08 ott 2014

Festa del Latte a Malga Fane - Chapter V


Questo sarà l’ultimo post dedicato alle giornate trascorse in Alto Adige in occasione della Festa del Latte.

Un po’ mi dispiace, perché è stato bello condividere qui le emozioni regalatemi da questa esperienza e chiudere il reportage è un po’ come ammettere anche con me stessa che devo archiviarla tra i ricordi.



Dopo tanto nutrimento per il corpo, è stato bello salutarci con un’attività quasi spirituale: una semplice passeggiata nei boschi strutturata, però, come un percorso Kneipp, con tratti di cammino a piedi scalzi, per riscoprire il contatto diretto con il terreno umido e freddo e sollecitare i meridiani, semicupi nell’acqua gelida di una fontana in alta quota, brevi sessioni di esercizio fisico


La nostra “guida” ci ha fornito, nel corso dell’escursione, anche tante utili nozioni sulle proprietà delle erbe spontanee, di cui spesso dimentichiamo le virtù curative, pure così evidenti nelle loro segnature.




Preferirei non soffermarmi troppo sulle sensazioni che questo percorso (nel senso materiale e mistico del termine) mi ha risvegliato, perché sono molto personali. Posso soltanto permettermi di consigliarti di avvicinarti, con cautela e nel rispetto delle tue credenze, a una qualche forma di pratica olistica che rinvigorisca l’interconnessione tra mente e corpo o, quantomeno, di ricavarti di tanto in tanto, un po’ di tempo tutto per te, da trascorrere in solitudine nella natura, cercando di cogliere i messaggi che l’ambiente circostante ti trasmette.





Però, però, però. Questo è un food blog, lungi da me trasformarlo in un ashram, quindi concluderei in bellezza con qualche scatto del gustoso pranzo che abbiamo consumato al termine del percorso, in un rifugio celebre per l’enorme varietà di canederli proposti nel menu, ma anche per i ricchi taglieri (la tipica merende tirolese) e gli ottimi strudel artigianali.




6 commenti:

Dolci a gogo ha detto...

Che meraviglia queste foto tesoro regalano un senso di pace assoluta e poi adoro i boschi,il verde,le montagne...loveeeeeee!!baci,Imma

elenuccia ha detto...

Sono ritornata in montagna questa estate per qualche giorno dopo circa 20 anni che non andavo e mi sono sentita rinata e piena di energia. Non sarei piu' voluta andare via. Ho pensato a quanto sono stata stupida a non cercare di godermi quella meraviglia piu' tempo possibile. Assaporare il silenzio in mezzo alla natura e' una specie di miracolo

eli ha detto...

Lunedì ero a Genova, c'era una bella mostra di Frida Kahlo da andare a vedere...ma c'era una brezza dolce e tiepida, il luccichio del sole sul mare, il molo galleggiante di porto antico che dondolava piacevolmente, non ho più avuto voglia di chiudermi nel museo! la natura ha avuto la meglio, sono rimasta pigramente li a farmi cullare dal dondolio, dall'aria, dal sole e dal rumore del mare.
Ogni tanto fa bene riprendere i contatti con madre terra!

Emanuela Calciati ha detto...

Grazie Serena per queste sensazioni che ho provato a leggere questo post...
Armonia, leggerezza e tanta luce.. per non parlare delle bontà che sai sempre creare.. Abbracci

Ely Mazzini ha detto...

Anche a me dispiace che questo è l'ultimo post dedicato ai tuoi giorni trascorsi in Alto Adige, grazie Serena, ti ho seguito con piacere!!!
Bellissimi gli scatti e quei canederli fanno golaaaa!!!
Buona serata...

Voyance mail ha detto...


Congratulations for your excellent work and give us the opportunity to 'hang' Smart!
voyance gratuite par mail