01 dic 2009

Lumaconi Gratinati con Salsiccia e Zucca

Foto 1133
Eccoci oggi alla rubrica che vi avevo promesso di aggiornare, dedicata ai piatti della mia mamma e, siccome abbiamo deciso che questa sarà la settimana della zucca, ho deciso di combinare i due appuntamenti, proponendovi una pasta gratinata a base di questo ortaggio.

Per la verità, sarebbe inesatto dire che si tratta di una ricetta proveniente dalla mia tradizione familiare, perché, pur amando e cucinando spesso sia la zucca che la pasta al forno, non mi risulta che la mia mamma abbia mai abbinato le due cose.

Ma la pasta gratinata è stata, almeno in casa mia, il piatto figo degli anni '80, quello da presentare agli ospiti, più semplice della lasagna, ma più ricco dei primi asciutti tradizionali: si condiva con il ragout di carne o di salsiccia e, naturalmente, si copriva con uno spesso strato di besciamella e di sottilette.

C'è stato un periodo in cui, e questo non credo solo in casa mia, le sottilette si mettevano dappertutto.

Negli anni '80 mia mamma ha anche scoperto che la zucca non era solo un ortaggio meschinello, nutrimento base degli animali da cortile, ma che era buona per gli esseri umani e ha cominciato a mettere anche quella ovunque. Della sua tendenza al loop culinario ho già parlato in passato.

Non sono solita preparare questo genere di portate: le trovo troppo laboriose e sporchevoli e, non essendo una patita della pasta, mi sembra che non ne valga la pena. Del resto, non fosse la settimana della zucca e non avessi aperto la rubrica "La cucina della Mamma", forse non l'avrei considerata nemmeno "bloggabile".

Ma, ogni tanto, soprattutto d'inverno, ci vuole un piattino scaldacuore, robusto e senza troppi fronzoli, né nella ricerca dell'ingrediente esotico, né nella presentazione, che non suggerisca raffinatezza, ma solo golosità, abbondanza e calore.

Ingredienti x 3 porzioni abbondanti (o 4 normali):

  • 200 gr di lumaconi (formato di pasta, vanno bene anche i conchiglioni)
  • 300 gr di polpa di zucca
  • 2 salsiccie
  • 1 pezzetto di burro
  • 2 cucchiai rasi di farina
  • 2 tazze di brodo
  • 3 sottilette
  • sale
  • pepe

Procedimento:

Cuocete la zucca al vapore per 10 minuti, quindi tagliatela a dadini piuttosto piccoli e fatela insaporire in padella con due salsiccie sbriciolate, senza olio (il grasso della salsiccia è più che sufficiente). Salate e pepate.

Lessate i lumaconi al dente, scolateli e passateli sotto un getto di acqua fredda. Appena saranno "gestibili", riempirli uno per uno con un cucchiaino di composto di zucca e salsiccia e allineateli in un solo strato in una pirofila leggermente unta. Se dovesse avanzare del condimento, distribuitelo sopra i conchiglioni.

Preparate una besciamella "alleggerita", facendo fondere il burro, aggiungendovi la farina e mescolandola fino a formare la classica "palla" e quindi versando il brodo. Fate addensare il (avendo sostituito il brodo con il latte, comunque la besciamella rimarà più liquida) e versatelo sulla pasta. Completate con le sottilette e infornate a 180° per circa 10 minuti, finché non si saranno fuse e la pasta un po' sbruciacchiata, in perfetto stile anni '80.

21 commenti:

Barbara ha detto...

Anche da casa di mia mamma c'è stato un momento dove le sottilette impazzavano! Personalmente le ho riscoperte da poco: su alcuni piatti sono proprio niente male e i tuoi lumaconi giungono a proposito, fanno venire l'acquolina in bocca anche alle dieci di mattina!

Wennycara ha detto...

Quanto hai ragione cara Onde: anche io ho un ricordo ben chiaro delle enormi teglie che sfornava mia mamma la domenica a pranzo! Insieme all'insalata russa e a quella di pollo credo che la pasta gratinata sia il piatto rappresentativo della mia infanzia culinaria ;)
grazie per aver pubblicato questa ricetta, e auguri per la rubrica!
Buona giornata,

wenny

p.s.: hai ricevuto la mia mail?

Mariluna ha detto...

Che buooooni!!! certo che mi ricordo delle taglie enormi di pasta al forno soprattutto le feste...sai quanti cannelloni mangiavo?...lo so' se te lo dico non ci credi ma mia mamma si perché preparava una teglia tutta per me...circa 12 cannelloni e farciti alla Calabrese, quasi come i tuoi conchiglioni, sai che é bello ogni tanto ritornare su questi piatti é una vita che non ne faccio di gratinati cosi' ricchi e scaldacuore...ho un bel pacco di conchiglioni...domenica, si domenica sarà fatto, promesso!!!
Un abbraccio e grazie delle tue premure!
P.

