11 lug 2011

Nasi Goreng di Riso Selvatico Semintegrale con Salsa di Peperoni

Nasi Goreng di Riso Selvatico Semintegrale con Salsa di Peperoni

Adesso magari i puristi mi diranno che il nasi goreng non si fa così e io non posso che chinare il capo, perché la ricetta originale mi aveva talmente impressionata, tanto mi sembrava difficile, che questa me la sono inventata di sana pianta, facendo salvi solo 3-4 principi base. In pratica ho eliminato un bel po' di verdure e ho sostituito il basmati con del riso rosso selvatico della Camargue, una qualità che amo molto, che avevo già avuto modo di acquistare sul posto, durante una minivacanza, e che ho ritrovato qui. Ormai, credo, tutti conoscete questo tipo di riso, compatto e croccante, che ben si adatta ai piatti etnici e, cosa non da poco, ad essere cotto in anticipo, perché, anche riscaldato, si mantiene consistente e saporito.
Che poi è quello che ho fatto con questo piatto, non avevo davvero voglia di ridurmi all'ora di cena con: riso da cuocere, cipolle da soffriggere, pollo da saltare e mandorle da tostare.
Quel sabato dovevo fare così tante cose, tutte di importanza fondamentale, quali: riposino pomeridiano, shabbying dell'angoliera rubata (dal furgoncino) accanto al cassonetto, che ho dipinto di un bellissimo rosa antico, secondo me molto fine e che Topy definisce "da casa squillo", scrub alla vaniglia, giratina con Mirto... meglio, decisamente, scegliere una ricetta che permetteva di portarsi avanti con i tempi!
Il risultato ci è piaciuto tanto, ma proprio tanto e, con una buona tazza di Darjeeling Twinings è stato un bellissimo modo per concludere una giornata così intensa!

L'abbinamento con il the potrebbe lasciare perplessi, ma secondo me i piatti orientali si sposano molto bene con questo tipo di bevanda, consumata in ciotoline e non in tazze, tiepida e non dolcificata, in particolare con un monorigine come il Darjeeling, considerato "lo champagne dei the", per la sua raffinatezza e per il retrogusto di uva moscatella.

Darjeeling

Sottobicchere: Creativitavola

Per evitare le conseguenze deleterie dell'assunzione di teina la sera, sapete che è sufficiente lasciare il the in infusione più a lungo? E'un trucco che mi ha passato la mia zia, che lo ha imparato durante il corso di specializzazione in agopuntura, alla Scuola di Medicina Cinese: in questa maniera i tannini, che si sprigionano in un secondo momento, vanificano gli effetti eccitanti della teina, permettendo quindi, ovviamente cum grano salis, di assumere il the anche dopo le classiche 5 'o clock.

Ingredienti:
Procedimento:
Tagliate il petto di pollo a dadini e mescolatelo con metà del nasi goreng e la Misticanza di Fiori. Girate bene, affinché tutti i pezzi ne siano avvolti e lasciate marinare per circa due ore.
Cuocete il riso, coperto d'acqua leggermente salata a filo, per 20' in pentola a pressione (o 40 in pentola tradizionale).
Intanto, affettate molto finemente la cipolla (per un risultato più accurato, senza rischiare di rimetterci le dita, potete usare il Salvadita della linea "I Genietti", distribuito da Ipac) e fatela imbiondire nell'olio di semi, con il resto del nasi goreng. Aggiungete il pollo e fatelo rosolare. A parte, tostate le mandorle fino a farle diventare croccanti e unitele al pollo. Aggiustate di sale.
Quando il riso sarà cotto, scolatelo se necessario e versatelo nella padella con gli altri ingredienti. Saltatelo per amalgamare e servite con la Salsa di Peperoni a parte o a guarnire la sommità del piatto.

27 commenti:

sulemaniche ha detto...

il riso rosso è delizioso, concordo con te..adoro la tua ricetta!

dolci a ...gogo!!! ha detto...

Tesoor non sono una purista di questa preparazione perche il nasi prima di vederlo da te nemmeno lo conoscevo :D quindi per me la tua preparazione è perfetta cosi com'è la trovo veloce facile e gustosissima quindi per me sarà il nasi di serena!!!!Bacioni,Imma

Micaela ha detto...

Buongiorno tesorina, non conosco questa ricetta ma mi piace già a primo impatto. Curioso l'abbinamento con il the, l'ho sempre e solo bevuto con i dolci. Non sapevo che lasciandolo di più in infusione diventasse meno eccitante, io nella mia ignoranza in materia facevo esattamente il contrario! L'angoliera secondo me è bellissima, sono curiosa di vederla... la tua casa dev'essere un gioiellino con tutte le modifiche che hai fatto!

lucy ha detto...

perfettamente ragione l'uso del thè
con piaatti orientali si sposa alla perfezione e a me piace sorseggiarlo.mi mancavano le tue sperimentazioni!

Federica ha detto...

Il nasi goreng è una ricetta che propri non conoscevo e la tua proposta mi affascina già a partire da quel riso rosso con misticanza di fiori. Ne è venuto fuori un piatto unico profumatissimo. Bacioni, buona settimana

Kitty's Kitchen ha detto...

