26 set 2012

Caramel Cappuccino Brownies


Caramel Cappuccino Brownies

Tovaglietta e tazza Green Gate
Cucchiaini in porcellana Easy Life Design

Di ricette di brownies ce ne sono una quantità, credo, pressoché infinita, ciononostante, dopo averne sperimentata una assolutamente fallimentare, molti, davvero molti anni fa, avevo deciso di non fidarmi più di nessuna. Anche se tutte quelle che avevo trovato si differenziavano moltissimo da quella incriminata, che, a rileggerla con l'esperienza di oggi, era evidentemente, già a occhio, la ricetta di una torta al cacao, avevo perso la fiducia nella realizzabilità dei brownies nella mia cucina.
Cioè, sapevo che nella mia cucina possono prendere vita diverse cosette interessanti e che esistono ottimi brownies home made, ma mi ero convinta che le due cose non potessero coesistere.
In Irlanda ho ingurgitato quotidianamente brownies con grande metodo, almeno finché, alle Aran, non ho scoperto l'esistenza della lemon tart e ho deciso di concentrarmi esclusivamente su quella, ne ho assaggiato una pessima versione al Costa Cafè dell'aeroporto di Mars Alam, infine ho pensato che, se quello che cercavo era un brownie scioglievole, peccaminoso, assolutamente salutare per il mio umore e altrettanto nocivo per le mie coronarie, forse, a una ricetta di Nigella Lawson potevo accordare una possibilità.
Ecco. Devo ammettere che questi brownies sono un filo troppo burrosi, persino per me, diciamo che se dovessi rifarli (cosa che reputo più che probabile) utilizzerei 120, forse 110, gr di burro, anziché 150, ma mai e poi mai rinuncerei ad aggiungere come ho fatto, una cucchiaiata di caffè.
E qui ne approfitto per sfatare un mito: ho sempre letto che nei dolci si poteva usare il caffè solubile o, in alternativa, l'espresso (intendo una tazzina di caffè già fatto), ma che, in questo secondo caso, il sapore sarebbe stato meno marcato. 
Bugia: nei dolci si può utilizzare anche direttamente il caffè in polvere, quello per fare l'espresso, se nell'impasto è presente un'adeguata quantità di liquidi si scioglie. 
Così, se non hai l'abitudine di comprare il caffè solubile (io sinceramente ne tengo sempre un barattolo in casa, ma capisco che in Italia non sia molto comune), ora sai che non lo devi acquistare apposta per fare dolci al caffè.

Ingredienti:
Procedimento:
Fondi a fiamma bassa il burro e i due cioccolati, fuori dal fuoco aggiungi il caffè, lo zucchero e mescola bene per scioglierli. Polverizza le noci e le mandorle e uniscile al resto del composto, quindi incorpora le uova.
L'impasto avrà una consistenza simile a quella della maionese. Versalo in una teglia di 20x20cm, foderata di carta speciale o, se non ce l'hai, in sei stampi da minicake.
Inforna a 180° e controlla spesso: i brownies saranno cotti non appena la superficie si sarà solidificata. Estraili subito, al fine di conservare l'interno morbido e "coulant".

23 commenti:

Ribana Hategan ha detto...

Una vera delizia! Complimenti!
Ciao

Mary ha detto...

Favolosi da leccarsi le dita!

Anonimo ha detto...

Pensa che io non li ho mai fatti! Nemmeno i classici. Adesso vado a nascondermi però...
Buon mercoledì,
Caro

Dolci a gogo ha detto...

E' un periodo che vedo in giro un bel po di brownies ed ogni volta mi viene una voglia di addentarli come i tuo che trovo davvero deliziosooooooo e poi ai 2 cioccolati ancora piu godurioso!!Baci,Imma

Simo ha detto...

tesoro, ma anche tu eri a Marsa Alam questa estate (convinta fossi stata solo in Irlanda!)...ma quando?!
Magari ci siamo incontrate senza saperlo!!!!!
Io adoro i brownies ma li faccio pochissimo perchè ho sempre timore nell'usare così tanto burro, sob!
baciotti e buona giornata

Micaela ha detto...

ecco, era meglio se non passavo di qui :-P
Solo il titolo mi fa venir voglia di provarli, per non parlare dell'interno "coulant"...

celeste ha detto...

Peccaminosi deliziosi brownies... son buoni in tutti i modi, hai fatto bene a provare a rifarli, perchè son di una soddisfazione incredibile. I tuoi poi, così neri e invitanti, son davvero da acquolina in bocca. Brava Serena, e grazie per la dritta del caffè. Io in genere non lo amo molto nei dolci, ma forse in questo abbinamento sta divinamente.

