16 ott 2015

Peperoni lunghi gratinati alle Acciughe, Capperi, Olive e Parmigiano



E va bene, sono un po’ fuori tempo massimo. La verità è che il mio ortofrutta di fiducia ha della verdura estiva ancora talmente bella e colorata che non ho resistito. Peraltro, sapendo che sono molto attenta alla stagionalità, ma anche (e ultimamente soprattutto) al portafoglio, quel disgraziato mi tenta con le offerte a prezzi stracciati di verdura e frutta un po’ avanti con la maturazione e, dato che io di fronte a qualche ammaccatura non mi formalizzo proprio, ho finito per comprare, a parte i soliti cavoli, bietole, pere, mele e radicchio, anche una marea di pomodori di tutti i colori, un grappolo di uva rossa e i peperoni lunghi.
Non so se si chiamano esattamente così, sono diversi dai friggitelli, hanno un profumo vegetale molto penetrante, ma al gusto non hanno note pungenti, sono piuttosto dolci.
Il ripieno sapido, completato da un passaggio sotto il grill per dorare il formaggio, gli si addice molto.


Personalmente li ho mangiati come piatto unico, ma, date le ridotte dimensioni dei peperoni, direi che possono fungere da grazioso appetizer, da accompagnare con un Bardolino Chiaretto DOC della Casa Vinicola Sartori: trovo che in Italia la mancanza di una cultura decente sul vino rosato sia un po’ penalizzante, il metodo di produzione più diffuso è quello del salasso, che consiste nel sottrarre al vino rosso in fermentazione una percentuale di parte liquida, subito dopo poche ore dall’inizio del processo, in modo da produrre un rosso più concentrato in estratto secco, mentre il mosto che ha sostato sulle bucce solo brevemente ed ha quindi assunto un colore rosato, si vinifica separatamente. E’evidente che l’intenzione di produrre un buon rosso impronta la selezione delle uve e condiziona la riuscita del rosé “di recupero”. Tuttavia, laddove si preferisce adottare la pratica del “rosé di una notte” i risultati posssono essere anche molto raffinati: per il suo Chiaretto, la Casa Vinicola Sartori parte da un’accurata selezione di uve provenienti da vitigni autoctoni della zona, con l’aggiunta di una piccola percentuale di Merlot, vinificati in bianco dopo alcune ore di riposo sulle bucce. Il risultato è discreto e gradevole, a partire dal bellissimo colore, che mette allegria solo a guardarlo, passando per il naso leggermente fruttato, con un fondo di pietra focaia, sentori che si riflettono anche al palato, caratterizzato anche da una viva freschezza.



Ingredienti:


Procedimento:
Metti in ammollo le acciughe sgocciolate dell’olio di conservazione e i capperi, per una mezz’ora, per dissalarli: cambia l’acqua ogni 10 minuti e, ogni volta, passali sotto l’acqua corrente. Questo passaggio è assolutamente necessario, altrimenti il risultato sarà troppo sapido.
Una volta terminata questa fase, frulla finemente i capperi, le acciughe scolati e le olive.
Taglia i peperoni a metà longitudinalmente e mondane l’interno: elimina i semi e i filamenti e riempi la cavità con l’impasto.
Inforna a 180° per 15’, estrai la teglia e spolvera la superficie con il parmigiano e ripassali sotto il grill, impostato alla massima temperatura, per 5 minuti.

6 commenti:

Elena Siano ha detto...

Mi sembrano stuzzicanti al punto giusto...certo il tuo fruttivendolo deve averti in simpatia per la quantità di verdure che compri!! Mi son sempre chiesta come facessero il rosato ma non mi son mai documentata per pigrizia!!! Più accattivante leggerlo tra le righe di un post!!!!;-)

Ely Mazzini ha detto...

Un ripieno molto saporito e gustoso che trovo perfetto per questi peperoni lunghi, davvero molto invitanti!!!
Buona serata Serena

Raffi ha detto...

un ripieno davvero goloso per il mio palato.. li proverò!!

Simo ha detto...

Sere, mica ti devi giustificare...fai benone a cogliere al volo l'offerta, credimi lo faccio sempre anche io; qua hai creato un piatto sublime, peccato che io faccia un po' fatica a digerire i peperoni, altrimenti te l'avrei copiata seduta stante!
Baciotto e buona domenica

voyance gratuite mail ha detto...

Ciao,
una breve nota per dire ti amo il tuo blog, in modo da non privare me stesso!

voyance par mail gratuite ha detto...

Sì un grande applauso per questo articolo, si dispone di un modo di dire le cose in modo naturale, semplice e così vero, ho tirare il mio cappello a voi !!