3 mag 2010

Bread and Butter Cake con Fava Tonka

Bread and Butter Cake con Gocce di Cioccolato e Fava Tonka

Come accennavo giorni fa, non cucino più... beh, non proprio, diciamo che cucino meno.
A parte la mia recente vocazione di restauratrice, ho confermato quella già assodata di frequentatrice di mercati, prati e boschi: mi godo il sole, i fiori, il verde intorno e compro (o raccolgo) sul momento gli ingredienti più freschi per imbastire, arrivata a casa, un po' quello che capita. E a volte quello che capita è che rimaniamo a mangiare fuori.
Questo pudding è la riprova della totale mancanza di pianificazione che caratterizza la mia cucina ultimamente: non avevo in casa alcuno degli ingredienti che mi sarebbero serviti per preparare qualsiasi dessert, ma non potevo resistere al desiderio di infornare qualcosa di dolce. E, malgrado le temperature, avevo voglia di comfort food.
L'unica cosa che ho trovato disponibile era un trancio di colomba con le gocce di cioccolato, regalataci per Pasqua e rimasta per troppo tempo a deperire in dispensa e, non trovandola un granché invitante da consumare in purezza, la migliore soluzione che mi si è profilata è stato il bread&butter pudding.
Il bread and butter pudding non è niente di nuovo, sui blog ne ho visti girare a decine nelle ultime settimane, come efficace e sicuro mezzo di riciclo della colomba pasquale, ma, non so voi, malgrado la sua scontatezza, io continuo a trovarlo il dolce perfetto: facilissimo, poco sporchevole, si prepara in 10 minuti e cuoce senza alcun bisogno di attenzioni, migliora col tempo e permette una quantità pressoché infinita di varianti... pane, brioches, panettone, colomba, latte, panna, uova intere, solo tuorli, aggiunta di altri ingredienti per arricchirlo.
Io ho scelto di usare le uova intere (non ne posso più di albumi in giro per il congelatore), metà latte e metà panna e di enfatizzarne il sapore con una grattugiata di fava tonka.
E dato che è la prima volta che qualcosa contenente fava tonka mi viene bene, mi sembrava giusto rendergli omaggio.
Il nome "Bread and Butter Pudding", mi insegna Trish Deseine, deriva dall'abitudine inglese di spalmare di burro la base di pane o brioches etc prima di coprirla di crema e, personalmente, non mi perdonerò di non aver rispettato questo costume almeno fino al prossimo panettone avanzato.

Uova

Ingredienti:

  • 100 gr di colomba (panettone o altri prodotti da forno, briochati o meno)
  • 200 ml di panna
  • 200 ml di latte
  • 2 uova
  • 2 cucchiai di zucchero
  • 1/2 fava tonka

Procedimento:

Tagliate la colomba (o il pane o le brioches) a fette e adagiatele sul fondo di una piccola teglia.

Sbattete le uova con lo zucchero. Scaldate il latte e la panna fino quasi ad ebollizione, fateli intiepidire, quindi versateli lentamente sul composto di uova, mescolando sempre, per non far cuocere i tuorli. Grattugiate sulla crema una mezza fava tonka e versate il tutto sulle fette di colomba. Lasciate riposare almeno 1/4 d'ora (ma maggiore è il tempo di riposo migliore sarà il dolce), infine infornate a 180° per circa 20-30 minuti.

33 commenti:

Carolina ha detto...

Wow!
Ma da queste parti ci siamo messi il vestitino primaverile, eh?! Scusa, ma venerdì ero in viaggio verso casa e non avevo avuto modo di passare e scoprire il tuo nuovo header. Complimenti a te e a Micaela!
Per quanto riguarda la voglia di cucinare ti capisco perfettamente. Anch'io ho una gran voglia di aria aperta, prati in fiore, fiumi e altro ancora... Sarà la Svizzera?! Probabile...
Buona giornata mia cara.

Simo ha detto...

Ah cara, ti capisco in pieno...pensa che io sarei anche in fase di pulizie primaverili, quelle di fino per intenderci, ma...in realtà la voglia è poca di fare un pò tutto!
Il risultato che hai ottenuto è splendido, comunque...
Buon inizio settimana!

Federica ha detto...

