18 lug 2011

Pomodori Ripieni in Crosta di Formaggio al Peperoncino

Pomodori Ripieni in Crosta di Formaggio al Peperoncino

Qualche settimana fa, a Sestola, avevo comprato una bellissima cassa di pomodori costoluti: enormi, maturi, polposi e saporiti. L'avevo comprata principalmente per la cassetta di legno, perfetta per essere ripulita, verniciata e decorata: un vassoio perfetto, se mai troverò il tempo di restaurarla.
Il mio rapimento per il carico di promesse stilose che la cassetta racchiudeva mi ha del tutto impedito di considerare le difficoltà, per due persone, di consumare una tale quantità di pomodori... per due settimane abbiamo mangiato pomodori in ogni veste: insalata semplice, insalata di pasta, riso freddo, sugo, panzanella... Lo spettro di Re Pomodoro, personaggio immaginario e temibile inventato da Topy 79, si aggirava per il frigorifero e per la casa, pronto a punirci se ne avessimo lasciato andare a male anche solo uno... non si poteva rischiare di incorrere nella sua ira!
Per dar fondo alle scorte, è stata la mia immaginazione a dover entrare in gioco... ho pensato a uno dei piatti estivi che preferisco, le verdure ripiene, e ho cercato di trarne un'idea diversa, una sorta di matrioska, in cui la farcitura filante di Kremina, della quale vi ho già parlato per cantarne le lodi, tanto ne apprezzo la consistenza avvolgente e il sapore deciso, fosse racchiusa nelle scodelline di pomodoro, ma, a loro volta, queste fossero ingabbiate in una crosta formaggiosa, che richiamasse il loro ripieno, ottenuta sostituendo, nella ricetta classica della brisée, un quarto della farina con il grattugiato Inalpi, un praticissimo preparato a base di formaggi duri già grattugiati, che, nelle ricette più complesse, mi risulta molto comodo, perché mi permette di risparmiare un passaggio. Devo dire che è stato uno dei piatti più riusciti della stagione, certo, occorre accendere il forno, ma ormai da anni vi ripeto che ho la fortuna di poter contare su un fornetto di queli piccolini-ma-che-fanno-tutto, senza scaldare eccessivamente l'ambiente e comunque, grazie al previo passaggio al microonde dei pomodori, la fase di cottura si riduce molto. E poi, via, basta infornare a freddo, trasferirsi in un'altra stanza e tornare dopo venti minuti. Il tempo di sfornare una teglia profumatissima, piena di tante cose buone, che si possono consumare anche a temperatura ambiente, anzi, direi che rendono anche meglio.

Ingredienti:
  • 2 grossi pomodori costoluti (ma dipende dalla grandezza, fate la prova tagliandoli a metà e disponendoli nella tortiera che intendete usare per la quiche: usate quelli necessari a coprire il fondo)
Per la brisée
Per il ripieno:
Procedimento:
Per prima cosa tagliate a metà i pomodori e passateli al microonde per 10' alla massima potenza. Lasciateli raffreddare e, nel frattempo, preparate la pasta brisé, frullando al mixer tutti gli ingredienti, fino a formare delle briciole. Se necessario aggiungete un goccio d'acqua. Fate riposare in frigo una mezz'ora. Rovesciate le briciole sul fondo di una tortiera imburrata e compattatele con le mani per formare il fondo e i laterali.
A questo punto vuotate i pomodori, facendo ben attenzione a non rompere la buccia. Io mi sono trovata bene usando l'Assaggino, un utensile della linea I Genietti, distribuito da Ipac, che nasce come cucchiaio/forchettone per facilitare l'assaggio della pasta in cottura, ma che, per la particolare forma e misura dell'incavo, mi ha aiutata molto a scavare la polpa senza fare danni. Non buttate via quanto estratto, ma mettetelo da parte, in frigo o in freezer, se i pomodori sono ben sugosi potrà costituire una buona base per un condimento.
Scolate un po' i pomodori e disponeteli sul fondo di brisée. Versate in ciascuno un po' di pangrattato, per assorbire l'eventuale liquido in eccesso, quindi riempiteli con la caciotta dadolata e le olive nere sgocciolate. Mettete qualche cubotto di caciotta anche negli spazi tra un pomodoro e l'altro.
Grattugiate la bottarga e mescolatela con il pangrattato rimanente. Cospargetene la superficie dei pomodori e completate con un giro d'olio.
Infornate a 180° per circa 20 minuti.

23 commenti:

dolci a ...gogo!!! ha detto...

