24 ott 2011

Spaghettoni con Fonduta di Zucca allo Zafferano e Amaretti


Spaghettoni con Fonduta di Zucca allo Zafferano e Amaretti

Zucche, zucche e ancora zucche, sapeste quante ne ho in casa... almeno una volta alla settimana, torno a casa con una zucca diversa e le tengo a giro per le stanze tipo decorazione country chic.
Lo sapete, perché sono quattro autunni che ve lo ripeto: la sola vista di una zucca mi infonde buonumore e spesso quando sono triste me ne regalo una supplementare, da tenere sulla scrivania dell'ufficio, per rallegrarmi. 
Quest'estate, in Puglia, i parenti di Topy me ne hanno regalata una enorme, tipo 12 Kg, loro la buttavano via... roba da matti! L'ho caricata nel bagagliaio che era appena venata di arancio e l'ho coccolata finché la scorza non ha preso il colore dei boschi in autunno. A quel punto l'ho aperta, spaccata letteralmente in due con un colpo di coltello: era burro, da come si affettava e si pelava facilmente... e ne sono uscite meraviglie profumate dolci e salate di tutti i generi.

Spaghettoni con Fonduta di Zucca allo Zafferano e Amaretti

Prima ancora dell'idea (che trovo di una genialità imbarazzante) delle chips di zucca, naturalmente l'ho inaugurata con una vellutata filante di gustoso pecorino stagionato e una sbriciolata di amaretti (un'idea rubata dal menu di un bistrot del centro di Firenze, a cui ho scattato una foto qualche settimana fa. Sì, intendo dire che ho scattato una foto al menu esposto fuori, perché? Spesso rubo anche direttamente quelli appoggiati sui tavolini, c'è qualche problema?) e l'abbinamento mi è piaciuto così tanto che ho deciso di replicarlo in versione più asciutta per condire questi favolosi spaghettoni, uno dei tanti formati di pasta proposti dalla premiata Benedetto Cavalieri, un'azienda che, personalmente, prima di aderire a questo contest, mi era totalmente sconosciuta. Beh, dopo averla assaggiata, credo che approfondiremo il dialogo, vista la festosità del piatto a cui ha dato vita, con la sua consistenza ruvida e compatta, che si lascia delicatamente abbracciare dalla crema di zucca, intervallata dallo scrocchio dolce degli amaretti.
Vi pare un filino fuori di testa? Pure a Topy, solo che poi si è lamentato che era "un po' pochina".
Spaghettoni con Fonduta di Zucca allo Zafferano e Amaretti

Ingredienti:
Procedimento:
Un'ora prima di preparare il condimento mettete i pistilli di zafferano in infusione in una tazzina di acqua bollente.
Affettate finissimamente la cipolla e dadolate la zucca, fate sciogliere il quadrotto di burro di cacao, quindi aggiungete la cipolla e fatela dorare. Unite la zucca e lasciatela cuocere finché non si sarà ammorbidita, aiutandovi, se necessario, con l'aggiunta di un mestolino di acqua o brodo. Frullate il tutto a crema. Sbriciolate il formaggio (o dadolatelo finemente, secondo la consistenza), pestate il pepe lungo e mescolateli alla zucca, quindi filtratevi anche l'acqua dell'infusione di zafferano. Tenete in caldo. Fate cuocere la pasta secondo le istruzioni sulla confezione, quindi distribuitela nei piatti e conditela con la crema di zucca. Ricordate che la pasta Benedetto Cavalieri non deve essere saltata in padella, per non perdere consistenza, ma condita direttamente nelle fondinte. Sbriciolate sopra ogni porzione gli amaretti e servite.

NB: Una parola sul burro di cacao utilizzato per il soffritto: quando ho visto questa strana confezione di quadretti simili al cioccolato bianco mi sono alquanto stranita, ma, leggendo l'informativa acclusa, mi sono persuasa a provarlo, trovandomi davvero bene: privo di colesterolo, di derivati animali e con un punto di fumo più alto di tutti gli altri grassi per cottura, il burro di cacao garantisce rosolature e cotture a regola d'arte, senza appesantire il piatto e senza alterarne il sapore. 
Mi sento di consigliarvelo, anche solo per la curiosità di provarlo: so che in Italia si preferisce l'olio d'oliva e si condanna ogni altro tipo di grasso, ma sapete che ultimamente si sono levate (da fonti assolutamente disinteressate) delle voci fuori dal coro che hanno evidenziato la necessità, per l'organismo umano, di differenziare anche la provenienza dei lipidi, per beneficiare delle piccole diversità in termini di apporto vitaminico tra l'uno e l'altro? Quindi, porte aperte a una base che fa bene e, oltretutto, mi semplifica la vita!

