11 dic 2015

Semplicemente Vin Brulé


Stavo raccontando mercoledì della serata a base di vin brulé e biscotti che ho organizzato qualche settimana fa. Forse, prima di continuare con la carta dei dessert, è il caso di parlare del vin brulé, che, pur complicando un po’ le manovre, perché, visto il via vai degli ospiti, ho dovuto riscaldarlo più volte, ha contribuito a accendere l’atmosfera, a profumare la casa e a suscitare molte risate.

Il vin brulé, anche solo il profumo del vin brulé, mi mette in pace col mondo. Mi parla di Natale, mercatini tirolesi bardati di ghirlande, biscotti speziati e paraspifferi imbottiti a forma di gufetti schierati (ero rimasta ai gattini, quest’anno vanno di moda i gufetti…), serate accoccolata su una panca imbottita, accanto a una vetrata con vista Dolomiti color crepuscolo a 360°; sa di raffreddori inventati per avere la scusa di preparselo, scaldamuscoli antistupro e vecchi fogli a quadretti, ingialliti dal tempo e spruzzati di rosso, su cui riconosco i caratteri graziati, di qualcuno che doveva aver fatto esercizi di calligrafia, per uscire dal grigiore delle aste e dei tondi… una vecchia ricetta di famiglia, anche se non si capisce bene tramandata da chi, perché l’alcolista di casa sono io. 


Ingredienti per il vin brulé rosso:
  • 2 arance bio
  • 2 mele rosse
  • la scorza di un limone bio
  • 300 gr di miele di fiori (Mielbio)
  • 100 gr di miele di fiori di campo (Mielbio)
  • 4 lt di vino rosso secco (sinceramente… per quanto fissata, anche il bag in box va bene)
  • 6 cucchiai di miscela di spezie per vin brulée (Cannamela)
  • qualche stecca di cannella

Procedimento:
Lava bene tutta la frutta, senza sbucciarla. Affetta le arance a rondelle, le mele a scaglie sottili e, con una mandolina, pela la scorza del limone.

In una pentola capiente, versa il miele, il vino e porta a ebollizione. Aggiungi la frutta, la scorza del limone e il mix di spezie, tranne le stecche di cannella e lascia bollire per 5 minuti. Filtra il vin brulé, attraverso un colino, trasferendolo in una pentola di coccio o di ghisa, che trattengono meglio il calore, recupera la frutta e aggiungila nel nuovo recipiente insieme alle stecche di cannella. 


Ingredienti per il vin brulé bianco:
  • 1 limone (anche quello del quale hai prelevato la scorza per il brulé rosso va bene)
  • 5-6 bacche di cardamomo
  • 200 gr di miele di fiori di campo (Mielbio)
  • 2 lt di vino bianco
  • 3 cucchiai di miscela di chai indiano (L’Essenza del The)
  • 3 cucchiai di sciroppo al the chai (Calde Emozioni Toschi)

Procedimento
Affetta il limone a rondelle. Recupera i semi contenuti all’interno delle bacche di cardamomo e pestali al mortaio.
Porta a ebollizione il vino con il miele, aggiungi il limone, il cardamomo (semi e bacche) e il the. Lascia bollire per 5 minuti. Filtra il vin brulé, attraverso un colino, trasferendolo in una pentola di coccio o di ghisa, che trattengono meglio il calore, recupera gli spicchi di limone e aggiungili nel nuovo recipiente.

Tip of the day: puoi utilizzare le spezie rimaste nel colino da entrambe le preparazioni per profumare il fuoco del caminetto o appoggiarle in un vasetto da tenere sul termosifone 

3 commenti:

Elena Siano ha detto...

Abbiamo bevuto vin brule' l'anno scorso in uno di quei presepi viventi che organizzano dalle mie parti ed a chiedere la ricetta ebbi la risposta picche....ora mi segno la tua, quella con il rosso anche se dove trovo le spezie? Qui è un problema....Fantastica l'idea del vasetto sul termosifone!!!!!

Serena ha detto...

Elena, tesoro, ho scritto apposta la marca, le trovi in tutti i supermercati!

Voyance serieuse ha detto...

Molto bel post. Mi sono imbattuto semplicemente sul vostro blog e volevo dire che ho veramente amato surf in giro i tuoi messaggi weblog. Dopo tutto quello che sarò registrarmi per il tuo feed e spero di scrivere di nuovo presto!