Sarà l'aria della primavera (a dispetto della pioggia) ma anch'io negli ultimi tempi in quanto a voglia di cucinare...da che programmavo tutto con largo anticipo ora mi riduco a pensare all'ultimo momento cosa portare in tavola! Ma a quanto pare l'improvvisazione dà ottimi risultati, se questo è quanto viene fuori! L'avanzo di colomba ha fatto degna fine ;) Un bacio cara, buon inizio settimana

Gunther ha detto...

un bel dolce anche magari per una bella prima colazione

paolo ha detto...

bel vestitino nuovo complimenti!
hai ragione il tuo dolce è veloce e di sicuro effetto e rende piacevole una prima colazione

Wennycara ha detto...

Ondina!!!
Innanzitutto buongiorno :)
Tutto questo conferma le mie aspettative, nate ammirando la fotografia su flickr. E' adattissimo a me, lo sento proprio "nelle mie corde": esco e mi procuro la panna, visto che ne ho la possibilità. Dopo pranzo ti faccio sapere com'è venuto.
Ah, ovviamente non mancherò di spalmare il velo di burro ;)
Un abbraccio,

wenny

Camomilla ha detto...

Prima di tutto permettimi di dire che il tuo nuovo header mi piace un sacco!

Quanto al tuo bread&butter pudding mi ha messo un appetito incredibile, è uno di quei comfort food che non so perché mi sanno di infanzia e trovo molto rassicuranti.

Buona settimana tesoro, a dopo!

Onde99 ha detto...

Grazie a tutti, anche per i complimenti per l'header, che, però, dovete girare a Micaela, perché è lei l'artefice di questo capolavoro!
@ Wenny: attendo notizie e... se puoi, fai dose doppia: sparisce!

Fra ha detto...

Innanzi tutto complimenti per il nuovo header è davvero bellissimo!!!
Tornando alla cucina, anche a me la voglia di cucinare con la bella stagione passa esponenzialmente! Ma davanti a un comfort food di questo tipo non potrei porprio rinunciare alla tentazione di accendere il forno ;)
Un bacione e buon inizio settimana
fra

dolci a ...gogo!!! ha detto...

davvero interessante questo dolce-riciclo che tutto è tranne questo perche lo trovo golosissimo e fai bene tesoro a goderti le belle giornate per cucinare c'è sempre tempo:-)bacioni imms

Saretta ha detto...

Siamo allineate sia per il pudding che per la voglia di stare all'aria aperta.Anche la mi cucina è parecchio improvvisata in questo periodo ma, non posso conduizionare la mia vita al blog no?
Bacione belle, golosissimo il tuo dolcino!

elenuccia ha detto...

Dici che il bread and butter pudding non è niente di nuovo, ma io nella mia ignoranza gastronomica non lo conoscevo :-/ sai che ho anche io un resto di colomba in dispensa? ora ho trovato come utilizzarlo. Così prendo due piccioni con una fava, faccio fuori la colomba e assaggio questo dolce a me sconosciuto :)
Un bacione, elena

terry ha detto...

Adoro il bread and butter pudding
http://crumpetsandco.wordpress.com/2010/04/06/la-mia-colomba-prende-il-volo/
come vedi anche io l'ho fatto con la colomba... ;) ...io ho aromatizzato con acqua di fioti d'arancio... prosisma volta uso la tonka!:)
bacioni!

Gloria ha detto...

Quanto mi piace questo pudding, con la fava tonka...gnam! Bello anche il nuovo header!

manuela e silvia ha detto...

Ciao! molto particolare e dal sapore semplice questo tortino! un riciclo con stile e gustoso!
bravissima!
un bacione

stefi ha detto...

Buongiorno cara,c'è aria di primavera sul tuo blog, complimenti è molto bello.
Molto interessante anche la ricetta per riciclare i vari ingredienti, veramente notevoleeeeeeeeeeeeeeee!!!!!!!!!!!
buon lunedì.

Olivia ha detto...

Beh senti tanto di cappello e tanti complimenti!!!Forse non avevi moltom a casa ma il risultato fa la sua bella figura!!!
E poi come ti capisco io da quando è uscito il sole sono sempre fuori e non cucino, quasi, più!!!!!!!!

Micaela ha detto...

ma sai che anch'io ultimamente ho meno voglia di cucinare e più voglia di godermi il giardino, i fiori, di stare all'aria aperta con Perla... vado un pò a periodi! buonissimo questo dolce, aspettavo ansiosamente la ricetta, mi sembra facile e comoda da preparare, me la segno volentieri!

Acquolina ha detto...

una "buonissima" idea! la fava tonka ormai mi perseguita ma pazienza, forse un giorno la troverò...
Ciao!