Isabeau ha detto...

Devi sapere che spesso quando trovo una nuova pasticceria o anche pub che propongono il brownies io lo devo ordinare e provare, e ho ormai stilato una lista dei posti dove so di trovarne di buoni, cremosi dentro e con quella bella crosticina all'esterno. I tuoi mi sembrano splendidi....quando passo a provarli?

Federica ha detto...

Ho capito che dovrò rivedere il mio programma "brownies" per il fine settimana! Questi mi sembrano decisamente meglio di quelli che avevo in lista!!! Grazie per la dritta del burro :)
Un bacio, buona giornata

lucy ha detto...

che buoni c he sono e io amo molto il caffeè danno energia!

SQUISITO ha detto...

deliziosi!
alla prossima cara!

Kittys Kitchen ha detto...

Buongiorno tesoro,
io prendo il caffè solubile solo per fare i muffin al caffè! :)
La dritta che potrei usare caffè normale mi piace molto e la prossima volta provo.
Brownie di nigella già mi suona altamente peccaminoso, e dalla foto sembra proprio di quelli scioglievoli e deliziosi. Mi viene voglia di farli molto presto. Baci

eli ha detto...

Ho mangiato dei brownies americani, ma avevano la farina e assomigliavano a delle tortine compatte. Questi così fondant...è la prima volta che li vedo e devo provarli. Probabilmente con tutto quel burro saranno stati più buoni il giorno dopo...se ci sono arrivati ihihihihi!

Ileana Pavone ha detto...

Golosiii!! Ok io non vado troppo d'accordo con il burro.. ma questi brownies sono una tentazione irresistibile!

Stefania Orlando ha detto...

Ecco, non mi sono mai azzardata ad usare l'espresso in polvere nei dolci...ma se lo dici tu mi fido.
Questi sono bellissimi!

Saretta ha detto...

Io ero una che disdegnava l'espresso a favore di Nescafè solubile a litri...da quando ho detto addio alla carne, ho smesso anche col beverone, concedendomi se proprio il caffè d'orzo(solubile e non)Non ti nascondo che ho sempre amato più l'aroma del caffè che il suo gusto.Nei dolci fa eccezione, lo adoro!
io l'ho usato spesso il caffè liofolizzato e mi ono sempre trovata benone ;)

Valentina ha detto...

Quest'estate ho convinto mia mamma a fare i brownies, mi parevano azzeccatissimi come dolce per un pic nic con amici. Già tagliati e solo da mordicchiare, meglio di così!
ma...sono andata ad occhio e la teglia si è un po' marmorizzata, senza parlare della glassatura che non è venuta come dico io.
Quindi, io dico che se finalmente hai beccato la ricetta giusta tienila ben stretta e aggiusta il burro come dici tu, tralasciando le mille versioni che ci sono in giro. Quando li faccio la prossima volta vengo a sbirciarti!
a presto,Vale

Tina/Dulcis in fundo ha detto...

li adoro Sere ma per la presenza del burro in quantità industriali li faccio poco...hanno un aspetto delizioso,assaggio uno da te :F baci,buona giornata:)

sississima ha detto...

ad un brownies non si dice mai di no...un abbraccio SILVIA

Claudette ha detto...

Hai ragione: un dolce così è salutare per l'umore e non si può rifiutare (anche se fianchi e girovita ne risentono, insieme alle coronarie!)
Claudette

Vaty ♪ ha detto...

ciao Serena,
ma certo che ogni tua immagine è una cartolina!
questi brownies, posizionati così e corredati da questi accessori con colori che spaccano lo schermo.. sono ancora più buoni!
sono troppo burrosi?? allora.. ARRIVO IOOO! :-)
ps anch'io il caffe solubile ce l'ho sempre (in thailandia l'espresso è roba da privilegiati).
un abbraccio cara e grazie per il bellissimo commento dell'altro giorno.
purtr sono un pò presa e non sempre riesco a fare il giro dei blogger che amo di più :)
vaty

Acquolina ha detto...

hanno un aspetto così cioccolatoso, e l'aroma di caffè ci sta benissimo, anch'io ho il caffè solubile per i dolci ma proverò anche quello in polvere! ciao :-)

Elena ha detto...

Interessante l'uso degli albumi nelle quiches, non ci avevo mai pensato ;)