4 feb 2011

Risotto con Cipolle e Cotechino arrostiti

Risotto con Cipolle e Cotechino arrostiti

Da qualche tempo, il nostro pranzo della domenica si è arricchito di un appuntamento importante: la visione della replica di "Il mio giro d'Europa" con Jamie Oliver, su Cielo (trovo che Cielo sia un canale bellissimo).

Per l'appunto, la puntata va in onda proprio dalle 13.00 alle 14.00, il che ci costringe a desacralizzare ancora di più il rituale pasto domenicale, che, non solo non viene consumato in compagnia del resto del parentado, ma, ormai, nemmeno più a tavola, bensì sul divano.

Per completezza di informazione, la domenica di qualche settimana fa abbiamo raschiato il fondo, guardando il programma di Jamie Oliver mentre gustavamo una sua ricetta, questo risotto, appunto. E lì sono scattati, inevitabili, i paragoni: "Ma guarda lui come si diverte, che gusto ci prova, tocca tutto con le mani, spacca i pomodori stringendoli nel pugno, prende gli ingredienti a manciate e li spezza in modo irregolare, mica come te che pesi anche il sale, dadoli le verdure con il righello per essere sicura che tutti i cubetti misurino lo stesso volume e tagli il formaggio con la livella, tutto con coltello e forchetta per non sporcarti le mani" "Amore, lui è un genio e può permettersi di prendersi gioco del cibo, io sono una vestale della cucina e mi accosto ad essa con devozione" "Storie, guarda che bel piatto, ha fatto un gran casino sul tagliere, ma guarda che colori" "Amore, lui ha la troupe per ripulire"...

Niente da fare, il confronto si è risolto con la mia sconfitta su tutta la linea.

Ma il risotto era buono.

Ingredienti:

  • 1 cotechino precotto
  • 1 + 1/4 di cipolla
  • 180 gr di riso per risotti
  • un pezzetto di burro
  • brodo qb
  • parmigiano
  • sale
  • pepe

Procedimento:

Togliete il cotechino dalla confezione e liberatelo del grasso e della gelatina intorno. Infornatelo insieme a una cipolla non pelata per circa 45' a 180°. Fate raffreddare, quindi mondate la cipolla, ricavatene 8 spicchi. togliete la pelle al cotechino. Di quest'ultimo vi occorrerà solo 1/3, il resto potete mangiarlo a fette, con purée o lenticchie, come si fa normalmente. Sbriciolate il cotechino tenuto da parte per il risotto.

Preparate un risotto bianco con tutti gli altri ingredienti, ad eccezione del parmigiano e, verso fine cottura, aggiungete la cipolla e il cotechino. Completate la cottura e mantecate con il parmigiano.


NB: E dopo aver parlato del mio idolo, mi trovo a dover spendere due parole su uno dei personaggi che, invece, più mi infastidiscono per la loro incultura di fondo, la loro superficialità e la loro totale incapacità di fare quello che, a un certo punto della loro vita, hanno deciso, così d'emblé, senza saperne niente, di fare...
Del resto, sempre di maiale si tratta, no?

Se anche voi siete stufi di questo fallocrate che ha riportato il femminismo indietro di 60 anni, andate a cercare qui maggiori informazioni su questa lodevole iniziativa.

18 commenti:

Carolina ha detto...

Io c'ero ieri sera!!!
Ero sintonizzata su Radio Radicchio direttamente da Londra ed ho ascoltato la bella voce della mia Serena. Anzi eravamo in due, perché c'era pure Matteo.
Sei stata bravissima! Hai fatto un intervista molto carina e divertente. Eri spigliatissima! Pareva che nella tua vita avessi sempre lavorato alla radio... ;)
Buon fine settimana!

Federica ha detto...

Io un pomodo non lo strizzerei con le mani neanche se avessi la troupe a ripulire!!! Però peso il sale, per i livitati ma lo peso :))))) Con il cotechino non ho feeling ma la cipolla arrostita nel risotto la proverei più che volentieri e in casa di cipolle ce n’è una bella scorta ^__^ Un bacione, buon we

Patrizia ha detto...

mi piace Jamie, mi piace da impazzire il risotto, mi piace molto questa scenetta...da ride e anche molto!!!

ma purtroppo Cielo non riesco a vederlo da qui :(!!!

buon fine settimana!

Onde99 ha detto...

