09 ott 2015

Cous Cous con Bacche di Goji e Lenticchie di Puy al Cardamomo e Oolong



Finalmente per questo cous cous ho una storia da raccontare :)

Da qualche mese sono tornata a una mia antica passione, ho staccato gli scarponi dal chiodo e ho ripreso a fare trekking. Spesso si tratta di vere e proprie escursioni impegnative, che prevedono un rapido pranzo al sacco, comodo da portare in uno zaino da non appesantire troppo, causa dislivelli importanti. Talvolta sono  passeggiate, magari lunghe, ma semplici, che culminano nel cosiddetto “pic nic condiviso”. 


Questi pic nic mi hanno insegnato molto: innanzitutto che non è importante quanto raffinato o costoso è il tuo contributo, c’è chi porta un vasetto di olive o una vaschetta di affettati, chi un po’ della frittata avanzata del giorno prima, chi una dip confezionata da spalmare sul pane alle noci fatto in casa da qualcun altro più volenteroso, chi prepara un sandwich solo per sé e poi, imbarazzato, lo taglia in 10 quadratini. 


Un’altra cosa che ho imparato è che non si portano contenitori o stoviglie monouso, anche se l’intenzione è quella di riportare il pattume a casa e differenziarlo: si utilizzano tupperware, contenitori per bento e altri graziosi articoli da picnic, tutti riutilizzabili. Sono ammesse le teglie di alluminio per pizze, lasagne e torte salate, se non altro per gratitudine nei confronti di chi le ha portate ;) e i tovagliolini di carta, ma per il resto si cerca di minimizzare la produzione di rifiuti, una regola che del resto sarebbe necessario applicare sempre.


La cosa più importante da tenere presente, però, è che a questi ritrovi partecipano moltissime persone che seguono un’alimentazione vegan. Si può decidere di disinteressarsene, normalmente, chi ha esigenze particolari provvede a sé stesso, ma io preferisco sempre preparare qualcosa che possano mangiare tutti e cucinarla in maniera il più possibile interessante, perché credo che  tutto sommato i vegan seguano uno stile alimentare molto sano e, anche se non potrei mai aderirvi del tutto, sono felice di farlo part time ed educare il mio gusto ad avere sempre meno bisogno dei prodotti di origine animale.


Questo cous cous è piaciuto  molto a tutti, persino ai carnivori più convinti, tanto che l’ho riproposto ieri sera anche alla ragazza israeliana che sto ospitando in questi giorni, accompagnato, in suo onore (sia del cous cous sia della mia amica) da un Pepi, uno splendido Sauvignon altoatesino della Cantina Tramin, proveniente da vigneti arroccati su terreni calcarei e caratterizzati da esposizioni al sole molto diverse tra loro. Questi fattori ambientali, oltre a una lunga sosta sui lieviti, in botti di rovere, ne sublimano le caratteristiche varietali: olfattivamente, all’impatto iniziale di erbe officinali, salvia in primis, e selvatiche, seguono aromi più intensi che richiamano la frutta tropicale e nostrana a polpa gialla, quella non troppo matura, in cui è ancora presente un fondo acidulo. Queste note si replicano al palato, nella freschezza e nell’acidità spiccate, che lo rendono perfetto per equilibrare la “pastosità” dei legumi e del cous cous, mentre il the e le spezie trovano nell’aromaticità tipica di questo vitigno un garbato contrappunto. 


Ingredienti





Procedimento
Estrai i semini dalle bacche di cardamomo e pestali al mortaio.
Metti nella pentola a pressione le lenticchie, il the avvolto in una garza o in un filtro adatto alla cottura, il cardamomo e il dado. Copri d’acqua, chiudi il coperchio e cuoci per 15’ dal fischio. Elimina il filtro con il the e aggiungi il cous cous, in maniera da farlo gonfiare nell’acqua di cottura delle lenticchie e fargli assorbire tutti gli aromi.
Lascia riposare coperto per 10 minuti, aggiungi le bacche di goji e aggiusta il condimento con olio e limone a piacere.
E’ buono sia tiepido che freddo.

6 commenti:

speedy70 ha detto...

Una ricetta originale e gustosa... da provare, brava Serena!!!!

Simo ha detto...

allora che ne pensi del cous cous cotto nel tè?! vero che è un'idea originale e da provare?! A me era piaciuta e a giudicare dal tuo risultato...beh, anche a te direi ;)
Bacione gioia e buon we

Elena Siano ha detto...

Adoro il cous cous ma non ho mai pensato a portarlo ad un pic-nic...insalate di pasta, riso...ma il cous cous mai....ovviamente le tue sono sempre versioni originali!!!!! Il mortaietto mi fa pensare a tutte le spezie che usi...:-)

voyance en ligne gratuite ha detto...

Un dialogo affascinante merita commento. Penso che si deve scrivere più su questo argomento, che non può essere un argomento tabù però in genere le persone non sono sufficienti per parlare di tali argomenti. Al prossimo. Saluti

voyance par mail gratuite ha detto...

Questo blog ha un sacco di cordialità e calda ospitalità
Grazie mille

voyance gratuite par mail ha detto...

Questa è una buona idea articolo anzi futuro si legge un po 'di tempo e, a volte il suo opposto in materia!