19 apr 2010

Oatmeal Raisin Cookies

Oatmeal Raisin Cookies

Con questa ricetta ho inaugurato uno dei bellissimi libri che mi sono stati regalati per il compleanno: "Buon Appetito America" di Laurel Evans, un volume tutto da scoprire che raccomando caldamente non solo a chi si voglia cimentare in preparazioni di gusto statunitese, ma anche a chi semplicemente voglia approfondire un aspetto così sconosciuto di questa cultura: erroneamente, si pensa che gli Stati Uniti siano la civiltà del fast food, mentre, come sto scoprendo una ricetta dopo l'altra, dietro questa facciata consumista si nasconde una realtà sfaccettata, una commistione di cucine, storie, continenti, vite.
Questi biscotti mi hanno colpita subito, al punto che, in barba alla regola per cui quando c'è in ballo un invito non si fanno esperimenti, forte del fatto che l'invitata ero io e non viceversa, li ho preparati per farne dono a dei cari amici, che, a quanto mi dicono, hanno apprezzato (è anche vero che se così non fosse non mi avrebbero certo detto che i miei biscotti erano penosi), compatibilmente con il fatto che Topy79 si è servito abbondantemente dalle teglie che avevo infornato e anche da quella che avevo riservato a loro. Segno che aveva apprezzato anche lui.
Si tratta di cookies non troppo croccanti e nemmeno troppo dolci, gustosi e pieni di cose buone, perfetti se pucciati nel latte, ma struggenti anche sbocconcellati distrattamente, mentre si legge un libro. Io li ho trovati anche molto divertenti e facili da fare, non fosse stato per la sorpresa di vedere, in poco tempo, le microscopiche polpettine che avevo modellato manualmente, allargarsi a macchia d'olio sulla carta forno.
Distanziatele.
Ingredienti:
  • 100 gr di burro
  • 100 gr di zucchero
  • 100 gr di zucchero di canna (la ricetta indicava lo zucchero bruno, ma in Italia non si trova)
  • 1 uovo
  • 100 gr di farina
  • 1 punta di cucchiaino di sale
  • 1/2 cucchiaino di bicarbonato
  • 1/2 cucchiaino di lievito
  • 1 cucchiaino colmo di cannella
  • 150 gr di fiocchi d'avena
  • 100 gr di uvetta

Procedimento:

Frullate il burro con lo zuccero nel mixer, aggiungete l'uovo e frullate ancora. Mescolate in una altro recipiente tutti gli ingredienti in polvere e uniteli al composto di prima. Amalgamate all'impasto così ottenuto anche i fiocchi d'avena e l'uvetta e riponete in frigo per un'ora.

Scaldate il forno a 190°, quindi cominciate a formare con il composto ormai freddo delle polpettine delle dimensioni di una noce. Poggiatele sulle placche e infornate per 10 minuti.


36 commenti:

Carolina ha detto...

Buongiorno stella!
Come voglio quel libro!!! Ne ho sentito parlare da alcune blogger e mi ha colpita fin da subito. Purtroppo, non ho mai avuto occasione di vederlo in libreria... Ma lo troverò (penso...) senza problemi su internet!
Stamani le foodblogger hanno biscottato quasi tutte! Sono i terzi biscotti che trovo! Io vi adoro... :)
Un abbraccio!

Federica ha detto...

Adoro i biscotti un po' rustici e non troppo dolci come questi, davvero "coi fiocchi"...in tutti i sensi! E con quell'abbondanza di cannella non potrei sicuramente resistere. Hai fatto davvero bene a sperimentare. Un abbraccio, buona giornata

eli ha detto...

Eccoli! proprio ieri sera ho sbirciato Flickr e mi chiedevo quando sarebbe apparsa questa bella ricettina :DDDD
Hai ragione, gli Stati Uniti offrono una gamma di ricette immensa a causa di tutte le loro contaminazioni culturali ed è un peccato ridurli al Big Mac, al Tacchino del giorno del ringraziamento o alle ciambelle di Homer Simpson!

p.s. ora aspetto la zuppetta! ;)

Ale ha detto...

io non faccio mai biscotti e ogni volta che ne vedo muoio di invidia... bacio

Ale ha detto...

io non faccio mai biscotti e ogni volta che ne vedo muoio di invidia... bacio

dolci a ...gogo!!! ha detto...

wow e questo ondina è il libro che fa per me!!adoro i dolci e le preparazioni anglo/americane....questi biscotti cosi particolari li trovo davvero stuzzicanti...adesso mi segno questo libro,lo voglio!!!!!!!!!!!!!!!!bacioni e buon lunedi,imma

Edda ha detto...

Mi hai dato voglia di due cose insieme: i biscotti rassicuranti e quel libro. Come si fa'? Buon inizio settimana

Elisakitty's Kitchen ha detto...

Mi incuriosisci sempre con i libri che acquisti, sarei proprio curiosa di vedere la tua biblioteca culinaria...
E di assaggiare questi biscottini! :)
Buona settimana

elenuccia ha detto...

Sono stata varie volte in america e in effetti ho scoperto che anche loro hanno delle forti radici culinarie, con tradizioni che cambiano da luogo a luogo. Il butto è che nelle grandi città invece è tutto standardizzato e si sono perse le radici.
Già dalla prima ricetta ti invidio molto questo regalo di compleanno :)

Gloria ha detto...

le rare volte che faccio dei biscotti li distanzio sempre molto perchè nei miei primi esperimenti non ero molto pratica e tiravo fuori dal forno un enorme biscottone invece che tanti biscotti! Buoni buoni questi!

