06 ott 2014

Fusilli Integrali fatti in casa con sugo di Salsiccia Piccante rapidissimo


Questo non sarà un post che pretende di insegnarti come fare la pasta in casa.
Questo post è dedicato al mio compagno, alla persona che mi ha tenuto la mano per dieci anni e che ha continuato a tenermela anche quando era ruvida, fredda e non ricambiava la stretta.
M non è la mia vita, non è giusto che nessuno si faccia carico di questa responsabilità, ma è ciò che mi tiene attaccata ad essa, anche quando mi faccio così evanescente da scomparire avvolta in una nube priva di spessore, anche quando la realtà mi sfugge di mano.
Non so perché abbia cominciato a fare esperimenti sulla pasta fatta in casa, la sua spiegazione è stata “mi va”. M fa le cose perché gli va di farle o perché deve, non mette secondi fini nelle sue azioni, non si pone sfide o obiettivi che vanno al di là del risultato tangibile, niente del suo agito si può riportare a disfunzionalità o pulsioni inconsce. Se è nervoso per motivi lavorativi, è nervoso per motivi lavorativi, non perché identifica nel suo capo la figura materna. Se è felice perché il tramonto ha dipinto il cielo di colori bellissimi, è felice perché il cielo ha colori bellissimi, non perché crede, al di là delle nuvole infiammate dagli ultimi raggi di sole, di vedere Dio.
Io invece in quel casino infernale che ho trovato in cucina quando mi sono svegliata, la farina ovunque, la tavola invasa di nidi di tagliatelle e mille vassoi impilati, ho letto di più di “per pranzo pasta fresca”. Ho letto “ci sono”.
Ci sono anch’io. 


Ingredienti:
  • 1 kg di farina integrale (Antiqua Tipo Integrale) + quella necessaria per l’asse
  • due cucchiai di olio extravergine d’oliva
  • 500 ml di acqua ca.

Procedimento:
Impasta tutti gli ingredienti per formare un panetto omogeneo e facilmente lavorabile e suddividilo in due parti.


Procedimento per le tagliatelle:
Stendi l’impasto a uno spessore di circa 1 mm e taglialo in strisce di 4-5 mm di larghezza. Cospargi di farina ogni striscia realizzata e adagiala su un piano, anch’esso infarinato, raccogliendola “a nido”.

Puoi anche disporre allo stesso modo le tagliatelle su vassoi da riporre in freezer: una volta congelate completamente, potrai raccoglierle nelle apposite buste, per occupare meno spazio.


Procedimento per i fusilli:
Preleva dal resto dell’impasto delle piccole porzioni e forma con esse dei cilindri non troppo sottili. Arrotolali a spirale attorno a uno spiedino e sfila delicatamente quest’ultimo, poggiando rapidamente i “fusilli” sul piano di lavoro infarinato.

Per la conservazione e la congelazione, procedi come per le tagliatelle.


Ingredienti per il sugo:
  • 2 salsicce toscane
  • 1/2 bicchiere di vino rosso 
  • 2 vasetti di sugo pronto con aglio e peperoncino (Inaudi)

Procedimento:

Sbriciola la salsiccia direttamente nella padella e falla rosolare senza aggiungere grassi. Quando sarà diventata rosea, sfuma con il vino, alza la fiamma per farlo evaporare e unisci il contenuto dei vasetti.
Fai saltare la pasta (noi abbiamo scelto i fusilli) in questo condimento.

Visto che l'insieme non è troppo piccante, rifacendomi anche a un articolo comparso su Sale&Pepe di Ottobre, riguardo agli abbinamenti tra vino e peperoncino, che, contrariamente a quello che pensavo (accostamento obbligato con bianchi morbidi, ricchi di glicerina) lascia ampio margine alla sperimentazione, ho pensato a un vino rosso, che sostenesse l'impronta della salsiccia: un bel Bardolino Classico DOC della Casa Vinicola Sartori, tradizionale blend di uvaggi provenienti dal Valpolicella Classico, dal colore vivace (oh, quanto ho provato a scattare una foto che ne rendesse l'idea...) e dal profumo fruttato, molto armonioso al gusto e con un tannino discreto, che si avverte solo sul finale leggermente ammandorlato. 

9 commenti:

Dolci a gogo ha detto...

Un atto d'amore vero e proprio tesoro!!Questa pasta è delizosa cosi come è fantastico prepararla in casa con riti antichi ma pieni di fascino!!Un bacione,Imma

Simo ha detto...

questo post è bellissimo.
Punto.
E non solo per i fusilli, che ovviamente mangerei anche subito...
Un bacio tesoro.

Mary ha detto...

Bellissimo piatto Serena...e bellissimo il tuo post! Beato il tuo compagno ad avere una donna speciale! Un abbraccio e buona settimana, Mary

Ely Mazzini ha detto...

Ma quella pasta è favolosa, i fusilli mi piacciono assai, anche il condimento è perfetto... complimenti al tuo compagno, e a te per la dedica!!!
Buona serata...

lucy ha detto...

fare la pasta in casa è decisamente molto confortante.ottimo il sugo, poi amo il piccante

paola ha detto...

Cucinare per chi si ama è una grande manifestazione di amore un abbraccio immenso che va oltre i regali, le parole, i mazzi di fiori....ci sono ed esserci è il piu' grande gesto d'amore per chi ci sta vicino.
buona giornata

Elena Siano ha detto...

Perche' mai come in questi giorni penso che la cucina riconcilia con la vita...perche' spesso non la comprendi....e riconcilia con le persone che trascuriamo ma non lo meritano....adoro questo post e questi fusilli Sere....

Claudette ha detto...

Avere qualcuno che ci tiene per mano anche quando la nostra mano è ruvida, quando è fredda, quando tenere per mano serve a sorreggere e non solo ad accompagnare è un dono grande, lo so bene. E la tua è una splendida dichiarazione d'amore.
Un abbraccio
Claudette

Voyance mail ha detto...

I did a little tour of your blog, it looks great interesting. I'm going to sit back. I congratulate you what is good to do this blog
thank you very much
voyance amour