Castagna ha detto...

Ondina! Che bello riscriverti! Ho visto l'header nuovo, anche io sono tutta nuova (mi sono rifatta...il blog ahahahah ;-))
Quando c'è sole si sta così bene fuori...Anche se qui sembriamo di nuovo cascati nel grigio...pioggia e temporali ti vien voglia di stare in casetta a mangiare una bella zuppa rustica ;-)
A presto! Castagna
(PS sono sempre Castagna, ma il blog ora è tutto mio ;-) )

Mariluna ha detto...

ecco Trish ci insegna molte cose ;-) e la colomba che mi resta volevo proprio finirla cosi', fava tonka inclusa ^^

BreadandBreakfast ha detto...

per me è lo stesso, ultimamente mi viene solo voglia di insalate fresche erapide, non fosse altro che c'è un blog da mantenere :) però ai dolcetti non si rinuncia, nono, quindi come te ogni tanto il forno o le fruste elettriche le devo accendere per necessità fisiologica! :D anche se non c'è nulla in casa. Il tuo pudding è splendido, ottima idea per dare degna sepoltura (sotto tanta cremina golosa) all'avanzo di colomba :) bravissima

steval ha detto...

INteressante questo tortino e va bene per reciclare la colomba avanzata
bellissima idea
ciao e buon inizio settimana

Cris ha detto...

bellissimo questo comfort food!è proprio una coccola!:)
buona serata

Dodò ha detto...

A me piace moltissimo! Alle volte, quando uso solo pane, spalmo una qualche gelatina tra due fette, poi le taglio a triangoli e procedo. Appoggio la vocazione da restauratrice. Anche a me piace molissimo fare le cose con le mie manine. E poi, diciamolo, si risparmia pure!
Buon proseguimento di lavori!
Dora

Lo ha detto...

anche io...non cucino più..meno...il fuori mi chiama forte...però bello tornare qui e trovare la solita bellezzza e il buono....ma sai che io ho un processo mentale per cui appena leggo favatonka...all'istante visualizzo gli omini di willie wonka che ballano...uh signur

furfecchia ha detto...

Hai saputo utilizzare al meglio la fava tonka, l'ho usata solo una volta e ne sono rimasta colpita!

Per quanto riguarda le vitalbe mio babbo mi diceva sempre quanto fosse buona la frittata ... sai che si usano solo i germogli? ho letto da qualche parte che le foglie più grandi potrebbero essere tossiche...

Onde99 ha detto...

Grazie a tutti :-)
@ Furfecchia: in frittata non le ho mai provate! Sì, hai ragione la vitalba è potenzialmente tossica: io raccolgo solo i germogli molto giovani e li faccio bollire a lungo per spurgare una parte delle tossine. L'importante, credo, è, anche con queste accortezze, non mangiarla troppo frequentemente, tipo due-tre giorni di fila, per evitare l'accumulo di sostanze pericolose!

Damiana ha detto...

Beh anche se non hai spalmato di burro ogni singola fetta,il risultato sembra eccellente.Ma quel profumo che si espande per casa,ma quanto è avvolgente....note di burro,panna,pan brioche..è irresistibile.Bravissima,ti sei goduta il sole,ma hai sfornato un dolcino perfetto!Un bacio Damiana!

eli ha detto...

Spalmare di burro? abitudine tipicamente nordica!
Non so se ti insegno qualcosa di nuovo, ma anche in Francia prima di fare i croc-monsieur si imburrano le fette di pane...sopra e sotto ahahahah!
Quando vado a casa dei miei zii, in tavola c'è sempre il panetto di burro (rigorosamente salato) che si spalma su ogni boccone di pane. Un vero attentato, ma come si fa a resistere?
Il pudding è buonissimo, ottima valorizzazione della colomba!

FEDERICA ha detto...

Ma che bello il tuo blog! Complimenti davvero per le ricette e per le foto splendide!
Posso chiederti quale obiettivo e macchina usi?
Un saluto da Bologna,
Federica.

dauly ha detto...

io sono anomala..cucino più in estate che in inverno, è che mi piacciono tutte le verdurine, le insalatone, le paste fredde, le insalate di riso, il cous cous, il farro in insalata..certo che se avessi intorno casa boschi e prati me ne dimenticherei anch'io..ma ho solo condomini..sigh!!

Alex ha detto...

Uso egregio della fava tonka!