27 feb 2012

Patatine Finte Fritte e Finta Wiener Schnitzel

Patatine Finte Fritte e Finta Wiener Shnitzel (2)

La prima volta che ho assaggiato una Wiener Schnitzel avevo 7 anni e mi trovavo in un ristorante di Mayerling che sembrava uscito dal set de "La Principessa Sissi". Si trattava del locale preferito dallo sfortunato figlio dell'infelice imperatrice e persino il pianoforte e il relativo sgabello erano rimasti intatti, nella stessa identica posizione in cui lui li aveva lasciati l'ultima volta che vi si era seduto per l'estrema "esibizione", poco prima di darsi, nella palazzina di caccia poco lontana, la morte tragica con cui avrebbe suggellato la sua vita disgraziata e il suo amore impossibile, con l'amante Maria Vetsera, che la ragion di stato gli aveva impedito di sposare, affiancandogli invece una donna di nobili natali, ma ordinaria. Ero solo una bambina e la triste storia dei due innamorati mi aveva molto avvilita... ma le favole non dovrebbero avere tutte un lieto fine? Perché non erano scappati insieme lontano, in una modesta casetta ombreggiata dagli alberi maestosi del Wiener Wald, e non si erano regalati una vita felice? E perché la tenebrosa monaca carmelitana che avevo intravisto dietro la grata che separava la parte della palazzina di caccia adibita a museo da quella riservata al convento, non poteva parlare? La mia mamma, la cui formazione religiosa lascia molto a desiderare, ma che conosce a memoria l'albero genealogico di tutte le famiglie reali del passato e attuali, e il mio babbo, che certe istituzioni le contesta apertamente, mi avevano dato spiegazioni confuse a proposito di "scemenze cattoliche" e "noblesse oblige". 
Come sempre, il lieto fine dobbiamo costruircelo da soli. E fu così che finimmo in un ristorante rétro, per mangiare una wiener schnitzel con patatine fritte "comme il faut".
Quella che segue, invece, è una ricetta per realizzarne una versione finta, ma altrettanto gustosa e più salutare.
Le patatine finte fritte sono una strepitosa idea di Bill Granger e ti assicuro che non hanno niente da invidiare a quelle vere.
Sbucciando le mie Desirée di Montagna, di cui ti ho già raccontato qui, ho scoperto che alcune erano viola. Ovviamente sapevo che esistono patate viola, ma, dato che, prima di sbucciarle, sono indistinguibili da quelle tradizionali, imbattermi in loro è stata una bellissima sorpresa.
Ti auguro di avere la stessa fortuna.

Patatine Finte Fritte e Finta Wiener Shnitzel

Ingredienti:
Procedimento:
Per prima cosa, precuoci le patate: se sono piccoline puoi avvolgerle singolarmente nella pellicola e passarle al microonde per un minuto alla massima potenza; lasciale raffreddare nel microonde e, quando saranno maneggevoli, sbucciale e tagliale a bastoncini; altrimenti, se sono grandi o medie, ti conviene pelarle e tagliarle a bastoncini da crude e scottarle per 5 minuti in acqua bollente.
Disponi i bastoncini in una teglia, in un unico strato, irrorali con l'olio e insaporiscile con il preparato per arrosti (o per patate). Inforna a 200° per circa 25 minuti, quindi cospargile con metà della ricotta salata e rimettile in forno per altri 5 minuti, insieme alle cotolette.
Completa con il resto della ricotta.
Come puoi vedere, ho omesso il sale, perché la ricotta che ti ho indicato è già piuttosto sapida di suo. Se utilizzi un altro tipo di formaggio, come il parmigiano suggerito da Bill Granger, regolati in base ai tuoi gusti.

24 commenti:

Stefania Orlando ha detto...

Anche a me non piacciono le storie che non abbiano un lieto fine...e queste patatine invece ne faranno una ottima, nella mia pancia :-)

dolci a ...gogo!!! ha detto...

La storia è tristissima ma le patate sono invece pura felicità per il palato tesoro!!bacioni,Imma

Carolina ha detto...

Sere a proposito di Bill Granger, hai i suoi ultimi libri? "COSA MANGIAMO OGGI?" e "CUCINARE IN RELAX"? Come sono? Sono gli unici due che mi mancano di questo autore e proprio ieri mi chiedevo come fossero...
Grazie e buon lunedì!

eli ha detto...

