11 dic 2009

Verrines di Surimi al Sale alla Vaniglia, Feta al Curry e Salmone Affumicato alle Erbe di Provenza, con Torsades all'Erba Cipollina e Sale Himalayano

Foto 1136

Un titolo davvero lungo, che racchiude in sé una ricetta semplicissima e molto scenografica, che mi auguro vi possa suggerire un'idea originale per gli antipasti delle prossime feste: non so quale siano i piatti della tradizione delle vostre zone, in Toscana per Natale e dintorni si prediligono le ricette a base di carne, ma so che in molte regioni i vari cenoni prevedono il pesce.
Le verrines che vi propongo sono frutto di una composizione, a mio modesto giudizio piuttosto raffinata, di pesce crudo e spezie, che ho voluto osare nella speranza che i molti gusti decisi e contrastanti non cozzassero tra loro.
Come sempre, mi pongo troppi problemi: il dosaggio accurato degli aromi fa sì che nessuno soverchi gli altri e l'intermezzo sapido della feta smorza i toni erbacei del salmone aromatizzato e permette di assaporare a "palato lucido" il delicato surimi vanigliato.
L'abbinamento con le spirali di sfoglia è stato, invece, più che altro, frutto della casualità: avevo dell'impasto avanzato dalla Tarte Tatin e ho pensato di riciclarlo per creare un accompagnamento croccante.
Le dosi che vi lascio servono per due bicchieri standard, che abbiamo mangiato come piatto principale (per una cena leggera, ovvio), ma se intendete servirle come entrée potete distribuire gli ingredienti in 4 verrines piccole. Si possono preparare in anticipo, avendo cura di estrarle dal frigo almeno un'ora prima di consumarle.

Ingredienti:

  • 100 gr di surimi
  • sale alla vaniglia (o sale classico, aromatizzato lasciando una mezza stecca in un barattolino, per almeno una settimana)
  • 100 gr di feta
  • 1 cucchiaino colmo di curry
  • 100 gr di salmone affumicato
  • 2 prese di erbe di Provenza
  • olio evo non troppo forte

Per le torsades:

  • Ritagli di sfoglia
  • Una manciata di erba cipollina sminuzzata
  • Sale Rosa dell'Himalaya (si trova da Carrefour)

Procedimento:

Tagliate il surimi a rondelle, conditelo con un filo di olio evo e una presa di sale alla vaniglia e disponetelo sul fondo delle verrines.

Sbriciolate la feta, lavoratela con il curry e aggiungete l'olio necessario ad ottenere una crema (io ho lasciato il composto un po' troppo secco, è stato l'unico neo di una preparazione, altrimenti, notevole). Distribuite il tutto sopra il surimi.

Sfilacciate il salmone, irroratelo con altro olio e poggiatelo sulla feta. Cospargete con le Erbe di Provenza.

Per le torsades:

Stendete la sfoglia non troppo sottile, distribuite l'erba cipollina e il sale rosa su tutta la superficie e passateci ancora il mattarello per incorporarli. Con una rotella tagliapasta, preferibilmente dentellata (solo per ragioni estetiche) ricavatene delle strisce e avvolgetele delicatamente a formare delle spirali piuttosto lente, perché in cottura la pasta gonfierà e le volute tenderanno a serrarsi.

Infornate a temperatura media fino a doratura.

27 commenti:

Tina ha detto...

E' vero fa proprio scena il tuo antipasto nel bicchiere. Molto bello da presentare agli ospiti. Per le feste un'ottima idea.

Nicole ha detto...

Tesoro ormai ti sei iperspecializzata nelle verrines! sei diventata un bel punto di riferimento! Bellissime anche queste, i colori sono stupendi, anche se non ho idea di cosa sia il surimi!!feta e salmone...idea da rubare subito subito!Un baciottone!

Gloria ha detto...

Nulla da dire, bello è bello. Ma gli abbinamenti sono superlativi, vorrei averne una qui ora - sono patologica, potrei mangiare il pesce crudo a colazione - oltre all'insalata di riso di papà!

manu e silvia ha detto...

Ciao! in effetti abbiamo docvuto rileggerlo almeno tre volte per capire la ricetta ;)
un antipastino composto...ma proprio bello ed originale! ci piace l'idea di servirlo a antale...sai che espressioni potrebbero fare i nostri famigliari abituati al classico??!
un bacione

Onde99 ha detto...

@ Tina: infatti, pensavo proprio al cenone di Capodanno!
@ Nicole: il surimi è una preparazione sotto forma di bastoncini a base di merluzzo, con una piccola percentuale di polpa di granchio e vari aromi chimici e dannosissimi che gli danno il sapore del granchio ;-)
@ Gloria: anch'io mangerei salmone a colazione!
@ Manu&Silvia: la ricetta è semplicissima, solo molto composita!

kristel ha detto...

Ma che meraviglia!!! Il titolo pare quello di un ristorante a 5 stelle. Mi piace davvero tanto stà ricetta. Mi sa che te la rubo per il 24. Le torsade sono davvero carine. Bacioni!

dolci a ...gogo!!! ha detto...

il titolo è davvero lunghino onda ma si mangia al volo per quanto è buono!!!!sei un pozzo di idee golose!!!baci imma

stefi ha detto...

