15 mar 2017

Farfalle con Pesto di Foglie di Barbabietola Rossa, Mandorle e Formaggio di Malga



Qualche giorno fa sedevo in un caffè letterario e sfogliavo affascinata un libro di design svedese, in particolare dedicato all’arredo da esterno… tra filosofia hygge, fiere dedicate e cene a tema , il modello scandinavo, più o meno idealizzato, ultimamente impazza. E, certo, di fronte alle miserie italiane, cotanta perfezione, efficienza e moderazione non possono che incantare. Sono stata tra le prime, in tempi non sospetti, a innamorarmi dei setting di Leila Lindholm, dei film tratti dai romanzetti d’appendice di Inga Lindström e dell’arredamento Ikea, ad ambientare una parte dell’autobiografia che non scriverò mai in un fiordo norvegese e a mettere i mirtilli nelle polpette.
Forse perché ognuno di noi ha bisogno di costruirsi un piccolo paradiso personale, mentale o reale, ma sabato, mentre mi muovevo a ritmo un po’ rallentato da una brutta emicrania, nella mia cucina piccola piccola, guardando le rifiniture rischiarate dal sole tiepido che cadeva dal lucernario, ho pensato che in effetti un po’ di Scandinavia in casa mia sono riuscita a portarla e che, finché mi muovo tra quelle quattro mura che tanto mi rassicurano e mi proteggono, posso fingere di essere un po’ svedese anch’io e di non vivere in un paese sgangherato.


Anche ritrovarsi un mazzo di barbabietole rosse, di quelle vere, non precotte e imbustate sottovuoto, con tanto di gambi, foglie e scorza, proprio come se ne trovano nel Nord Europa, aiuta… per essere certa di sfruttarle al meglio, ne ho per prima cosa utilizzato le parti verdi, più delicate, per realizzare una ricetta tutta italiana, un pesto, nutriente e gradevole, che, per la presenza di piccoli frammenti di gambo, ha colorato di un allegro rosa le mie farfalle, dando vita a un piatto con cui spero, una volta per tutte, di dare il benvenuto alla primavera. 


Ingredienti:

Procedimento:
Sguscia le mandorle e tostale brevemente in una padella senza aggiunta di grassi.
Frullale con le foglie delle rape, il formaggio e l’olio sufficiente ad ottenere una crema. Aggiusta di sale e utilizza il pesto per condire la pasta, lessata e scolata al dente. 

7 commenti:

Simo ha detto...

Adoro anche io tutto quello che sa di nordico, avrei tanto voglia di fare un giro da quelle parti ma ahimè...mi spaventano le temperature! Sono una eterna freddolosa....
Questo pesto però scalda il cuore....oltre che lo stomaco....proverò ad usare le foglie di barbabietola per un pesto, di solito le metto nella minestra...
Baci e buona giornata tesoro

Manu ha detto...

Ma che delizia queste farfalle e che bei colori!
Ti abbraccio

Ely Valsecchi ha detto...

Ed ecco qui una ricetta che mi ha concquistato, le foto sono bellissime e immagino la bontà! Devo dire che lo stile nordico minimalista mi piace assai, sarà la moda del momento e ho cercato anche di applicarlo qui nella casa nuova! Vorrei avere solo più tempo per poter fare tutto! Un bacione!

Dolci a gogo ha detto...

Bellissima ricetta bellissimi colori per questo piatto davvero saporito cara e lo stile nordico piace tanto anche a me!Baci,Imma

wennycara ha detto...

Che parole rassicuranti, sembra proprio che tu riesca a trasferire su carta quelle sensazionni di protezione e tranquillità che appartengono al tuo nido. Ed è bello leggere il post. I piccoli gesti e le piccole cose hanno in realtà un potere grandissimo. Un esempio ne è sicuramente questo pesto, che sa di buono, genuino, *di vita vera*. Grazie :)
Buona giornata,
wenny

lucy ha detto...

a volte basta poco per viaggiare con la mente e sentirsi più sereni!ottima idea di recupero!

voyante ha detto...

Non prendo abbastanza tempo per leggere voi, ma ogni volta che ho sempre imparare un pacchetto! Userò questa estate per fare tutto questo! In breve tutto questo per dirvi grazie per tutti questi suggerimenti !!