35 commenti:

raffy ha detto...

un piatto da svenimento... solo a guardare mi viene fame!!! bravissima tesoro, sempre di più...

dolci a ...gogo!!! ha detto...

Si tesoro è decisamnete tempo di zucca ed io ne sono strafelice perche l'adoro e sono sempre alal ricerca di idee gustose per preparala e questa è decisamente una meraviglia!!!Baci,Imma

annaferna ha detto...

ciao cara Serena
trovi in me un'alleata per quanto riguarda l'apporto allegro che danno le zucche!!!
ti rubo la ricetta !!
baci e buona settimana

Mary ha detto...

Un piatto molto invitante!

lucy ha detto...

ti ci immaghino a caricarti la zucca a te che poi piace tanto!!!anche io avrei fatto lo stesso, quest'anno che più che mai l'adoro.ti rubo sicuramente la ricetta!

kristel ha detto...

La fonduta di zucca non me la posso proprio far scappare. Ma é una genialata!!!! Ho uan zucca a casa, da provare assolutamente. Buona settimana :)

Benedetta Marchi ha detto...

anch'io faccio le foto ai menù ;) Questo piatto mi incuriosisce moltissimo..ho tutto nella dispensa quindi mi sa che oggi provo :) un abbraccio carissima!

Vera ha detto...

è proprio tempo di zucca..non utilizzo spesso quest'ortaggio ma vedo che fioccano ricette ovunque,dovrò sbizzarrirmi anch'io!!
Buona giornata ;)
Vera

Ribes e Cannella ha detto...

sai che adoro la zucca e questo piatto è davvero invitante! grazie per l'idea del burro di cacao, non lo conoscevo :) buona giornata, a presto :*

sulemaniche ha detto...

mi sembra una vera bomba! geniale, piacevole...ho una zucca giust'appunto x provare questa bontà e ho pure un contest a cui invitarti se ti va!

Manuela e Silvia ha detto...

Ciao! giusto ieri abbiamo preparato un primo piatto di zucca, ma invece degli amaretti abbiamo scelto un ingrediente più caratteristico....! fantastica la fonduta di formaggio!!!!!
bacioni

Carolina ha detto...

Zucca e amaretti è un connubio approvatissimo nelle preparazioni dolci. Adesso non mi resta che provarlo nella sua versione salata. Buoni gli spaghettoni!
Hai trascorso un buon fine settimana?
Un bacio.

Mascia ha detto...

Questo primo piatto già lo adoro, come se lo avessi assaggiato !!!

Atmosfera Italiana ha detto...

Perfetta come sempre ...è un piacere rileggere una tua ricetta ...riesci sempre a far la differenza complimenti per l'abbinamento, meritevole :-)))

Mau ha detto...

Wow! Io sono incredibilmente incuriosita da questo piatto, mi piacerebbe un sacco provarlo! Ma dovrò allontanare Lele da casa, oppure farlo mangiare bendato :D

viola ha detto...

il burri di cacao? lo voglio provare assolutamente, guarda a questo punto sono curiosissima, ma chissà se lo trovo a breve
In quanto all'accoppiata zucca e amaretti la adoro da sempre e sono una fanatica dei tortelli di zucca :D
Ora mi rimangono gli spaghetti per diventarne totalmente dipendente. sappi che avrei delle responsabilità in tutto cio' :D
Un bacio

meggY ha detto...

Più che fuori di testa mi sembra geniale!
Sluuuurpy, vorrei proprio assaggiarli questi spaghettoni!Inoltre che figata il burro di cacao a quadretti, devo assolutamente provarlo!!!
Mille baci

Serena ha detto...

Grazie a tutti: per il burro di cacao, credo si possa acquistare on line sul Venchi Shop, non so se sia già in commercio nei supermercati, ma posso informarmi.
@ Atmosfera Italiana: il piacere è mio, nel leggere un vostro commento nel mio blog!
@ Carol: bellissimo, grazie, un weekend perfetto come solo le campagne toscane in autunno possono regalare. Ho anche pensato a te e al tuo contest... E tu?

Romy ha detto...

