16 gen 2009

Insalata di riso selvatico con fagiolini e vinaigrette


Del riso selvaggio di Camargue, prima del sapore, mi ha sedotto la storia: si tratta di una pianta che si sviluppa spontanea, in maniera del tutto autonoma e casuale, tra le altre piante di riso.


Non può, quindi, essere coltivata, si può solo avere la fortuna di trovarla, raccogliendo il riso comune.


Forse è per questo che costa così tanto? Parafrasando una battuta del film "C'è Post@ per te", potrei rispondere "No. E'per questo che vale così tanto".


Il riso selvatico, o riso rosso, ha valori nutrizionali superiori a ogni altro tipo di riso, ma richiede una cottura lunga: per questo, il modo migliore di gustarlo, conservandone i principi benefici è cuocerlo con poca acqua, il necessario per coprirlo, in pentola a pressione (occorre circa 1/4 d'ora). Anche da cotto rimane croccante e il sapore intenso lo rende adatto a condimenti semplici.

Io l'ho preparato in insalata, anche se non sarebbe stagione, con fagiolini, un ortaggio con cui avevo deciso di fare pace, e cipolla cruda e ho amalgamato il tutto con la vinaigrette di Rachel.






Ingredienti:


  • 200 gr di riso rosso

  • 1/2 cipolla

  • 2 manciate di fagiolini lessati

  • vinaigrette, arricchita con un rametto di timo, una spolverata di pepe e un pizzico di fleur de sel


Procedimento:


Banale, semplice, scontato, al contrario del piatto che ne risulta.


Lascio scoprire entrambi, metodo di preparazione e gusto, a voi.



Con questa ricetta partecipo alla raccolta di Mikamarlez

20 commenti:

manu e silvia ha detto...

davvero molto originale questa insalata! ci stai appassionando con questi piatti arricchiti da chicce provenienti dalla francia....molto molto buoni!!!
un bacione

Cuoche dell'altro mondo ha detto...

Devo ancora provare il riso Venere nero e ora mi arrivi con quello rosso :-)) Quante belle cose che ci regala la Natura. Basterà una vita a provarle tutte?
Fatto sta che questa insalata sarebbe perfettissssssima per me ora.
Buon WE
Alex

Arietta ha detto...

le mie conoscenze esterofile in materia di riso si fermano al Basmati e al Thai.. mi piacerebbe provarlo! giusto per curiosità, quanto cost...ehm VALE questo riso?
buon pomeriggio!

Fra ha detto...

Mi piace tantissimo!!!!!!!
Un bacio e buon fine settimana
fra

Mirtilla ha detto...

intirgante e nuova,bravissima ;)

Onde99 ha detto...

@ Manu&Silvia: ve lo avevo detto, dopo ogni viaggio stresso per un po' con le ricette locali
@ Alex: è quello che mi chiedo anch'io... soprattutto quando sfoglio i miei ricettari, i vostri blog e mi accorgo che una vita sola non basta, nemmeno se facessi 5 pasti al giorno.
@ Arietta: un bel po', dai 4.5 ai 6 euro al Kg
@ Fra: buonissimo weekend anche a te
@ Mirtilla: lieta che ti piaccia!

sorbyy ha detto...

Bellissima insalata!!!
Deve essere molto buono ciao

Romy ha detto...

Bravissima! Vedo che dalle compere fatte in Provenza stanno uscendo fuori un sacco di idee e di manicaretti! Non conoscevo questo tipo di riso...deve essere davvero gustoso, e la consistenza deve risultare gradevolissima... Grazie della dritta! Ti abbraccio forte...dai un mini-bacino a Topinambour, a Gousteau e a Ratatouille ( mi ricordo bene? ) Buon fine settimana e...complimenti ancora per la ricetta! :-)

Onde99 ha detto...

Ma Romy, come non conoscevi il riso rosso? Tu, un'amante della Provenza? Comunque, quando ci tornerai, provalo, perché è una vera chicca. Adesso sono in crisi, ho serie difficoltà a trovare un uso al sale rosa... Porterò i tuoi omaggi ai cricetini, ma anche tu baciami Tilly e Totti, che devono essere molto più mansueti di quei tre infidi ratti che mi hanno fatto fuori il copriletto nuovo

Danea ha detto...

I tuoi piatti sono sempre nuovi e diversi e poi si imparano sempre cose nuove e nuovi accostamenti, bravissima :)

Wennycara ha detto...

Che peccato non averlo mai assaggiato... ho fatto fatica a trovare il riso venere nero, figuriamoci questa benedizione!
Mi riservo la ricetta per l'estate, si sa mai, una puntatina in Camargue ;)
ciao,
wenny

Elga ha detto...

Mai provato il riso rosso e mi piacerebbe molto, anche se fuori fa freddo una bella insalata come la tua è sempre appetibile!

Lo ha detto...

hai ragione il riso della camargoue è buonissimo selvaggio e rustico come quella terra e ricco uguale...che bella quella ragione e che buono il tuo riso

kristel ha detto...

Mi sa che il riso selvatico non l'ho mai mangiato...questa insalata pero' mi piace perché sono quie piatti sani e colorati che mi mettono un super appettito e rendono felice la linea.
In francia la chantilly é la panna spray, quella nella bomboletta e che si usa per i dolci. La panna da cucina la chiamano crème fraiche o se é più liquida diventa crème fleurette. Ma non esiste l'unione di crema pasticcera e panna che in Italia chiamiamo Chantilly.
Spero di averti fatto capire qualcosa.
Bacioni!!

Mikamarlez ha detto...

quest'insalata me la sono segnata subito: dove c'è il riso c'è Mikamarlez..e poi questo riso non lo consocevo...imparo..un bacino.lety

dolci a ...gogo!!! ha detto...

insalata è fantastica ed io ho un premio per te,ti aspetto,baci imma

Carolina ha detto...

Che buono il riso selvatico. Proposto in questo modo deve essere favoloso...
Un bacio!

Sara ha detto...

Sembra davvero molto buono, ma dove posso acquistare il riso che indichi nella ricetta?

piccipotta ha detto...

devo trovare questo riso...delicious!!!!

"Al posto dei premi sono arrivati dei meravigliosi abbracci.
Mi è stato detto che devo distribuirne 10.
Un abraccio virtuale in segno di amicizia, per te.
Adesso tocca a te distribuiscine altri 10, includendo chi te lo ha donato."
(copia e incolla)
un bacione giulia

Luca and Sabrina ha detto...

Noi la faremo questa insalata, è molto intrigante, giusto il tempo di reperire il riso rosso! Ieri eravamo ad una fiera ed abbiamo fatto incetta di riso Venere e pensare che c'era anche il selvatico!
Ci piace l'accostamento di sapori che hai legato, davvero appetitoso il piatto, come sempre hai sempre in serbo qualcosa di speciale!
Baci da Sabrina&Luca