Grazie a tutti!
@ Oh, Carol (I am but a fool... ), davvero mi hai ascoltata? In realtà ero un po' impacciata, non capivo mai quando era il caso di intervenire e quando era il caso di lasciar scherzare gli speaker tra loro...

lucy ha detto...

e' quello che mi piace di lui, il suo faccino da bimbo curioso e sempre allegro che usa le mani ovunque e fa veramente un bordello ovunque!ma le ricette sono veramente buone!

dolci a ...gogo!!! ha detto...

jamie è un mito io guardo tutte le sue repliche su gambero rosso e lui e nigella sono davvero speciali li guarderei all'infinito e per il tuo risotto wow che mix favoloso e mi piace l'idea del pranzo domenicale sul divano molto intimo e easy:D!!
bacioni imma

elenuccia ha detto...

Noooooo e io che NON sapevo di questo programma :(((( nononoooooo. Mi sa che da ora in poi i miei pranzi domenicali non saranno più quelli di una volta ^_^

Saretta ha detto...

A parte tutto tu sei una vera SIGNORA, e ti immagino troppo raffinata per "violentare "così gli ingredienti!Mi appari come un esempio di rara grazia,guarda che piatto delicati che proponi...Beh, per me vinci tu cara!
Un abcione tesoro

Simo ha detto...

Anche io trovo che cielo sia un canale bellissimo! Come il tuo risottino del resto!

Passiflora ha detto...

Jamie è mitico.. Non vado pazza per il cotechino, ma mi incuriosisce la cottura al forno prima della sbriciolatura nel risotto.. probabilmente asciuga un po' tutto quel grasso umidino che è il motivo per cui preferisco i salami normali :) o le salsicce cotte!
per provarlo se ne riparla l'anno prossimo, finite le feste, gabbato il cotechino! :)
ps: ho perso l'intervista, sob

( parentesiculinaria ) ha detto...

Il tuo paragone del genio e della vestale lo capisco benissimo. Anche io mi son trovata in altre occasioni e essere colpita da come alcuni trattano alimenti, animali, oggetti. Ma poi ho riflettuto sul fatto che loro li vivono in modo particolarmente intimo e possono permettersi farlo. Lo facesse uno alle prime armi ci infastidirebbe alquanto.
D'altro canto è anche un modo più carnale di vivere il cibo e questo ci fa pensare anche al nostro atteggiamento nei confornti di esso...
Insomma, sarà pure maiale, ma ne suscita di pensieri folososfici! :)
E ovviamente non mi riferisco al secondo maiale citato. Quello ne suscita di altro tipo...

raffy ha detto...

carissima... con questo risotto mi prendi proprio per la gola, troppo buono, segno segno!!!

Lia ha detto...

ma lo guardi Hells's Kitchen?Un pazzo tra i fornelli, Cielo sta diventando il mio canale preferito!!!Buono questo risottino e bella l'idea di mangiare sul divano, meraviglioso.

Cinzia ha detto...

Jamie Oliver non so chi sia, ma il risotto mi ispira tantissimo! Ciao

Manuela e Silvia ha detto...

Ciao Onde, prima di tutto grazie per i complimenti che sempre ci fai!
Proprio un risottino che rimanda alle feste: d'altronde abbiamo provato il cotechino in molti primi piatti, ed un risotto non ci sembra davvero una cattiva izea..anzi!!
un bacione

Silvia ha detto...

io trovo che ogni tanto, mangiare sul divano anche davanti alla tanto criticata tv sia un toccasana! E a volte lo facciamo anche noi, è rilassante, divertente, e pure romantico! Questo risotto ispira bontà...e l'iniziativa è mitica, anche se, come leggevo in un post di chamki giorni fa, poveri maiali...avrebbero decisamente ogni ragione di sentirsi offesi dal paragone con il fallocrate.

Claudia ha detto...

IO sono come te, peserei anche il tanto agognato "pizzico di sale" che incastrano in tutte le ricette...però non posso che ammirare coloro che eseguono le ricette con molta più libertà e semplicità sfornando comunque degli autentici capolavori! Ma ovviamente ammiro anche te, che ogni volta ci presenti una nuova e sfiziosissima ricettina...come questo risotto: semplicemente irresistibile!

fantasie ha detto...

Rientra anche fra i nostri beniamini... solo che io lascio le sue ricette al mio dolce doppio... io faccio quelle di Nigella... non ti sembra un'equa divisione dei compiti? ;)