Una specie di Giulietta e Romeo austriaci!
Meglio la composizione artistica delle patate, viola e giallo sono stupendi!
Io non friggo mai, perciò approvo pienamente la ricetta!

raffy ha detto...

tesoro mio io adoro il finto fritto...almeno non mi sento in colpa...ahah! che delizia questo piattoooooooo! mi ci fionderei dentro!

raffy ha detto...

tesoro mio io adoro il finto fritto...almeno non mi sento in colpa...ahah! che delizia questo piattoooooooo! mi ci fionderei dentro!

kristel ha detto...

Le patate viola sono stupende! Super fashion!!! Le voglio anche io. Le cerchero'.
E' bello sostituire ogni tanto al fritto vero un piatto altrettanto buono e sfizioso ma più sano e light! :)

Benedetta Marchi ha detto...

che storia.... :((
mi consolo con queste belle patate colorate... un abbraccio forte!

Federica ha detto...

Ogni favola che si rispetti dovrebbe avere un lieto fine, questa fiaba qui non mi piace mica tanto :(!
Invece mi piace un sacco l'idea delle patate fritte finte ma buone vero ^_^ E bellissime in abbinamento giallo-viola. Un bacio, buona settimana

Lorena ha detto...

ecco...un'altra ricetta che devo assolutamente fare! buon inizio settimana!

Saretta ha detto...

In casa mia io e mia sorella eravamo drogate di Sissi...mia sorella poi credo abbia letto TUTTE le biografie in circolazione!La storia di quella famiglia è davvero tistissima ma, quanto ci ha fatto sognare!
Idea ganzissima, complimenti!

Meggy ha detto...

Ciaooo friend <3 A me la storia della principessa Sissi piaceva tanto da piccolina, ma non credo avessi ben chiaro nella mia testa la misera fine che avrebbe fatto … tutt’altro che misera fine hai fatto fare a queste patate, che bella sorpresa trovare anche quelle viola, l’idea della ricotta salata mi sconfinfera moltissimo, che voglia di patate al forno mi hai fatto venure!Per quanto riguarda la cotoletta non ho mai assaggiato quelle vegetariane (ovviamente), facciamo che ne prendo una così e una tradizionale, così per non fare torto a nessuno!Mille baci e buona settimana

Gio ha detto...

Non sapevo delle patate viola, spero di trovarne un giorno, sarà una sorpresa così simpatica!
Ti do io il lieto fine: mangiare queste patate e non sentirsi (tanto) in colpa! Meglio di così! =)
Giorgia

Giovanna ha detto...

meraviglioso un assaggino lo farei

Simo ha detto...

che piattino bello e buono...

lucy ha detto...

sissi e la sua famiglia.in effetti tutti la vedono come una favola ma dietro c'erano cose anche poco carine e simpatiche.ottima ricetta e ottimo remake

Elena ha detto...

le patate viola non le conoscevo complimenti se ti va passa da me ciao

Acquolina ha detto...

trovare delle patate viola sarebbe una bellissima sorpresa!!! che bell'effetto :-D

Amaradolcezza ha detto...

adoro le patate in tutti i modi!
voglio provare questa versione!! ;)
io cerco le patate viola! hanno un colore meraviglioso!!

un bacione

Claudette ha detto...

So di essere "scorretta", ma io ho voglia di una Wiener Schnitzel vera, fritta davvero....
Claudette

Micaela ha detto...

fortissime questa patate!!! quelle che ho comprato io hanno anche la buccia viola... devono essere troppo buone, altro che patate fritte!

Mau ha detto...

le patate finte fritte le ho fatte solo una volte, devo assolutamente rifarle!
Belle viola!

Paola ha detto...

che storia triste... mi sono immaginata il locale, il pianoforte e lo sgabello come se lo avessi qui davanti agli occhi.
per fortuna le patate tirano su il morale! :-)

ps, ti ho lasciato un premio da me.

a presto!!

elenuccia ha detto...

Ma e' bellissima questa cosa di avere delle patate simil-fritte ma cotte al forno! non ne avevo mai sentito parlare.
Pero' in effetti piuttosto che suicidarsi poteva fuggire da tutto e da tutti con l'amante. Sarebbe stato un finale meraviglioso!