18 dic 2008

Calamari Ripieni




Finalmente riesco a ritagliare due minuti per aggiornare il mio "buen retiro": è un periodo di superlavoro, nemmeno fossi impiegata in un'azienda di panettoni e in questi giorni non mi sono fermata nemmeno per respirare.

Chissà quante vostre ricette mi sono persa, sicuramente avrete sfornato leccornie interessantissime, in vista del Natale... prometto che con calma passerò a fare visita a tutti e recupererò il tempo perduto.





Strano come, non potendo mettere mano al blog, anche la voglia di cucinare e la capacità di fotografare scemino: in questi giorni ho messo insieme poco o niente e fotografato ancora meno, perché mi pareva quasi che, non potendo condividere con voi ricette e scatti, impiastrare non avesse molto senso.
Non so quanto il mio compagno sarà contento di leggere che non cucino per amor suo, ma per amor proprio... Vuol dire che così impara a regalarmi un portachiavi di Hello Kitty per il nostro anniversario (stilettata).


Come sempre, quando si parla di pesce, non ho granché da aggiungere alla ricetta fine a sé stessa, ma, d'altronde, è così poco che ho scoperto questa branca della gastronomia che trovo difficile associare racconti o sensazioni a un piatto di pesce, soprattutto se cucinato alla nostrana come questo.





Potrà sembrare incredibile, ma non ho usato spezie, non perché non fossero indicate nella ricetta, cosa che, in condizioni normali, non mi tange, bensì perché la frenesia che in questo periodo caratterizza le mie giornate e l'assenza forzata dai vostri blog mi hanno tolto un po' di fantasia e non riuscivo proprio a pensare cosa potesse addirsi al ripieno dei calamari... E così ho seguito più o meno bovinamente le istruzioni riportate su Sale&Pepe di Novembre.





Appunto: "più o meno".


Per la cottura mi sono basata, infatti, sulla mia esperienza, che non sarà molta, ma è sufficiente per sapere che totani, seppie e calamari in forno asciugano, anzi seccano.

In pentola a pressione, oltre al vantaggio di non doverli affogare nell'olio, rimangono morbidi e succosi e si possono farcire fino all'orlo, perché non ritirano.






Li abbiamo trovati particolarmente gustosi, tranne che, forse, per l'eccessiva quantità di aromi: la rivista parlava di 2 cucchiai di prezzemolo, ma non avendo voglia di tritarlo, ho usato la stessa quantità di Herbes de Provence, che, però, essendo essiccate, hanno insaporito un po' troppo il ripieno... giuro che al fatto che il secco rende più del fresco non avevo pensato...








Ingredienti:
  • 500 gr di calamari puliti
  • 50 gr di pecorino o parmigiano
  • 3 cucchiai di pan grattato
  • 1 cucchiaio di erbe aromatiche miste secche o 2 cucchiai di erbe fresche
  • sale
  • pepe

Procedimento:

I calamari vanno sciacquati bene, anche se sulla confezione c'è scritto che sono già puliti: non so come, ma io ci trovo sempre un po' di sabbia...

Si tolgono i tentacoli e quella specie di vescichetta annidiata all'interno e si tagliuzzano finemente. Si aggiunge il resto degli ingredienti, mescolando bene e con questo impasto si farciscono i calamari, chiudendoli con uno stecchino da denti.

Si versa una tazza d'acqua nella pap e si inserisce dentro il cestello per la cottura a vapore. Vi si dispongono i calamari (se è avanzato un po' di ripieno, lo si può usare per cospargerne la superficie) e si fa cuocere per circa 1/4 d'ora dal fischio.











17 commenti:

dolci a ...gogo!!! ha detto...

mammi mia io questi li adoro!!sono buonissimi preparati cosi,mi segno subito la ricetta!!bacioni imma

Chiara ha detto...

a quest'ora una ricetta così accompagnata da meravigliose foto...come resistere!!
buonissimi!

Romy ha detto...