Quante me ne fai scoprire cara Sere! Ogni tuo post è un tripudio di profumi abbinamenti e colori. Buona settimana

kristel ha detto...

Che bel piatto. Secondo me il tè ci stà benissimo in un piatto dal sapore esotico come questo qui!! Ma lo sai che io invece sapevo che se si lascia il tè in infusione per più di 3/4 minuti diventa più forte?
Un bacione!

elenuccia ha detto...

Anche io abbino sempre il thè ai piatti etnici, trovo che sia perfetto per esaltare i sapori speziati.
Sai che non conoscevo questo Nasi Goreng? devo assolutamente provarlo!

Edda ha detto...

Mi hai fatto viaggiare...un piatto pieno di gusto! Buon inizio settimana

Wennycara ha detto...

Mah, senti, a me una ricetta che inizia per "nasi" mi fa impazzire. Che sia modificata o meno poco importa, e comunque se la modifichi tu per me va benissimo!
Un abbraccio,

wenny

Patrizia ha detto...

Ecchiseneimporta della ricetta tradizionale (buonissima, in effeti, ma davvero complessa): Questa tua versione è deliziosa!
ottima scelta quella di dedicare il tempo agli impegni, sereni, del sabato (ma come mi incuriosisce quel mobiletto!!!) E d'accordo con te sul tè. Indispensabile con i piatti orientali.
Un abbraccio!

pips ha detto...

mai provato il riso rosso... e mai sentito parlare di nasi goreng! sembra tutto molto interessante, sei un libro aperto :) ah, e che bello il rosa antico...

Romy ha detto...

La ricetta è squisita!
Hai fatto bene a dare la dritta sull'infusione del tè, è giustissimo e verissimo quello che ci suggerisci: tante persone sono convinte che facendo un'infusione più "frettolosa" il tè risulti più leggero...niente di più falso! In quel modo si ha soltanto un tè più sciapo, meno ricco di nutrienti e dei tanto benefici tannini, che non solo equilibrano l'assunzione di teina, ma la rendono più lenta. Ecco perchè il caffè dà una vera "botta" di caffeina, destinata ad esaurirsi presto, mentre un tè ben fatto, preparato secondo i tempi giusti ( teina e caffeina sono la medesima cosa! ) dà lucidità, ma non agitazione. Scusa se mi sono dilungata, ma ci tenevo! baci e brava

raffy ha detto...

lo provo, lo provo, lo provoooooooooo!!! che meraviglia tesoro!!

Luciana ha detto...

Buongiorno Serana cara, nenche io conoscevo la ricetta ma da come l'hai presentata sembra perfetta!!! c'è un non so che di mistico nelle tue preparazioni e questo mi piace molto!!! Ti auguro una buona settimana :)

Lia ha detto...

Apperò, non la sapevo la storia della teina...tolto il fatto che sono assuefatta quindi potrei prenderlo anche alle 23 un tea e andare a dormire alle 23.05.
La tua cucina mi piace sempre un sacco, sei un pozzo di idee nuove da cui attingere a piene mani!

lerocherhotel ha detto...

ci piacciono sempre molto le tue ricette! E questa non fa eccezione!

giulia ha detto...

Che bonta'!!!!!

eli ha detto...

Teina e caffeina su di me non hanno alcun effetto e spesso pasteggio con il the, soprattutto d'inverno. La dritta sul the la terrò comunque presente!
Andrò a documentarmi sul nasi goreng che fin'ora ha solo rappresentato una pietanza dal nome buffo di cui ignoro tutto! ;)

Onde99 ha detto...

Grazie a tutti, scusate la fretta, ma oggi è giornata campale!

Mau ha detto...

Anche a me piacciono le ricette che si possono preparare in anticipo! Così quando le mangi hai già dimenticato la "fatica" e ripulito il pentolame vario, facendoti sentire -insensatamente- riposata :D
Buono questo riso, non sarà la ricetta in purezza ma poco importa!
Grande la dritta per debellare la teina, la ignoravo totalmente!

Simo ha detto...

Non conosco per niente la cucina orientale, sono una schiappa, perdono...
ma mi ispira, sai? Oh se mi ispira....

viola ha detto...

cara Serena, in quanto a the, faccio pena, non li conosco per niente e ne bevo pochissimo :(
Con tutto il resto invece mi trovi in grande sintonia :D
Piatto delizioso....
Un bacio

sississima ha detto...

Il riso rosso non l'ho mai sperimentato, la tua ricetta mi invoglia però...ciao SILVIA

Glu.fri cosas varias sin gluten ha detto...

Non so se si faccia cosí ma io lo faró cosí il Nasi Goreng: mi piace tutto ! Gli odori, i sapori...meraviglia..

Gio ha detto...

mi piace la tua versione, ammetto che il riso rosso mi fa impazzire e la salsa di peperoni la trovo una goduria! :D

Milen@ ha detto...

Devo ammettere che non conoscevo questo piatto e ti ringrazio per le precisazioni che mi fanno apprezzare entrambe le versioni :D
Grazie per la dritta sul tè :D