04 nov 2011

Strudel di Zucca Hokkaido con Speck e Pecorino

Strudel di Zucca con Speck e Pecorino

La zucca hokkaido con la quale ho realizzato questo strudel era bellissima. 
Era piccolina, con la scorza di un bell'arancio vivo, perfettamente ovale, sembrava un lampioncino di quelli che si vedono appesi agli alberi nella scena finale di ogni avventura di Asterix, quella del banchetto. 
Alla figlia della mia amica, evidentemente, invece, è sembrata una palla da rugby, quindi, con una forza impensabile in una bambina di un anno e mezzo, l'ha raccolta dalla cesta e ha improvvisato un match nella mia cucina.
Mi sarebbe piaciuto molto mostrarvi una foto della mia zucca hokkaido, ma dopo la fine del primo tempo è risultata molto ammaccata. E io che pensavo di scavarla e usarla come zuppiera per il risotto che avrei fatto con la polpa...
Quindi niente foto (vi regalo comunque quella di un'altra zucca, scattata al mercatino delle zucche di domenica scorsa) e niente risotto, ma un ottimo strudel. Il ripieno, non so perché, sembra in technicolor, ma vi giuro che non ho fatto alcun ritocco, il colore era questo.

Strudel di Zucca con Speck e Pecorino

Ingredienti per la pasta tirata:
Ingredienti per la farcia:

Procedimento:

Impastate tutti gli ingredienti per la pasta tirata e lasciate riposare a temperatura ambiente.
Nel frattempo mondate la zucca, riducetela a cubotti molto piccoli, affettate la cipolla e dadolate lo speck.
Mettete il tutto a rosolare in una padella con il Burro di Cacao e cuocete finché la zucca non si sarà ammorbidita. Fate raffreddare completamente, quindi stendete la pasta a uno spessore molto sottile su un telo infarinato. Terminate di stirarla con le mani, finché non sarà ridotta a un velo, cercando di darle una foggia più o meno rettangolare. 
Distribuite il contenuto della padella ormai freddo sulla sfoglia, lasciando uno spazio lungo i bordi e cospargetela di dadini di pecorino. Arrotolate lo strudel molto strettamente, lungo il lato corto, aiutandovi con il telo, e poggiatelo in una pirofila rivestita di carta speciale.
Fate riposare in frigo per almeno 1 ora. Questo passaggio è molto importante per restituire elasticità alla sfoglia, affinché non si rompa in cottura.
Preriscaldate il forno a 180°, quindi introducetevi lo strudel appena estratto dal frigo e cuocete finché la superficie non sarà dorata.

NB: mi rendo conto che questa sembra la settimana dei rotoli: ho pubblicato tre ricette di fila a base di cose che si arrotolano :-) Vabbè, la prossima settimana cambiamo argomento!

20 commenti:

annaferna ha detto...

ciao Serena
arrotolando arrotolando ^_^ mi gusto anche questo strudel e ringrazio la "campionessa" di rugby grazie alla quale ci hai deliziato con questo strudel technicolor!!
bacio e buon w.e.

dolci a ...gogo!!! ha detto...

Bella questa zucca tesoro ma lo sai che nn la conoscevo o meglio i tipi di zucca che usiamo in cucina sono tanti ma i nomi nn li conosco affatto e poi che dire dello strudel....saporitissimo!!!bacioni,Imma

Anonimo ha detto...

Io non dico niente, ok? ;D
Ma sono l'unica persona che non riesce a trovare la zucca Hokkaido? Ma tu dove la prendi a Firenze?
Buon weekend,
Caro

Ribes e Cannella ha detto...

Sarà anche la settimana dei rotoli, ma son uno più bello dell'altro! Peccato che questo tipo di zucca qui da me non l'ho mai vista..
Buon fine settimana, un bacione :*

Morettina ha detto...

Ciao cara buongiornooooo.... mamma mia che bontà...deve essere star buoooona !!!!!!
Un bacione grande

Simo ha detto...

ma guarda che proprio non ci annoiano gli arrotolati, sai?!
Foto davvero incantevole...
...acquolina a mille....
Buon fine settimana, baci

meggY ha detto...

Neanche a me gli arrotolati dispacciono, se poi sono golosi come i tuoi :) Ottimo questo in versione arancio, anch'io zucca&speck oggi!Baci

Kitty's Kitchen ha detto...

Che bello questo strudel.
Fa capolino dalla scatola e sembra proprio dire "mordimi"! MMMH!
Usare la zucca come zuppiera è un idea che mi piace un sacco sarà per la prossima hokkaido!

Saretta ha detto...

La Hokkaido è davvero graziosissima, peccato che qui la trovi raramente...Mi soiace x l'ammaccatura ma, almeno hai fatto felice una pupetta ;)
Un avolta ho fatto una torta salata con questo ripieno e confermo l'assoluta bontà!
bacione

elenuccia ha detto...

Vedi gia' a un anno e mezzo la bimba e' affascinata dalle zucche...diventera' sicuramente una food-blogger :))

Micaela ha detto...

sarei curiosa di vedere la zucca Hokkaido.... chissà che carina!!! questo strudel veramente ha dei colori bellissimi... e poi perchè mai dovresti cambiare argomento... io adoro i rotoli!!!

giulia ha detto...

Non ho mai visto la zucca Hokkaido, penso proprio che dovro' cercarla e provarla!! Ottimo strudel, davvero favoloso!!

Titti ha detto...

Ciao Serena!! Evvai con le ricette arrotolate :) sono tutte così belle e buoneeee :) bacioni

MONIA ha detto...

Che delizia! brava!!!!!!! ;-)))

Ely ha detto...

e tu arrotola arrotola che noi apprezziamo, splendido ripieno e splendido colore davvero! molto affascinante! un bacione e buon w.e.

amarituda ha detto...

in cerca di ispirazionie sono passata dalle tue parti :)
non è la prima volta che ti leggo...forse la prima che mi paleso :)
piacere di conoscerti!

Milen@ ha detto...

Non ti fermare: amo zucche, rotoli e strudel in ordine sparso ....

Alessandra ha detto...

Mi piace, magari senza speck per me che sono vegetariana, ma per il resto bella idea :-)

Ciao
Alessandra

Le Temps des Cerises ha detto...

Eè proprio vero, questo strudel è un tripudio di colori, immagino il gusto! le tue ricette rotolose sono stupende
Camy

Giada ha detto...

con tutta la zucca che ho mi sa che prendero' spunto, mi piace molto l'idea di uno strudel con la zucca!