Sempre meglio il portachiavi di Hello Kitty che...aspetta non mi viene in mente...che....aspetta...che....Sgrunt!!!Mi sa che a questi ometti bisogna dargli una svegliatina! Baci e...bellissima ricetta, molto appetitosa! :-)

manu e silvia ha detto...

ora ci hai fatto proprio venire voglia, effettivamente è un po' che non li mangiamo!!
La nsotra versione non è molto diversa da come li fai tu, il diccile è trovare i calamari giusti: queli grandi e buoni!
Hai mai provato a farli in microonde (funzione glill o ancor aemglio se haiil crpis) con la stessa modalità della pentola a pressione...vengono buonissimi uguale!!
bacioni

Micaela ha detto...

ciao cara, ti capisco, gli ultimi giorni al lavoro sono quelli più intensi!!! io domani parto e torno in Puglia dai miei! non so se riuscirò a postare qualcosa da li. Tornerò il 6 gennaio, ad ogni modo se non dovessi passare ti faccio tanti auguroni di buon natale e felice anno nuovo! spero comunque di riuscire a passare a trovarti! baciii

Fra ha detto...

Anche io sto girando come una trottola e fra il lavoro e la produzione semi industriale di biscotti da regalare non cucino quasi più sigh...però questi calamari li mangerei proprio volentieri
Un bacio
Fra

Onde99 ha detto...

@ Imma, Chiara: grazie dei complimenti
@ Romy: anche a me riesce difficile credere che ci possa essere qualcosa di meno utile
@ Manu&Silvia: no, al microonde non li ho mai provati, perché nel mio il grill non funziona...
@ Micaela: fai buon viaggio!
@ Fra: almeno tu fai i biscotti, io nemmeno quelli...

Maya ha detto...

Urcaaaaa! che buoni così....... mi andrebbero proprio per cena!Bacio

salsadisapa ha detto...

sembrerà strano, ma non ho mai usato il formaggio per il ripieno dei calamari: l'ho sempre fatto molto banalmente con i tentacoli, il pangrattato, l'uovo e gli aromi. ci DEVO provare!
saluti :-)))

sorbyy ha detto...

Io li faccio spesso e non ho mai usato formaggio.
La prossima volta li provo così ciao

Elga ha detto...

I calamari ripieni mi fanno scattare il ricordo di vacanze al mare, in Croazia, anche se i tuoi sono più nostrani..accidenti il moroso che gaffe:))))))

Lo ha detto...

devono essere davvero gustosi...sono anche io in un periodo di non voglia e mi lascio prendere molto dai vostri gusti e dalla proposte bloggose :)

Luca and Sabrina ha detto...

I calamari ripieni sono sempre una bontà, li cuciniamo molto spesso, ma il pecorino non abbiamo mai pensato di metterlo, da curiosi lo proveremo!
Per quanto riguarda il portachiavi di Hello Kitty....ti dico la mia opinione, io sinceramente tengo a qualsiasi regalo mi possa fare Luca, che sia piccolo, grande, utile o inutile, so che lui l'ha fatto col cuore, quindi quel dono ha un valore aggiunto che non è calcolabile. Capita spesso che rientra a casa con un pensiero per me e qualunque cosa sia, io sono felice. Rimango male solo se un regalo è fatto tanto per fare, magari forzatamente. Tienilo stretto quel portachiavi, è un oggetto che tieni sempre in borsa,sempre con te, forse è proprio questo il messaggio d'amore, un portachiavi per tenere unite le chiavi di casa e del cuore!
Un abbraccio da Sabrina&Luca

Onde99 ha detto...

@ Tutti: nemmeno io avrei mai pensato di farcire dei calamari con il formaggio, ma era l'unica ricetta che avevo che non mi costringesse a tornare al supermercato, perché avevo in casa tutti gli ingredienti: il gusto è un po' forte, ma si addice
@ Luca&Sabrina: non mi lamento affatto per il valore del portachiavi, a cui non bado affatto, ma perché mi è parsa una cosa tanto per togliersi il pensiero... per stessa ammissione del mio compagno è così... ma pazienza, non è importante...

Antonella ha detto...

Quindi la pap è il segreto per dei calamari morbidi? Io ci ho rinunciato, dopo l'ennesimo tentativo che mi ha portato ad apparecchiare con martello e scalpello. Questa devo assolutamente provarla e poi ti dico...

Isabel ha detto...

wow, io impazzisco per il pesce, poi se presentato così...complimenti!

sweetcook ha detto...

Slurposissimi anche i tuoi, ne ho appena visti altri due tipi su altri blog e mi avete messo in crisi, mi piacciono un sacco i calamari ripieni, ora non ho che l'imbarazzo della scelta. Buon we tesoro:)