02 gen 2013

Bûche de Noël


Bûche de Noël

So che è un po' tardi per pubblicare il Bûche de Noël, ma per noi è una tradizione prepararlo per il pranzo di Natale e di farlo prima per postarlo in tempo affinché tu potessi riprodurlo proprio non me la sono sentita.
Credo che, ormai, siano almeno 20 anni che lo realizzo per festeggiare con la mia famiglia e tutti se lo aspettano, al punto che, nell'unica occasione in cui ho osato proporre qualcos'altro, sono stata "aspramente redarguita". Non c'è niente di peggio che dare a chi ti circonda una buona abitudine :-)
Per la verità, la base del mio bûche cambia ogni anno, ho preparato la versione classica, un pan di spagna farcito con crema pasticcera bianca, la versione alle castagne e il classico rotolo con crema spalmabile alle nocciole e cioccolato, ma la decorazione e l'effetto estetico quelli devono essere: un ceppo grossolano, ricoperto di crema al cioccolato rigata a imitazione delle venature del legno e riccamente decorato con motivi boschivi interamente commestibili.
Quest'anno ho voluto sperimentare una base di frutta cotta nel the, ispirata al tipico dolce natalizio anglosassone, che è stata molto apprezzata, soprattutto da chi ha avuto la fortuna di accaparrarsi gli avanzi e mangiarlo all'indomani, a due giorni, quindi, dalla cottura.
Per questo ti consiglio, come nella migliore tradizione britannica, di infornarlo almeno tre-quattro giorni prima e decorarlo all'ultimo momento, per dare modo al composto di frutta e aromi di amalgamarsi.
Intasca la ricetta ed estraila in tempo per il prossimo Natale.

Bûche de Noël

Ingredienti per la base:
Procedimento:
Porta l'acqua ad ebollizione e versala sulle foglie di the. Copri e lascia in infusione per 20 minuti. Metti tutti gli ingredienti, tranne la farina e le uova in una casseruola capiente e fai sobbollire per venti minuti, mescolando di tanto in tanto.
Fai raffreddare completamente prima di amalgamare le polveri e le uova.
Versa il composto in uno stampo da cake foderato di carta forno e cuoci a 160° per circa 30, 40 minuti, finché uno stuzzicadenti inserito al centro dell'impasto non esce asciutto e pulito.
Fai raffreddare, sforma e taglia in diagonale le estremità corte del cake, per formare un trapezio ottusangolo.

Ingredienti per la crema:
  • 175 gr di preparato per crema pasticcera Rap (Novaterra Zeelandia)
  • 500 ml d'acqua
  • 3 cucchiai di cacao in polvere
(oppure una dose di crema pasticcera al cacao preparata con la tua ricetta preferita)
Procedimento:
Prepara la crema pasticcera al cacao e aromatizzala con l'arancio. Lasciala raffreddare e addensare prima di decorare il dolce: spalmala su tutta la superficie, quindi appoggia sul lato superiore i due ritagli, componendoli uno contro l'altro in modo da formare un parallelepipedo rettangolo, e ricopri anche quelli con la crema. 
Riponi in frigo per un paio d'ore, poi, aiutandoti con i rebbi di una forchetta, disegna su tutta la superficie delle venature ondeggianti, che ricordino quelle di un tronco.

Ingredienti per la decorazione:
Fondi 10 gr di cioccolato nel microonde e usali per spennellare l'interno dei cannoli. Metti questi ultimi in freezer, insieme al resto del cioccolato.
Cospargi un lato del tronco di pistacchi, a simboleggiare il muschio, e distribuisci su tutta la superficie le bacche di goji e lo zucchero al limone, per l'agrifoglio e i cristalli di ghiaccio. 
Estrai i cannoli dal freezer, riempili con un cucchiaino di crema pasticcera al cacao avanzata dalla decorazione precedente e disponili a lato del ceppo, leggermente sovrapposti.
Togli dal freezer anche la tavoletta di cioccolata e, utilizzando una mandolina, ricavane delle scaglie, da spolverare su tutto il tronchetto e attorno, sul vassoio, per simulare il terriccio.




Bûche de Noël

Abbiamo accompagnato il nostro bûche con un brindisi insolito, non il classico spumante dolce, che avrebbe soffocato gli aromi, ma un Cartizze Zardetto, da uvaggi Glera, vendemmiati manualmente, profumato e floreale, ma sapido a sufficienza da ripulire la bocca dal carico speziato del dessert.

11 commenti:

Mary ha detto...

Ciao ma non è mai tardi per pubblicare una bella ricetta.

Dolci a gogo ha detto...

Tesoro lo sai che questa versione del tronchetto non la conoscevo?? Di solito ho sempre fatto la base per il rotolo ed invece questa mi ispira molto di più e poi non è mai tardi per questa visione!! Bacioni,Imma

Araba Felice ha detto...

Molto diverso da quelli che conoscevo...bella variante.
E ancora auguri!

eli ha detto...

Vero che è una bûche...ma dopo Natale basta cambiarle forma eheheheheh!

si hai ragione quanto alle tradizioni gastronomiche, io non riesco più a liberarmi dal paté di lenticchie a Natale, se non lo faccio mi guardano storto! ahahahah!

Tortino al Cioccolato ha detto...

complimenti è veramente bellissimo!

edvige ha detto...

Favoloso una versione inusuale del tronchetto di Natale secondo me meno stuccoso del solito me lo segno grazie e buon anno.

lucy ha detto...

vedo che anche tu hai iniziato l'anno con dolcezza...speriamo ci porti bene!

Elena ha detto...

Non aspetterò il prossimo Natale per sperimentarlo ma coglierò al volo la prima occasione domenicale... anch'io ho fatto sempre il rotolo variando l'interno...questa variante con derivazione anglosassone mi ispira non poco!!!!

sississima ha detto...

meravigliosamente goloso, io non l'ho mai preparato, mi è venuta l'acquolina in bocca!! Buon Anno, un abbraccio SILVIA

Lefrancbuveur ha detto...

Auguroni Serena!!!

❤♧Habanero♧❤ ha detto...

grazie per la ricetta :)