4 ago 2009

Gazpacho Andaluso

Casualità? Dopo un lungo periodo di totale indifferenza della blogsfera nei confronti di questa tipica ricetta spagnola, negli ultimi giorni ne ho visti pubblicare una quantità, in diverse versioni, tutte tassativamente da provare.
Stavolta, a differenza di quanto è capitato con la lavanda, non posso dire che erano anni che "invece io", perché, anche nel mio caso, si è trattato della prima volta.
Il gazpacho nasce nelle zone più calde della Spagna, in particolare in Andalusia, dove viene servito anche al bicchiere, come aperitivo. Per la verità, data la massiccia presenza di pane, questa preparazione risulta un po' troppo cremosa per essere bevuta, per non parlare della scomodità di "risucchiare" (che brutta immagine) la dadolata di verdure che, tradizionalmente, l'accompagna, talvolta in scodelline separate, talvolta in qualità di guarnizione, come l'ho servito io.
Diciamo pure che, per un toscano DOC, il gazpacho classico passa quasi per una panzanella frullata e in effetti, a parte il peperone, gli ingredienti non sono così dissimili, a patto che non lo si addizioni con i barbiturici, come avviene in una memorabile scena di "Donne sull'orlo di una crisi di nervi" :-) .
Dato che non richiede alcuna cottura, a differenza di molte altre zuppe fredde, che devono essere cucinate in anticipo e poi portate a temperatura ambiente (non vi dico che noia, ieri sera, mangiare alle 22.00 per attendere che una crema di pomodori che posterò a giorni si raffreddasse), il gazpacho si può anche preparare all'ultimo momento, ma la cosa migliore è comunque organizzarsi per tempo e lasciarlo riposare, per permettere un buon amalgama degli ingredienti.

Ingredienti:
  • 500 gr di pomodori
  • 1 cetriolo
  • 1 peperone giallo o rosso
  • 1/2 cipolla
  • 3 fette di pane raffermo
  • 1 bicchiere d'acqua
  • 1 cucchiaio di aceto
  • 4 cucchiai di olio evo
  • 1/2 cucchiaino di zucchero
  • sale
  • pepe
  • basilico per guarnire

Procedimento:

Affettare i pomodori, la cipolla, metà del peperone e del cetriolo, ridurre il pane a cubotti e tritarli con l'olio, l'aceto, il sale, il pepe e lo zucchero. Trasferire il composto in una zuppiera e aggiungere, in un secondo momento, l'acqua, questo semplicemente perché il mixer potrebbe non reggere questa grossa quantità di liquidi e versare. Se, però, disponete di un boccale più sicuro del mio, potete anche frullare tutto insieme, sicuramente il risultato sarà più omogeneo ed eviterete di sporcare la zuppiera ;-)

Disporre il gazpacho nelle fondine e sormontarlo con una dadolata fatta con le verdure avanzate e il basilico.

19 commenti:

Fra ha detto...

E' vero ultimamente il gazpacho sta impazzando fra i vari blog! a me piace molto ma purtroppo il moroso lo odia :(...vabbè mi consolo guardando le vostre splendide creazione e immaginandone il fresco sapore
Un bacione
fra

salsadisapa ha detto...

...è che fa caaaaldo e quindi questi piatti freddi vanno alla grande! l'anno scorso avevo condito una pasta fredda col gazpacho! è buono, e come dici tu se riposa un po' è anche meglio :D

Camomilla ha detto...

E' vero sembra sia scoppiata la gazpacho-mania! Da provare anche la tua versione, tanto se continua questo caldo si mangia che è un piacere, no? :)

dolci a ...gogo!!! ha detto...

mmmmm ha un aspetto davvero invitante ondina e poi cosi freschi cosi buoni...insomma nn manca niente a questo piatto!!baci imma

manu e silvia ha detto...

Ciao! ecco un'altra cosa che non abbiamo mai provato! sembra una ricetta delicata, anche se con mille varianti sul tema!
davvero un piatto particolare
bacioni

Rossa di Sera ha detto...

Infatti, cara Ondina, è una ricetta assolutamente estiva, come facciamo a parlarne durante l'inverno, quando si preparano gli stufati caldi e le zuppe fumanti?.. :-))
Lo adoro, ma metto i peperoni arrostiti e spellati, altrimenti non digerisco...
Grazie per l'info sui frutti rossi, non ti preoccupare, come potrei prendermela con te?.. Tra l'altro, pare che tra un pò devo andare in montagna, forse troverò qualcosa lì!
Un bacione grandissimo!

fiOrdivanilla ha detto...