Che antipasto!!!
Particolare come particolari i contrasti dei sapori bravissima Onde!
Buon w.e.!!

Micaela ha detto...

Raffinatissime queste verrines!!! il sale alla vaniglia non lo conoscevo!!! mi sono procurata quello rosa dell'himalaya e quello nero di cipro ma quello alla vaniglia davvero non l'ho mai visto!! devo crearmelo come suggerisci tu, aggiungendo mezza stecca di vaniglia al sale!!! di solito uso questo procedimento anche per lo zucchero! Tornando alla ricetta mi piace moltissimo.... io vado matta per il pesce, i surimi li mangerei anche tutti i giorni, per non parlare del salmone affumicato!!! mi sembrano carinissimi anche per i pranzi natalizi.

Virginia ha detto...

Io mantengo qualche perplessita sul surimi, ma devo dire che questo bicchiere fa proprio la sua porca figura!

Elga ha detto...

Titolone, è vero, ma a me piace! Poi il surimi è il mio tallone d'achille..non resisto!

ilcucchiaiodoro ha detto...

il bicchere con tutti questi colori è davvero molto carino...mi piacerebbe molto assaggiare tutti questi profumi e aromi messi insieme,ma io mentre li trovo tutti questi ingredienti,sono diventata allergica ai cibi....

Mariluna ha detto...

Ondina....titolo lunghetto ma che ti dà una grande voglia di leggere la ricetta, semplice ma interessante per gli abbinamenti...certo un'idea da considerare, io pesce la vigilia in particolare salmone affumicato, il resto é tradizione Calabrese.
Un'abbraccio e buon fine settimana:)

Onde99 ha detto...

Grazie a tutte!
Per le amanti del surimi e per Virginia, che ha giustamente espresso le sue perplessità: a me questo tipo di preparato simil granchio piace moltissimo, ma riconosco che non è proprio sano, di norma lo consumo con moderazione, ma una volta ogni tanto...

Piccipotta ha detto...

sai che adoro tutte le tue ricette perchè sono spre eccezionali.. ma le verrines sono sicuramente le mie preferite.. un bacione Giulia

Wennycara ha detto...

Cara Onde,
io sarei curiosa di vederti in piena ispirazione: una preparazione del genere è affascinante, immagino che rimarrei incantata a vederti frugare in dispensa, scaffali e armadietti alla ricerca dell'ingrediente giusto :)
Neanch'io amo il surimi, sebbene in passato ne sia stata un'estimatrice: adesso ho tutte le mie avversioni industriali etc. che ben conosci.
Magari chissà, potrei sostituirlo con della polpa di granchio? Prosciugandomi le tasche, s'intende, ma Capodanno viene una volta soltanto, no?
Baci,

wenny

Carolina ha detto...

Ah, cara Onde!
Passare da queste parti equivale a frequentare un corso di alta cucina... Riesci a stupirmi tutte le volte con la particolarità e la ricercatezza delle tue ricette.
Io il surimi non lo conoscevo...
Ah, volevo dirti (ma magari già lo sai) che il sale rosa dell'Himalaya si trova anche alle Coop ben fornite (tipo quella di Gavinana).
Buona serata!

Saretta ha detto...

Io come virginia nona mo affatto il surimi( a differenza di quando ero piccola..)..ciò non toglie che questa verrine sia favolosamente costruita ed i sapori armonici.Sostituisco iol surimi con altro pescetto e sono a posto!;)
Bacione

Onde99 ha detto...

@ Giulia, Wenny, Carolina, Saretta: siete carinissime e scusate se per una volta vi ho deluso dicendo "surimi" ;-)

Simo ha detto...

Davvero un titolo altisonante, ma sicuramente perfetto per una bontà simile...me lo segno per altre occasioni però, perchè qua da noi il Natale è rigorosamente a base di carne.......
Un abbraccio

Edi ha detto...

Nel caos dell'ufficio mi sono dovuta concentrare ,in un minuto di religioso silenzio, per capire il titolo! Ho assaporato parola per parola.. e la risultante... squisita!!! buon we

Forchettina Irriverente ha detto...

Che incredibile giro di sali, spezie e sapori (che peraltro adoro). La trovo una preparazione molto affascinante ...

Castagna e Albicocca ha detto...

Ondina mi fai morire con i tuoi titoli!|
Ogni volta me li devo leggere almeno 2 volte per capire bene di cosa si tratta! AHAHAHAHAH
PS so che sono molto in ritardo ma la tua rubrica dedicata alla mamma mi piace molto...vedo però che tra un classico e l'altro ti sbizzarrisci alla grande!
CAstagna

dada ha detto...

Molto raffinato e mi piacce molto la gamma di sapori e poi finiscono con il croccantino :-)
Buon fine settimana

lenny ha detto...

Spettacolare e raffinata questa verrine con torsades finale :))

manu ha detto...

una sola parola: s-p-e-t-t-a-c-o-l-a-r-e!!!!!!!!!!!!!!!!!buon w.e.

La cuoca Pasticciona ha detto...

Ma che cosa vedono i miei occhietti.. complimenti mi ispira un sacco questo piatto...ottimo...