Un bel modo di consumare i pomodori davvero una ricetta che mi intriga moltissimo e poi i pomodori sono proprio il simbolo dell'estate certo consumarne una cassetta nel minor tempo possibile è una bella impresa:D!!!Sempred deliziose Serena le tue ricette poi la cassetta riadattata c'è la farai vedere vero?Bacioni,imma

Fr@ ha detto...

Deve essere deliziosa. Complimenti.

lacucinaincantata ha detto...

ehi Serena! gran bel piatto!! a Sestola ci si va anche per i funghi anche se adesso e' presto.. anche io voglio vedere la cassetta!!
anna maria

Mary ha detto...

Interessante questa ricetta oltre la sua particolarità , brava!

Wennycara ha detto...

Come ti capisco: molto spesso anch'io compro senza troppa attenzione... per l'insieme :)

wenny

Lady B. ha detto...

Sempre ricette intriganti e particolari. Ottima maniera di usare i pomodori! Complimenti e buona settimana!

Kitty's Kitchen ha detto...

Non dimenticare di farci vedere il tuo vassoio shabby dopo il restauro però. La ricetta mi piace molto pomodori ripieni e torta salata che si incontrano nello stesso piatto. Ottima idea

Saretta ha detto...

Ma che super trovata!!!!mi pisce da matti.In casa vostra la fantasia non manca proprio ;)
bacione

sulemaniche ha detto...

della serie non si butta via niente..uso tutto e riciclo tutto, brava noi apprezziamo immensamente tutte queste iniziative culinarie e non e naturalmente le scopiazziamo volentieri, quando potrai facci vedere il vassoio!

kristel ha detto...

Trovo che sia un'ottima cen ao anche un contorno perfetto. Mi paicciono molto i pomodori ripieni, li trovo davvero sfiziosi.
Complimenti per i restauri che fai, io vorrei provare ma mi sa che il risultato sarebbe una gran bella ciofeca... :)

Federica ha detto...

I pomodori costoluti sono una delle cose che più mi manca da quando sono lontana da casa. Fortuna ieri è arrivato il rifornimento della mamma :) Hai trovato un ottimo modo di utilizzarne un po'. Questa torta salata promette il bis...ma anche il tris! Anche bella da portare in tavola. Un bacio, buona settimana

Manuela e Silvia ha detto...

Ciao Onde! noi amiamo molto i pomodori e inq eusta stagione ne facciamo delle vere scorpacciate! non conoscevamo questa tipologia, ma ci semrba molto particolare ed azzeccato il tuo utilizzo: una bella e croccante tortina, con un ripieno semplice ma molto gustoso e con una nota di formaggio morbido!
Poi..quando si parla di torte salate...noi siamo in prima fila ;)
bacioni e buon inizio settimana

ELel ha detto...

Mi piace la tua inventiva, questa torta è davvero invitante e originale!

Lia ha detto...

ottima idea per me che non posso mangiare i pomodori crudi, quasi quasi te la copio!!

Fra ha detto...

Mi inchino davanti alla vontà di questo piatto...da strapparsi i capelli!
Un bacione e buon inizio settimana
fra

lucy ha detto...

ottima questa ricetta estiva e mi piace l'aggiunta della bottarga!

Micaela ha detto...

hai avuto proprio una bella idea! mi incuriosisce troppo la brisèe fatta con il formaggio! mi fa venire in mente il sapore dei biscottini al parmigiano provati tempo fa... questa mi sa che me la faccio per stasera però non ho i pomodori costoluti, proverò a farla con i ciliegini visto che ne ho tantissimi e ti farò sapere!

raffy ha detto...

troppo buona... segno la ricetta!! mi hai fatto venire una fame solo a guardare...

pips ha detto...

anche a me a volte capita di prendere cose solo per il loro contenitore, che, con qualche modifica, può diventare davvero bello! Intanto tu con questi pomodori hai sfornato una meraviglia ;)

Mau ha detto...

Mmh.. Pomodori... Formaggi... Direi che bastano a farmi venire la bavetta! :D
I pomodori non sono mai troppi, anche in due riuscirete a consumarli tutti! Io dovrei starci lontana per il nichel, ma onestamente in estate non riesco a privarmene e anzi ne abuso... La ricetta è fantastica!

Ribes e Cannella ha detto...

Sembra una ricetta davvero gustosa! Complimenti per il blog,lo seguo da un pò e ho sempre trovato ricette interessanti :) a presto!

Le Temps des Cerises ha detto...

Ciao, che bello il tuo blog! da oggi ti seguo :-) Ottima l'idea di questa torta salata!
a presto
Camy

annaferna ha detto...

di' la verità...mi hai mandata "qui" per farmi sbavare anche con questa ricetta....evvabbene!!
^_^
baci