Carolina ha detto...

Buongiorno cara Onde!
Come stai?
Questa ricetta è entrata immediatamente nella mia lista... Mi piace da morire!
Vedo che la zucca ha dato i suoi buoni frutti, eh?!
Ti auguro una buona giornata!

Elisakitty's Kitchen ha detto...

Sai devo dire la verità che la pasta al forno così a casa mia non è mai andata per la maggiore, erano rari i casi in cui si faceva. Più frequente la lasagna, che a casa mia si è sempre chimata pasta al forno.
Però per le sottilette ti do proprio ragione sia mia mamma che mia nonna le infilavano ovunque! Il piatto che hai realizzato mi stuzziaca molto saporitissimo e ricco. Buonagiornata cara!

Edi ha detto...

Da noi era la nonna ad occuparsi della pasta al forno e delle lasagne.. era il piatto della domenica. Oggi, prediligendo i risotti, non sono particolarmente attrata da queste portate. Però l'accostamento dei colori, dei sapori, delle consistenze è perfetto!! Hai fatto bene a bloggare questa idea!

Marta ha detto...

che buona la pasta al forno gratinata!

kristel ha detto...

Ma sai che appena ho letto "lumaconi" mi sono spaventata? Pensavo che avessi fatto le lumache...che voglio dire, ci sta, solo che proprio non mi piacciono. Quindi é stata una bella scoperta vedere questa bellissima pasta con la zucca e bella gratinata. Baci!

Saretta ha detto...

Mi hai dato l'ipirazione per un piatto sai?Buonissima,a doro le paste grande formato!;)
bacione

manu e silvia ha detto...

Ottima idea per questa pasta! a noi frcita non riesce troppo bene, ma gratinata al forno..con questa crema gustosa...che fame!!!
un bacione

Rossa di Sera ha detto...

A quest'ora comincio a sentire la fame... La pasta gratinata in fondo non è così diabolica, basta non mettere troppa besciamella, ma la cucina della mamma non si cambia!
Un bacione e grazie per i suggerimenti!

Micaela ha detto...

mi piace molto questa rubrica!!! anche mia mamma faceva spesso la pasta gratinata al posto della pasta al forno o delle lasagne!!! zucca e salsiccia mi piace molto tra l'altro come abbinamento! per non parlare dei conchiglioni, sono bellissimi!

dolci a ...gogo!!! ha detto...

ma ondina che è sto primo..........sto sbavando davanti al monitor!!!!favoloso e un modo per utilizzare la zucca,geniale e godurioso!!!!baci imma

Gloria ha detto...

Interessante la besciamella con il brodo...tu hai usato quello vegetale? Le sottilette ricordano anche a me l'infanzia, non mancavano mai in casa!

Simo ha detto...

Piatto davvero favoloso, ricco ma delicato nello stesso tempo...e poi molto sostanzioso, direi che fa da piatto unico!
Un abbraccio e complimenti

fiOrdivanilla ha detto...

ah... e che appena ho letto lumaconi pensavo ti fossi convertita al piacere di mangiar lumache dall'ultima volta che mi avevi scritto a proposito su quel ristorante, Il Cuuc :DD ahahah no eh? Peccato!

.. io non mangio la pasta..
però sono sensibile agli accostamenti. E la zucca in generale con la carne non mi fa brillare gli occhi, ma con la salsiccia in particolare decisamente sì.

fiOrdivanilla ha detto...

Comunque per questa pasta suppongo vada bene ogni formato purché finisca con oni?:D

Camomilla ha detto...

Carissima hai fatto benissimo invece a pubblicare questa ricetta, perché secondo me la pasta gratinata d'inverno ha sempre il suo fascino. E' uno dei piatti della domenica scaldaossa che preferisco, sai? Pensa che mia madre ha iniziato a cucinare la zucca da quando ho iniziato io, per una volta sono felice di averle trasmesso qualche cosa in ambito culianario e non viceversa!
Un abbraccione

Onde99 ha detto...

Grazie a tutte di essere passate!

eli ha detto...

Come te anche io non sono una fan della pasta, in particolare di quella al forno, infatti preferisco di gran lunga la ricetta del post precedente che mi ero persa nel delirio del lavoro prenatalizio. :DDDDD
Buona serata ;)

Paola ha detto...

io invece sono patitissima della pasta per cui te la quoto in pieno!!! buonissima e molto invitante!