Idea ottima quella del burro di cacao da cucina! Mi incuriosisce tantissimo...Zucche e zucchette, se ti può consolare, sono sparse anche qui a casa mia, e per quanto riguarda il fatto di rubare idee e menu...io sono una maga! Fotografo ogni cosa, appunto su pezzi di carta, tovaglioli ( pure sulla mano!! ), e cianciuco tutto quel che leggo nel registratore del telefonino, tipo spia del KGB...;-P

Saretta ha detto...

Forse è per lo stesso motivo che tengo due zucchette diverse nel cestino?Anch'io amo troppo la zucca!Mi sarei sentita come Alice con una zuccona da 12 kg..e devo dire che questa pasta la adoro solo a guardarla!Non vedo l'ora di vedere che altre prelibatezze hai creato.Quanto al burro di cacao, davvero interessante.Giusta anche la chiosa finale.
Baciotto

Giada ha detto...

Ecco, io che impazzisco per tutto cio' che riguarda la zucca con questo piatto mi stendi!!!! (sopratutto ora che devo pranzare)
=).
baci

Acquolina ha detto...

mi piace la zucca e con gli amaretti è una fissa, buonissimo primo!!!
ciao

Simo ha detto...

Molto intrigante ed interessante questo piattino...Sere, è vero, riesci sempre a fare la differenza con i tuoi accostamenti originali e particolarissimi!
Bravissima!!!
Un abbraccio...e spero di riuscire a scriverti in settimana.....

Vevi ha detto...

Chi sono i pazzi che la buttano???? :) Io la userei ovunque, ne ho giusto una aperta in frigo pronta per tutte le preparazioni possibili, anche se siamo solo in 2 e pesa 4 chili!!! :)

Detto questo l'idea degli amaretti nella pasta è geniale e la copierò! ;) Bravissima!

Vevi :)

Amaradolcezza ha detto...

a me piacciono tantissimo i ravioli con la zucca e gli amaretti..
non mi resta che provare i tuoi spaghetti :)

un bacio

Claudia ha detto...

Io invece ad esser sincera, per quanto mi piaccia un sacco la forma ed i colori della zucca, non ne amo molto il sapore, ma non posso negare che questo gran bel piatto di pasta mi ispira e non poco! Eh si, ormai ci sono abituata alle tue ricette...sono così speciali e ben presentate che riescono a conquistarmi anche quando prevedono cibi che di solito detesto! Sei incredibile Sere! Un abbraccio!

Micaela ha detto...

Sei fortissima, anche a me piacciono molto le zucche, non solo come cibo ma anche come oggetto d'arredamento, qui se ne vendono tante anche solo ornamentali che a dire il vero non ho mai capito se si possono anche mangiare o meno per cui non le ho mai comprate. Comunque questo piatto dev'essere buonissimo, qui l'abbinamento della zucca con gli amaretti è molto diffuso e seppur insolito mi piace molto...

Sara @ Fiordifrolla ha detto...

Gli spaghettoni sono un formato che amo molto! So bene del tuo amore per le zucche, ogni volta che ne compro una ti penso ;) Un abbraccio.

Melagranata ha detto...

Ecco un'altra ricetta deliziosa: mangerei zucca ogni giorno!Ho conoscito la pasta Benedetto Cavalieri due anni fa, in Salento per una vacanza estiva. Sono passata dal loro pastificio, a Maglie...e ne sono uscita con 70 kg di pasta!! La migliore che io abbia mai mangiato! Cucinata così deve essere una goduria!
Patrizia

Serena ha detto...

Grazie a tutti!
@ Micaela: no, le zucche ornamentali non si possono mangiare, sono tossiche, fai attenzione!!!!

eli ha detto...

Non so cosa non mi piace fra le produzioni vegetali dell'autunno!
La zucca è sicuramente al primo posto! seguita da castagne, caki, funghi.
Ricetta favolosa!

Fabrizia Spinelli ha detto...

gnam..che bontà, una ricetta da provare!!
Dai un’occhiata al mio blog, e se ti piace seguimi, mi farebbe davvero molto piacere, ti aspetto!

Cosa mi metto???

Le Temps des Cerises ha detto...

Anche io adoro le zucche, e questa pasta mi fa venire una voglia...

Claudette ha detto...

Risotto, zuppa, crema, purè, sformato con la zucca: li ho provati tutti con grande soddisfazione; mi mancano i ravioli (non ho il coraggio e il tempo) e una pasta: la tua devo provarla di sicuro!
Claudette

Al Cuoco! ha detto...

Ho visto la tua foto nella galleria di Atmosfera Italiana e mi ha molto colpito. Bellissimo il tuo blog :)
ciao :))