Ciao carissima, com'è cominciata la settimana? :)

Appena ho visto l'immagine del tuo aggiornamento, mi son detta "ma che è, vi è presa la gazpacho mania!?" e infatti poi apro il posto, ti leggo, e capisco che anche tu l'hai più o meno pensata come me :D
io pure non ho mai fatto il gazpacho, nonostante sia un'amante delle verdure, queste mi piace mangiarle "in carne e ossa" non in purea :(
Però questa è più che altro una "zuppa di pane rossa" e devo ammettere che sembra davvero gustosa a leggere gli ingredienti.. il peperone è uno degli ortaggi che conferisce un sapore pieno e intenso.. io a questa buonissima zuppa magari ci aggiungerei un tocco di peperoncino, se non addirittura uno o due peperoncini piccolini secchi, tagliuzzati a rondelline e mescolati con i loro semini alla zuppa. MAgari la provo.. eh? :) dev'essere proprio buona e saziante!

Simo ha detto...

Fresco e buono, fa tanto estate!

Lalu ha detto...

Io è da molti anni che durante l'estate lo mangio volentieri, adoro usare il pane come cucchiaio, lo so che non si fa, ma va bè...
besos!
Laura

Micaela ha detto...

è vero che nell'ultima settimana questa ricetta sta spopolando, significa che è buona davvero, mi stai tentando!!! un bacione

Morena ha detto...

devo confessare che non l'ho mai mangiato, ma dalla tua ricetta e dal tuo racconto mi attirerebbe assaggiarlo..vedo che non è nemmeno complicato!!Grazie!!

clamilla ha detto...

Ciao!!! Porto una grande notizia!!! Su Giallo Zafferano è partita una sfida “all’ultima brace”!Si tratta di un concorso per aspiranti griller, con in palio un barbeque del valore di 1.000,00 euro!
Non farti scappare l’occasione di metterti in gioco! Collegati ed iscriviti gratuitamente a Giallo zafferano e partecipa anche tu!
Trovi maggiori informazioni seguendo questo link:
http://forum.giallozafferano.it/contest-bbq-grilling-experience/
Se hai bisogno di una mano a capire come funziona, sono a tua disposizione, clicca sul mio nome in questo messaggio ed accedi al mio blog, lasciami pure la tua richiesta per email o nel post dedicato a questa iniziativa…..spero di vederti tra i concorrenti!
Con simpatia:
Clamilla (su giallo zafferano sono martinaS)

Sonya ha detto...

Ci sono circa 400 versioni di questa ricetta
ciao ciao

Danea ha detto...

Preferisco sicuramente mangiarla con un cucchiaio piuttosto che berla... Rabbrividisco anch'io alla sola idea!!
Un bacio.

Mary ha detto...

Non credo di aver ami assaggiato questa ricetta. Dev'essere buono!

Forchettina Irriverente ha detto...

Di solito me lo preparo sempre in estate. Ma quest'anno devo ancora mangiarlo !!! sono in ritardissimo. Comunque è sempre delizioso !!! Ti fa rinascere ...

Nanny ha detto...

Anch'io non l'ho mai provato,la tua descrizione e la tua presentazione mi tentano tantissimo,non riesco proprio a resistere devo al più presto provarlo ;)

Anonimo ha detto...

帶著簡單的行囊,來花蓮旅遊走走,順便體驗一下各種花蓮民宿帶給你的不同感受,品嚐道地花蓮美食的特別花蓮小吃風味,也可以騎著單車來品味花蓮民宿 ,呼吸著新鮮的花蓮空氣,所以來花蓮民宿就帶著輕鬆的心情吧!!花蓮黃頁網路電話簿擁有各種不同風格的花蓮民宿,歡迎您來花蓮旅遊放鬆心情體驗美麗的花蓮民宿!!來花蓮旅遊景點也可以請花蓮計程車包車接送服務喔!!還有免費的花蓮民宿訂房諮詢服務可以查詢喔!!蜂蜜蛋糕
花蓮租車|花蓮電腦|花蓮民宿|花蓮餐廳|花蓮|花蓮

Romy ha detto...

A parte la ricetta, che sono sicura sia buonissima...ma le foto! Il rosso fuoco delle terrine sul verde freschissimo dello sfondo....troppo belle....viene voglia di impugnare il cucchiaio e.....gnam! Baci :-D