21 nov 2011

Pennette con Ragout di Speck e Mela alle Nocciole

Pennette con Ragout di Speck e Mela al Ginepro e Nocciole (2)

Sto passando delle settimane lavorative, vi assicuro, massacranti. Di lavoro ce n'è a iosa e di questo, mi rendo conto, devo ringraziare la mia buona stella, ma non posso fare a meno di pensare che in una situazione così critica come quella attuale, gli sforzi da fare per mantenere il livello delle proprie prestazioni e di quelle aziendali al minimo sindacale, sono triplicati rispetto a quelli necessari dieci anni fa.
Dal lunedì al venerdì ho letteralmente il nodo alla gola.
E vi giuro che quando, sabato mattina, mi sono accostata alla preparazione di questo piatto, non ero del tutto sicura che sarei riuscita a mangiarlo.
Non so cos'abbia fatto la magia: forse la sapidità dello speck, forse il sapore acidulo delle mele, forse, ancora, la croccantezza delle nocciole, fatto sta che al solo sentirne il profumo il mio nodo si è sciolto e ho divorato la mia porzione con un sano appetito da leonessa. Con la differenza che, anziché nella Savana, mi sono sentita trasportare in un bosco profumato di ginepro...

322 - Forst

Ingredienti: 
Procedimento:
Tostate brevemente le nocciole in una padella antiaderente o in Cerailon (per me questa) e pestatele grossolanamente in un mortaio.
Fate fondere il burro di cacao, unite le bacche di ginepro leggermente schiacciate con le dita, lo speck e fate soffriggere a lungo.
Versate la salsa, una tazza d'acqua e fate ritirare.
Nel frattempo cuocete le pennette secondo le istruzioni sulla confezione, scolatele bene e distribuitele nei piatti. Condite con il ragout di speck e sormontate ogni porzione con le nocciole tostate.

356 - Thurn und Taxis Schloss


28 commenti:

Benedetta Marchi ha detto...

Magico è sicuro magico questo sughetto...un abbinamento insolito che mi attira e intriga...complimenti cara!

Mary ha detto...

Buonissimo questo sugo cosi interessante e stuzzicante.

raffy ha detto...

che primo speciale...lo voglio provare!!!

✿✿La prova della cuoca✿✿ ha detto...

un primo molto invitante;)

dolci a ...gogo!!! ha detto...

L'ironia della sorte sere è poroprio qulla chi ha un lavoro deve sgobbare il doppio per tenerselo...che cosa brutta....questa pasta invece è cosa buona e giusta:-)!!!!!moooooooolto invitante,bacioni,imma

annaferna ha detto...

ciao Serena cara
questo piatto è speciale!
Amo le bacche di ginepro che sto cercando da un po' qui da me, ma invano.
Il loro profumo mi riportano all'infanzia quando mio papà andava a caccia nelle riserve nella ex Jugoslavia e portava a casa anche i rami e le bacche di ginepro!!
E con questa ricetta mi hai regalato un tuffo nei ricordi più belli nascosti nel profondo del mio cuore!
baci e buona settimana (non ti stancare troppo!!!) ^_^

Amaradolcezza ha detto...

Un buon piatto che emana dei profumi cosi buoni e rilassanti è il massimo per coccolarsi un po'
Ti abbraccio forte
Giulia

kristel ha detto...

Dopo una settimana dura ci vuole qualcosa che ci conforti. E questo piatto ne ha tutta l'aria. Un abbinamento da provare. Buona settimana ^__^

lucy ha detto...

che bel piatto!io ne sono rimasta affascinata e secondo me hai trovato un equilibrio perfetto!

Chiara e Marco ha detto...

Ci credo che ti ha sciolto il nodo! :) dev'essere ottima!
Ho appena scoperto il tuo blog ma mi piace molto! E sto frugando tra le ricettine!

Marco di Una cucina per Chiama

Saretta ha detto...

Serena cara, mala tempora currunt, dobbiamod avvero tener duro.Anche questa volta è stato confermato il potere taumaturgico del cibo, specie se cucinato con amore e dedizione.
Ti abbraccio ed auguro una settimana lieve
Sara

Acquolina ha detto...

che gusto, buonissima!!!
un bacio :-)

elenuccia ha detto...

Eccicredo che ti sia venuta una fame da leonessa :)
Sai che non avevo mai sentito parlare di questo sugo alla mela? molto interessante!

Passiflora ha detto...

sul lavoro ti capisco, ma non rischio mai l'inappetenza (semmai mi passa la voglia di cucinare per la stanchezza!) e cmq w la pastasciutta!

Daniela ha detto...

Adoro la pasta e questa è favolosa e di gran classe la presentazione.
Ciao Daniela.

Giada ha detto...

Come sempre crei dei piatti favolosi, particolari e di grande effetto! MI piace tantissimo!

Giada ha detto...

Come sempre crei dei piatti favolosi, particolari e di grande effetto! MI piace tantissimo!

Ribes e Cannella ha detto...

che piatto meraviglioso, credo mi piacerebbe proprio tanto :)

Deborah ha detto...

Beh, davanti ad un piatto simile è assolutamente impossibile non avere appetito ;-)

Anonimo ha detto...

Ciao Serena! che ragù originalissimo e certamente più pratico da preparare!
intrigante il tocco croccante e finale delle nocciole!
baci baci
manuela e silvia
Spizzichi & Bocconi

Ombretta ha detto...

Ciao Serena, questo piatto ti e'venuto fuori benissimo e ci credo che li hai divorato ! Bacioni

Titti ha detto...

MI stra piace questo sughetto!! Specie per quelle due manciate di nocciole :) bacioni

Ely ha detto...

il sugo è insolito, ma come abbinamento è intrigante! e che dire di quella grattugia che stà li perfettametne immobile? mi piace da impazzire :-) baciii

Micaela ha detto...

non parlarmi di lavoro in questo periodo.... ci credo che con questo piatto è sparito il nodo alla gola... sarebbe sparito anche a me! :-)

Simo ha detto...

Sei la maga delle sperimentazioni! Vorrei avere un briciolo del tuo coraggio culinario.......
baci!

sere ha detto...

bellissima quella panca di legno nel bosco. Sembra magica, uscita da un libro di favole. Fa venir voglia di perderci del tempo sopra a sognare ad occhi aperti...

Nick e Dana ha detto...

Ben trovata!!!! Blog bellissimo lo visiterò con più calma, ma mi sono unita ai tuoi lettori fissi se vuoi passa a trovarci e se ti va unisciti anche tu ci farà piacere. A Presto I cuochi di Lucullo

Atmosfera Italiana ha detto...

Interessante abbinamento, sicuramente da provare ..... :-))))
Carla