ho origini calabresi :/ però lo proverò :)
buona giornata
Giulia

Elena ha detto...

Ciao Serena, ma sei una donna super organizzata. Io, sarà l'età che avanza, ma ho adottato un ritmo mooolto più lento. La casa è trascuratissima, dedico tutto il tempo che mi resta dopo il lavoro a cucciole e cucina e arrivo a sera stremata!

Benedetta Marchi ha detto...

sei davvero incredibile! Questo piatto è splendido. Niente da dire solo fantastica! un bacione carissima!

Simo ha detto...

Capisco la tua superorganizzazione, che trovo fondamentale e alla base di tutto per poter riuscire ad arrivare ad organizzare le giornate "comme il faut".
Purtroppo non amo la bottarga, ma l'aspetto del piatto è super-invitante....

Kitty's Kitchen ha detto...

Ciao Sere,
non me lo dire perché anche io anche sono da sindrome del bianconiglio...
Anzi le dritte che mi hai dato sono ottime devo prendere spunto. La cottura ad indizione è una bellissima idea.
La pasta? Squisita mi piace un sacco la bottarga.

dolci a ...gogo!!! ha detto...

Sono innamorata anch'io della bottarga subito dopo averla provata e sono sempre alla ricerca di ricette nella quale utilizzarla e questa Serena mi piace tantisssssssimo!!baci,Imma

sississima ha detto...

Anche io ho scoperto la bottarga soltanto 1 anno fa circa ma la adoro! Ottimo il tuo primo piatto, ciao SILVIA

Luca and Sabrina ha detto...

La bottarga...per tanti anni l'abbiamo snobbata, poi una volta ci siamo imbattuti in una ricetta che ci aveva colpiti, tra gli ingredienti c'era la bottarga, così la provammo e ne restammo conquistati. Il pesto che ci hai proposto è particolarissimo, un abbinamento che ci manca e che desideriamo provare anche noi, anche se mi sa che porteremo in tavola gli spaghetti.
Bacioni da Sabrina&Luca

Deborah ha detto...

La bottarga non l'ho mai provata...ne ho giusto un pò che proverò usando la tua ricetta !

Fra ha detto...

è hanno che cerco di fare petizione per allungare le ore della giornata ;) il mio problema è le troppo cose che vorrei fare e da quanto leggo mi sa anche il tuo...anche io ho la tendenza a cercare di ottimizzare i tempi...perciò strizzo l'occhio a questo tuo pesto davvero gustoso
Baci
fra

Acquolina ha detto...

per me sei bravissima a incastrare tutto anche durante la colazione! purtroppo il tempo è sempre poco quando si hanno tanti interessi!

Saretta ha detto...

IO sono una di quelle che è stata fulminata sulla via di damasco in tarda età dalla bottarga...e da allora mai più senza!E preferisco quella di muggine a quella di tonno.Detto ciò, la tua idea la copierò al più presto, mi piace da morire!
Per il resto...sei davvevro iperattiva per essere appena rientrata..Io sono lenta inq eusto periodo, forse è il caso che mi dia una svegliata.Però ieri sera ho messo ina mmollo i legumi, forse sono sulla buona strada;)
Bacioni

giulia ha detto...

Se mi garantisci che la bottarga e' cosi' buona mi sa che mi tocchera' provarla...magari con un bel piatto di pasta, come te, chnon guasta mai!!

elenuccia ha detto...

Io sono una terribile dormigliona e se non dormo almeno 7 ore a notte il giorno dopo sono uno straccio. Non so come tu faccia a organizzarti così bene....io non ci riuscirei mai...e infatti arrivo a sera avendo fatto un decimo delle cose che avrei voluto fare :(

Cristiano ha detto...

complimenti. ottima ricetta
ciao cris

Serena ha detto...

Grazie a tutti, passerò presto a trovarvi!

Ribes e Cannella ha detto...

sai che io ancora non l'ho provata mai? semplicemente perchè ancora non mi è apparsa davanti agli occhi!! però questa tua pasta mi sembra davvero golosa! Buona serata, un abbraccio!

Sara @ Fiordifrolla ha detto...

No, non sei affatto lenta, anzi, ti dico che a leggere come sei organizzata in confronto io mi sento una lumaca! Non impazzisco per la bottarga, ahimé, però mi sa che R. invece ne andrebbe pazzo, quindi quando mi chiederà qualcosa con la bottarga saprò cosa fargli :)
Un bacione :*

Milen@ ha detto...

Io con i miei tempi da bradipo non faccio testo e mi piacerebbe prendere esempio da te ...
Mi hanno regalto la bottarga quest'anno e l'ho amata da subito :D

lucy ha detto...

non mi parlare di incastri di tempo perchè si può dire vivo con il cronometro!interessantissima ricetta con la bottarga!

Le Temps des Cerises ha detto...

Ma quanto ti capisco! io ogni settimana metto la sveglia dieci minuti prima, e mi sembra sempre di non riuscire a fare nulla... grazie per la ricetta, sono tornata dalla Sicilia con chili di bottarga e questa pasta la proverò presto.
Camy

Valentina ha detto...

quante ore dormo di notte...non so, con il tempo tendo a dormire di meno e sono solo a 34...cosa succedrà poi??? meglio non sapere...
questa bottarga così ben accostata mi piace molto e la proverò!
ciao, Valentina

Sabrine d'Aubergine ha detto...

Serena? Posto che adoro la bottarga, non è tanto e solo il tuo fantastico condimento a colpirmi: quanto la tua capacità organizzativa! Ho sempre sostenuto che cucinare si può, sempre, basta sapersi organizzare: e tu l'hai dimostrato in questo post. Ti ho immaginata in versione trottola e ho sorriso.
Un caro saluto,

Sabrine

Gio ha detto...

eccomi di ritorno!
mi è mancato il tuo blog! :)
adoro a bottarga e questa pasta è davvero golosa :P

Giada ha detto...

Sono una fan della bottarga e questo abbinamento mi manca! Una delizia

Silvia & Olivia ha detto...

Ciao, Olivia (si si...)VUOLE lo scolapasta sullo sfondo!!Dimmi che la posso accontentare! Grazie...:-)