01 mag 2013

Un Sogno diventato Le BonTon

Le Bon Ton

La scorsa settimana, alla Mostra dell'Artigianato, un evento secolare che si tiene annualmente a Firenze, ho avuto la possibilità di conoscere LeBonTon”, un nome suggestivo e rétro dietro al quale si celano tre splendide donne. E il loro sogno, un sogno che, con grande coraggio e carica positiva, hanno realizzato, sigillandolo con la loro creatività, il garbo innato che le contraddistingue e, soprattutto, con la grande amicizia che le unisce: "Francesca ed io ci siamo conosciute da bambine, eravamo insieme durante il terremoto dell' '80" mi racconta Vittoria, volto sorridente, solare. "Da adulte ci siamo accostate e appassionate al cake design e abbiamo pensato di applicarlo alle miniature, un'idea che poteva sembrare folle per il grande, minuzioso lavoro che richiede: il guadagno potrebbe non coprire le spese."
Ma la passione che le infiamma e che risplende attraverso i loro occhi non ha lasciato che queste perplessità iniziali sbiadissero le loro ambizioni: Laura, Francesca e Vittoria svolgono per buona parte delle loro giornate un lavoro "normale", ma quando escono si precipitano in laboratorio, si armano di strumenti di precisione e cominciano a creare confetti personalizzati, torte mignon ammantate di festoni di pasta di zucchero e biscotti decorati, che talvolta riuniscono in confezioni garbate, di gran gusto.
Le loro realizzazioni sono una festa di colori, un'esplosione di gioia. 

Le Bon Ton

Ma la lungimiranza di queste tre ragazze non si ferma qui: Vittoria è fondatrice della sezione di Salerno dell'AIL e ha combattuto a lungo affinché anche la sua città disponesse delle strutture adeguate per curare i pazienti affetti da leucemie, senza costringerli ad allontanarsi da casa, aggiungendo trauma a trauma.
Quelle di LeBonTon sono bomboniere solidali "di default", non sta al cliente scegliere o meno se devolvere una parte della spesa in opere di bene, al contrario, l'acquisto prevede già in partenza il versamento di una percentuale del ricavato all'AIL.
"L'idea - riprende Vittoria, evidentemente incaricata di "coccolarmi" - è quella di creare un network votato al matrimonio solidale", una rete di professionisti del wedding (fotografi, sarti, catering... ) che devolvano una quota del loro introito all'Associazione, in modo che siano gli sposi stessi a poter dare alle loro nozze un tono etico. 

Le Bon Ton

La maestria di queste donne è stupefacente, puoi giudicare da sola da questi pochi scatti e direttamente sul loro sito Confettiamo o, meglio ancora, sulla loro pagina FB, ma ciò che davvero mi ha sorpresa è la loro grinta, il loro coraggio di mettersi in gioco, malgrado il momento poco incoraggiante, tutte doti rarissime e che le hanno premiate con una serie di risultati gratificanti, ma che, sicuramente, rappresentano solo una piccola parte di quello che meritano.

Le Bon Ton

E che auguro loro con tutto il cuore, lo stesso che loro hanno messo nell'accogliermi, nel parlarmi di loro e nel prepararmi una spettacolare sorpresa personalizzata.

Le Bon Ton


9 commenti:

Dolci a gogo ha detto...

Tre ragazze è un sogno...e chi ferma le donne quando vogliono raggiungere un obbiettivo e loro ci sono riuscite,complimenti!!!Bacioni,Imma

eli ha detto...

Creazioni davvero deliziose!
Complimenti :)

Loredana ha detto...

Creazioni stupende!!! :)

Maura ha detto...

che cose deliziose!

lucy ha detto...

bellissime crerazioni.complimenti davvero!

celeste ha detto...

Cavoli che creazioni!! Quest'anno me la son persa la Mostra dell'artigianato, l'anno scorso però ci ho lasciato quasi 300 euro...

Elena ha detto...

Donne unite dal terremoto dell'80, l'Ail di Salerno, la mia città, io non le conoscevo e ti ringrazio per questo post...mi collegherò al loro sito, cercherò di saperne di più...inoltre queste sono le storie che mi piacciono e che caricano dentro ciascuno di noi...bravissima Serena...hai fatto ancora una volta centro!!!

eve ha detto...

meravigliose!

IsabelC. ha detto...

Veramente belle queste torte! Eleganti e curatissime!
Complimenti davvero