26 mar 2013

Tiroler Merende - Part II: Kraminwurtz

Kaminwurst


Come ti avevo promesso la scorsa settimana, in attesa di perdermi di persona in quei posti mozzafiato, oggi ti porto virtualmente con me un po' a spasso per rifugi e ti faccio assaggiare, purtroppo sempre virtualmente, una delle secondo me migliori specialità che compongono la Tiroler Merende: il Kaminwurz.
Il Kaminwurz è un delizioso salume, generalmente di suino (ma ne esistono anche versioni ovine o realizzate con la cacciagione), macinato a grana grossa, condito con sale, pepe, aglio e kummel, quindi insaccato in salamini di una quindicina di centimetri, dall'aspetto vagamente simile a quello di un sigaro, e sottoposto ad affumicatura, che in passato avveniva all'interno del camino di casa, di qui il nome "kamin". Questo processo ha la funzione di attribuire al Kaminwurz il suo tipico sapore, simile a quello dello speck, ma con note decisamente meno "boschive" e più "cinerine".
A me piace molto mangiarlo semplicemente affettato a rondelle un po' alte, con una fetta di pane di segale, ma lo utilizzo volentieri anche in cucina, come ingrediente alternativo allo speck nella preparazione del cavolo brasato, al quale regala un gusto assai più ricco e gradevole.
Anche se è un po' invernale, visto che per ora le temperature non accennano a risalire, ti lascio lo stesso la mia ricetta preferita.

Ingredienti:

  • una presa di bacche di ginepro 
  • una cipolla
  • una carota
  • un cavolo cappuccio
  • olio extravergine di oliva qb
  • una presa di kummel
  • 2 cucchiai di concentrato di pomodoro
  • una tazza di brodo
  • 1/2 bicchiere di aceto di mele
  • Kaminwurz tagliati a rondelle
  • sale
  • pepe
Procedimento:
Pesta le bacche di ginepro al mortaio e mettile da parte.
Affetta la cipolla a rondelle e la carota a dadini.
Taglia in due il cavolo cappuccio, elimina il torsolo e ricavane delle listarelle sottili.
Rosola la cipolla, la carota, il ginepro e il kummel. Aggiungi il cavolo e fallo appassire. Occorrerà un sacco di tempo, sarà necessario rivoltare le listarelle più e più volte, quindi armati di pazienza e pensa al risultato.
Quando il cavolo sarà tenero aggiungi il concentrato di pomodoro e amalgamalo bene. Versa il brodo, l'aceto e il Kaminwurz, mescola bene, abbassa la fiamma, copri e lascia cuocere per circa un'ora.

10 commenti:

elenuccia ha detto...

Si vede che devo ancora studiare la guida...non sapevo di questo palazzo della secessione. Appena letto il tuo commento sono andata a vedere, sembra davvero delizioso. Non me lo faro' scappare

Federica ha detto...

Scambio una merenda a suon di muffins per una a suon di pane e salamino :)
Bella nota di gusto al cavolo cappuccio. Un bacione, buon pomeriggio

Simona ha detto...

moooolto interessante............ma qui in lombardia dici che lo trovo il suddetto salamino?!

Serena ha detto...

Grazie a tutte!
@ Simona: è sufficiente cliccare sul link, puoi ordinarlo on line, come anche tante altre specialità tirolesi

Mariangela Circosta ha detto...

Sarà meraviglioso!!!!! Amo i salumi, li mangerei anche a colazione

Manuela e Silvia ha detto...

Seppur virtuale, ma viaggio e conoscenza interessante questo salume! decisamente ricercato nel sapore e ottimo il modo in cui suggerisci di prepararlo!
un bacione

PS: aspettiamo le prossime news!!

Ketty Valenti ha detto...

Indubbiamente deve essere molto saporito,anche noi consumiamo queste specialità prodotte al sud,magari avranno più o meno lo stesso gusto.
Z&C

sississima ha detto...

vado matta per i salumi ma questo proprio non lo conoscevo, ora devo acquistarlo, sono curiosa di sapere che sapore ha, un abbraccio SILVIA

Elena ha detto...

In principio non riuscivo a pronunciare il nome di questa salsiccia ma quando hai fatto notare che il nome deriva da camino..!!! Accipicchia, lo sai che da quando ho scoperto il kummer grazie a te ora lo metto dappertutto???

Blogger ha detto...

SwagBucks is a very popular get-paid-to site.