03 ott 2012

Some Kind of Simnel Cake




Simnel
Cake

Cominciamo col dire che:

  1. Il Simnel Cake è una torta di frutta di origine anglosassone, tradizionalmente preparata in occasione della festa della mamma, che in Inghilterra cade durante la quaresima
  2. Più tardi si è diffusa l'abitudine di servirla il giorno di Pasqua
  3. Il vero Simnel Cake deborda di frutta disidratata ed è ricoperto da uno spesso strato di marzapane, graziosamente drappeggiato, su cui posano 11 ovetti, sempre di marzapane, a simboleggiare gli 11 apostoli (Giuda viene escluso)
E dopo questa lezione di folklore/religione, precisiamo che
  1. siamo agli inizi di ottobre
  2. non sono cattolica
  3. non avevo frutta disidratata, ma ero piena di uva, canditi e infusi alla frutta con pezzi di vera frutta.
  4. detesto le decorazioni poshy
Lascio giudicare a te, leggendo la lista degli ingredienti, se è il caso di proporre un dessert del genere in primavera o se non è infinitamente più adatto ad essere appoggiato su una catasta di libri impilati accanto al divano, in una piovosa domenica d'autunno.

Simnel
Cake

Ingredienti:
Procedimento:
Lavora a crema il burro con il miele e l'aroma agli agrumi, amalgama le uova, quindi unisci la farina, il lievito e le spezie. 
Una volta ottenuto un composto omogeneo, incorpora la frutta, l'infuso, i canditi e il marzapane dadolato. 
Versa in una tortiera da 20 cm di diametro, imburrata e infarinata, e cuoci a 180° per circa 35-40 minuti. 
Data l'alta concentrazione di frutta e l'imprevedibilità del comportamento dei forni, soprattutto in presenza di un impasto molto umido, ti consiglio, comunque di controllare la cottura con uno stuzzicadenti dopo i primi 25'.

Lascia raffreddare la torta completamente prima di sformarla, quindi decora con zucchero a velo alla cannella, realizzato con 
Simnel
Cake

30 commenti:

Ileana Pavone ha detto...

A me questa torta piace tantissimo e mi piace nella tua versione, l'uva poi ci sta troppo bene!

Ribana Hategan ha detto...

Per me questa torta ci sta in qualsiasi periodo del anno ma anche a qualsiasi ora della giornata...semplicemente deliziosa!
Complimenti!

Saretta ha detto...

Ne scopro sempre una nuova...belli gli 11 apostoli, hihihi!
Bel risultato cmq, brava

Dolci a gogo ha detto...

Io direi tesoro che è perfetta cosi e la trovo molto piu goduriosa dell'originale:D!!Bacioni,Imma

Anonimo ha detto...

Nonostante il mio anno londinese, scopro adesso questo dolce. La vecchiaia avanza inesorabilmente...
Buon mercoledì,
Caro

Manuela e Silvia ha detto...

Molto ricercata per gli ingredienti quesa torta! come è normale nasce per una festa e poi si trasforma in altro...
Sembra ottima anche la tua versione!
baci baci

Mary ha detto...

Non conosco questa torta ma la tua ha un'aspetto a dire poco invitante!

Serena [verdepomodoro] ha detto...

decisamente perfetto per una uggiosa domenica pomeriggio a sorseggire the e leggere libri, in full immersion. Io credo che ogni stagione ha il suo dolce, e questo dolce è autunnale, assolutamente! rendiamogli giustizia...

Federica ha detto...

Non conoscevo questo tipo di torta né la sua tradizione ma devo dire che le tue variazioni me la rendono assai più gradita dell’originale. In primavera non la vedo male ma in questa stagione la trovo molto più adatta per scaldare una fredda giornata insieme ad una bella tazza di tisana calda :) Quell’infuso alla banana split m’ha stesa! Un bacione, buona giornata

Martina ha detto...

Davvero particolare questa torta.. avendo dell'ottima uva nera da poco raccolta mi cimenterò di sicuro a farla!

UnaZebrApois ha detto...

ecco. Il punto 4 (detesto le decorazioni poshy) è il mio preferito!!!!E sì...leggerisssssssimamente autunnale questa torta!!!!Eccome se ce la vedrei benone in piena tempesta accompagnata da ottime letture *__*

SQUISITO ha detto...

Una ricettina davvero interessante!
complimenti!
felice giornata!

Alijna ha detto...

Mi ha ricordato questa http://omindipanpepato.blogspot.it/2010/11/dundee-cake.html

Una ricetta che ho slavato sul mio computer e che non ho ANCORA fatto...
Eppure sia per questa che per l'altra torta ho perfettamente in mente il sapore che devono avere.
Complimenti davvero e...finalmente qualcuno che usa la frutta disidratata che io adoro.

lucy ha detto...

facciamo che l'abbiamo un po'italianizzata e la dedichiamo ai nonni che era ieri la festa?! in ogni caso e'deliziosa!

Tina/Dulcis in fundo ha detto...

decisamente meglio dell'originale,il tuo zampino ha fatto miracoli...bacioni:)

eli ha detto...

Una delizia decisamente autunnale, ma la vedo molto bene anche a Natale! (sarà per il marzapane??)

Micaela ha detto...

non conoscevo la storia di questo dolce, dev'essere proprio buono! che bello il copritorta bianco!!

sississima ha detto...

grazie per averci fatto conoscere questa tradizione e soprattutto questa squisita torta!! Un abbraccio SILVIA

Vaty ♪ ha detto...

Sei simpaticissima serena!! Ma che Tortina e tazzine poshy ;-)

elenuccia ha detto...

Ma com'è che quando vengo da te finisco per sentirmi un'ignorante? mai sentito parlare di questo dolce...e questo un po' mi irrita :)
quindi non mi resta che provarla anche se a giudicare dagli ingredienti non sembra proprio light :D

Claudette ha detto...

D'accordo con te sull'eliminazione della copertura con il marzapane...
Avrei bisogno di un poneriggio di vero autunno, libero da impegni, per sedermi tranquilla a gustarne una fetta.
Claudette

Tortino al Cioccolato ha detto...

concordo, questa delizia si gusta sul divano mentre fuori piove...e con una bella tazza di tè bollente!

Le Temps des Cerises ha detto...

Non conoscevo assolutamente questa torta, la tua versione è decisamente invitante...me la segno subito!
Camy

celeste ha detto...

Direi divano, film lunghissimo tipo il signore degli anelli versione lunga, plaid sulle gambe in un pomeriggio piovoso, tazzona di the aromatizzato -senza zucchero!- e fettazze di torta a go go!

Valentina ha detto...

non conoscevo questa torta della tradizione anglosassone ma mi sembra ottima...perfetta per il the delle cinque! Un bacio cara

edvige ha detto...

Molto interessante la ricetta ed anche il blog penso di esservi giunta tramite un commento su blog di amici in comune ma dirti quale...non sono una foodblogger pura ma qualcosa assieme ad altri interessi ci sono. Buona giornata ciaooo

CarlottaD ha detto...


A me questa torta pare perfetta per questo periodo. Preparo il tè?

Gio ha detto...

eh eh eh adoro i tuoi commenti :)
con tutte le variazioni apportate è sempre un'ottima simnel :P

Riso Mandorlino ha detto...

Ciao Serena, non conoscevo questa torta...come la vedo bene accanto ad una bella tazza di tea!! E l'idea di mettere la frutta secca dalla tisana mi piace moltissimo. Grazie e piacere di averti conosciuta, un salutino Lys

valentinagustodivino ha detto...

mmmm mi sembra buonissimo e tu sei molto ironica!Complimenti