05 ott 2012

Lumaconi con Zucca Acciugata, Pistacchi e Uva Confite


Lumaconi con Zucca
Acciugata, PIstacchi e Uva Confite

Mi piacerebbe poterti raccontare che questa ricetta, in netto contrasto con il titolo surreale del post, nasce da un'accurata riflessione su accostamenti di sapori, colori e consistenze.
Invece no.
Nasce dal mio risveglio di sabato scorso, in totale stato confusionale, dalla mancanza del tempo necessario ad andare a fare la spesa, dall'assenza di qualsiasi tipo di formaggio nel frigorifero e, forse sì, da una qualche subconscia reminiscenza dei miei tentativi autoanalitici attraverso la scrittura per libera associazione di ispirazione dadaista.
Insomma, non avevo dormito bene, aspettavo degli amici per un caffè a metà mattina, volevo fargli trovare la casa in ordine, mi aspettava, nel pomeriggio la riunione condominiale (che in realtà ho boicottato a favore di una siesta rigenerante) e avevo una mezza crisi di nervi.
Il mio delirio cubista è risultato sorprendentemente gradevole, soprattutto per quanto riguarda la canditura al forno dell'uva, realizzata con la stessa tecnica e più o meno la stessa ricetta che utilizzo per i pomodori confits e certamente da riproporre in un risotto o in accompagnamento all'arista. 

Lumaconi con Zucca
Acciugata, PIstacchi e Uva Confite

Ingredienti:

Procedimento:
Elimina il raspo dell'uva e disponi gli acini in una teglia, in un solo strato. Condisci con l'olio, la cannella, lo zucchero, il vincotto e il sale e inforna a 180° per almeno 30 minuti. Lascia la teglia in forno, finché non sarà completamente freddo (in questo modo eviterai di doverlo tenere acceso per troppo tempo e l'uva appassirà naturalmente; l'ideale sarebbe infornare la teglia con l'uva mentre cuoci qualcos'altro).
Nel frattempo tosta i pistacchi in una padella senza grassi e pestali grossolanamente nel mortaio.
Monda la zucca e riducila a cubotti.
Scalda la pasta d'acciughe con un filo d'olio e il peperoncino e, quando si sarà formata una crema densa, unisci la zucca e falla stufare, eventualmente aggiungendo una mezza tazza d'acqua o di brodo, per 10 minuti.
Aggiungi l'uva ormai candita.
Cuoci la pasta secondo le istruzioni sul pacchetto e saltala con il condimento.

16 commenti:

Ileana Pavone ha detto...

Sai che quell'uva mi incuriosisce tantissimo? Oltre a tutto il piatto, ovviamente :D

Anonimo ha detto...

Quando ho letto "lumaconi" mi è preso un po' male, ma poi è apparsa la foto! :D
Questo bel sughetto mi ispira moltissimo. Brava Sere.
Buon fine settimana,
Caro

Dolci a gogo ha detto...

Sai che le ricette piu buone nascono proprio quando apri il frigo e metti insieme un piatto cosi all'impronta e il tuo è decisamente moooolto accattivante!!!bacioni,Imma

Francy in cucina ha detto...

Evviva la fantasia! In cucina la cosa piú bella é creare. Brava!

lucy ha detto...

ebbene l'improvvisazione alle volte fa creare piatti ottimi.buon week!

Federica ha detto...

Beh, meno male che eri in stato confusionale! E' stata una "confuzione" molto positiva :) Quell'uva candita mi ha messo una curiosità alle stelle e se ha l'effetto dei pomodorini confit...prevedo dipendenza! Un bacione, buon we

elenuccia ha detto...

Mi piace questa idea dell'uva confit. Stanno cominciando ad arrivare i grappoli di uva fragola del mio papy e ogni siggerimento su come usarla mi fa proprio comodo.

Manuela e Silvia ha detto...

Ciao, davvero spettacolare questa pasta! Un connubio di sapori che saremmo davvero curiose di provare e il risultato è pure una pasta dai colori caldi autunnali! La zucca è un ingrediente che amiamo molto..non mancheremo di provare la tua ricetta!
bacioni

Vaty ♪ ha detto...

mi sono rivista nelle tue righe: io la mezza crisi di nervi ce l'ho non solo di sabato mattina (e alle riunioni condominiali non ci vado mai . già nella vita "litigo" con le controparti, figurati se mi devo far vedere aggressiva dai miei vicini.. loro che si immaginano la classica thailandesina pacifica e sottomessa ;-)
detto questo, complimenti al tuo genio cubis-culinario.
sei fortissima Sere, adoro seguirti in queste instinto-ricette.
vaty

Saretta ha detto...

E' dal caos che nasce l'ordine no?E guarda qui cosa mi hai scodellato, brava!
Mi piacciono moltissimo gli accostamenti dolci e salatai, qeusto è un bel quadro autunnale :*

eli ha detto...

Meno cose si hanno in dispensa e più si diventa creativi!
Quell'uva li...mi sa che è buona anche da spiluccare da sola!!
Mix dolce e salato da provare!!

Claudette ha detto...

La crisi di nervi del sabato mattina? assicurata quando nelle mie pulizie generai arrivo al fatidico "punto di non ritorno", anche se io ho la fortuna di non dover partecipare alle riunioni condominiali. Ugualmente è certo che il pranzo del sabato è sempre una sorpresa e frutto di estemporanee improvvisazioni, a volte riuscite, altre volte meno....
Claudette

SQUISITO ha detto...

wow, uno spettacolo di ricetta!
complimenti!
felice we

Gio ha detto...

Cioè io quando ho mezza crisi di nervi e poco sonno alle spalle produco un toast con la marmellata ( e manco lo tosto che in quei momentitutto mi sembra inutile) e tu che fai?'L'UVA CONFIT.. Ti ammiro tanterrimo =)) Buona buona buona pasta!!

Simona la golosa ha detto...

Buono, un altra idea per cucinare la zucca (che io adoro)!

Lefrancbuveur ha detto...

Autunno=zucca e poi con quei bei lumaconi ;)