Acquolina ha detto...

che buoni! mi sembrano belli croccanti e poi l'avena fa anche bene!
Ciao!
Francesca

manuela e silvia ha detto...

Ciao! ottimi e tutti all'americana questi biscottini allora!!
ce ne passi uno così ti facciamo compagnia??
baci baci

Mariluna ha detto...

Ma si anch'io adoro molto fare i cookies...a si vede che sono buoni, la foto e "struggente"!!!!! ;)

Camomilla ha detto...

Non posso che confermare il fatto che sono superbi, avendo avuto la fortuna di poterli assaggiare direttamente quasi appena fatti! Nell'arco di un paio di giorni li avevamo già terminati da tanto che ci sono piaciuti :)
Devo rifarli anch'io, grazie per la ricetta ;)

Onde99 ha detto...

Grazie a tutti. Fateli fateli fateli, davvero. Li devo rifare anch'io, anzi!!!

Micaela ha detto...

devono essere buonissimi, sono identici ai veri cookies americani... desidero sempre di più quel libro! oggi lo ordino, ho deciso!!!

steval ha detto...

Che buoni, mi piace fare i biscotti per i bimbi a colazione e questi sono davvero invitanti
ciao

Giò ha detto...

amo i biscotti un pochino rustici, questi sono perfetti! per lo zucchero bruno potresti usare il mascobado o il panela secondo me

Onde99 ha detto...

Grazie a tutti
@ Gi� grazie del consiglio, ma dubito di trovarli qui...

UnaZebrApois ha detto...

Belli questi biscotti!!!E ottimi per riciclare quei fondi di fiocchi d'avena che a casa mia non mangia mai nessuno!!!!(li compra mia sorella per la "dieta" e poi lei,furba, mangia i biscotti e l'avena resta lì!!!) :D

PS: beata Camomilla!!!!

Saretta ha detto...

Richiesta seria:posso diventare l'assaggiatrice ufficiale(con rispetto di Topy79) dei tuoi biscotti?Ne sforni uno più buonod ell'altrooooooooo!
bacione

Simo ha detto...

Buoni buoni buoni...che altro dirti?
Me ne mandi qualcuno? Fortunato il Topy....

fantasia in cucina ha detto...

Ciao e buon inizio settimana, bella questa ricetta ideale per iniziare una buona settimana ciao e baci

Milena ha detto...

Con dei biscotti così si va sul sicuro: non ci sono dubbi :))
Violo spesso la regola generale che citi, ma la mia percentuale di successi non è altissima .....

Milena ha detto...

Proverò anch'io il lemon curd senza uova: al contrario di te, mi pace "alleggerire" le preparazioni .....
Concordo sull'ineffabile aroma di vaniglia e limone NATURALI che regalano una sensazione di "benessere psicofisico" e mi piace molto l'idea di usare le calotte dei limoni come contenitori da forno!

GuyaB ha detto...

Buoni!!!!

NADIA ha detto...

La cucina statunitense riserva molte sorprese! Infatti non è solo a base di junk food, ma contempla anche ottime torte, dolci, verdure ecc...
Ottimi anche questi cookies!

Nadia - ALTE FORCHETTE -

Wennycara ha detto...

Anche io tempo fa feci dei cookies, ciocco bianco, fiocchi d'avena e cranberries mi pare, e come te piansi lacrime amare a vedere il composto spatasciarsi in cottura... :)
E' bello leggere libri del genere, "ricettari" dai quali puoi imparare qualcosa della cultura gastronomica del paese a cui ti stai avvicinando, vero?
Quanto ai biscotti che proponi, beh, devono essere fantastici.
Brava e... grazie :)
Un abbraccio,

wenny

Morena ha detto...

I cookies non li faccio da un bel pò...quasi quasi seguo questa versione, mi piace l'idea dei fiocchi d'avena...

ciao Morena

Onde99 ha detto...

Grazie a tutti :-)

stefi ha detto...

Stupendi questi cookies, sarà per l'inconfondibile aroma dlla cannella, sarà per i fiocchi d'avena che uso poco ma mi intrigano veramente, tanto che copio/incollo la ricetta!!!!!!!!!
Ciao Onde baci!!!

Fra ha detto...

Libro davvero interessantissimo e la ricetta che hai scelto per inaugurarlo è davvero golosa. Io per il momento ho sperimentato la apple pie e il pollo fritto: uno spettacolo!!!!
Un bacione
fra

Giulia ha detto...

Tesoro, non penso da un sacco di tempo che la cucina americana sia tutta fast... Ho un bellissimo libro di cucina americana, suddiviso per stati, e quante ricette stupende ci avevo trovato!!!
Condivido in pieno il tuo ppensiero, dunque!
Un bacio

Cris ha detto...

belli i biscotti, e sicuramente anche il libro, ne ho già sentito parlare!devo cercarlo in libreria, mi ispira moltissimo!buona serata :)

Damiana ha detto...

Sembrano squisiti e alcuni dolci americani sono una vera golosità.Condivido appieno quello che dici nel post precedente,un dolce non può essere alleggerito,basta non farlo!La lemon curd è interessante,pechè a volte si sente troppo il sapore dell'uovo,proverò!un bacio Damiana!

terry ha detto...

Ci mancava un nuovo libro nella mia wishlist ;)))
cmq biscottoni stupendi!!!