24 feb 2012

Calamarata su Crema di Fave e Pecorino... sarà voglia di primavera?

Calamarata con Crema di Fave e Pecorino (2)

... no, direi di no, se mi conosci un pochino sai che non apprezzo la bella stagione. Preferisco di gran lunga le temperature polari, il cielo grigio, le ore di luce limitate. Il che non vorrei ti facesse pensare a me come a una sorta di Emily The Strange o, peggio, di vampiro.
E'solo che il freddo giustifica un po' meglio la pigrizia, la casalinghitudine e soprattutto una certa indulgenza a tavola.
La cosa più bella della primavera sono le passeggiate in cerca di erbette e i mercati quaresimali, da cui rientro sempre carica di pecorino e fave, anzi baccelli, che a Firenze "fava" è un insulto.
Ti avevo proposto qui una versione del classico antipasto primaverile toscano, trasformato in un primo piatto estivo... perché non rivisitarlo in chiave invernale?
Le fave secche o, meglio ancora la farina di fave, che ti semplificherà moltissimo la preparazione, si trovano tutto l'anno e questo è un pasto completo, nutriente e magari migliorabile con l'aggiunta di una manciata di bacon a cubetti, che ho omesso per non strafare, ma che, con il senno di poi, ci avrei visto molto bene, per il sapore, ma anche esteticamente. Se proprio devo trovare un difetto a questa pasta è il colore un po' triste, avrei voluto portare in tavola qualcosa di più colorato.
Un consiglio che mi sento di darti è di non preparare la crema di fave con troppo anticipo, perché tende ad asciugarsi. I 15 minuti richiesti per la cottura della pasta sono più che sufficienti per approntare il condimento nel frattempo.

Calamarata con Crema di Fave e Pecorino
Ingredienti:
Procedimento:
Porta a bollore una pentola d'acqua, salala e butta la pasta.
Nel frattempo, tosta brevemente i semi di girasole, finché non cominciano a scoppiettare e a saltare come pop corn; grattugia la metà del pecorino e trita grossolanamente al coltello il resto. 
In una padella capiente, versa la farina di fave, aggiungi un lt d'acqua e cuoci fino ad addensamento, mescolando sempre. Cospargi con una macinata di pepe.
Scola la pasta molto al dente e saltala con la crema di fave e un mestolo dell'acqua di cottura (nell'indicarti il condimento per la crema, ho omesso il sale proprio perché è già contenuto nell'acqua di cottura da aggiungere). Fuori dal fuoco incorpora il pecorino grattugiato e impiatta, decorando ogni porzione con il pecorino a scaglie e i semi di girasole.

19 commenti:

raffy ha detto...

che primo piatto speciale...da leccarsi i baffi tesoro!

Kitty's Kitchen ha detto...

Con l'inverno qualche sgarro è concesso, ma con la bella stagione, bisogna darsi una ridimensionata! Infatti, cara Sere menomale che qualcuno comincia a parlarne altrimenti a forza di sgarri si accumulano i kg.
A differenza tua invece io ho tanta voglia di primavera, mi piace l'idea di sostituire le fave con la farina, io non l'ho mai vista forse è più facile reperirla in Toscana che a Roma. Buon weekend cara!

Ribes e Cannella ha detto...

Io amo il freddo e il gelo, ma anche la primavera e inizio a sentirne davvero il bisogno..
questo piatto mi piace un sacco, adoro le fave e spero che le poche piante dell'orto non siano andate distrutte dalla neve ^^
Buon fine settimana cara!

Federica ha detto...

Al freddo come giustificazione delle pigrizia in effetti non ci avevo pensato. Però anche così io continuo a preferire decisamente la bella stagione, il sole, il caldo, le giornate piene di luce fino a tardi. In primavera mi sento rinascere, come la natura che si risveglia dal letargo. E questa anticipazione di primavera nel piatto mi piace assai Un bacione, buon we

Juls ha detto...

Io invece ho tantissima voglia di primavera e di cominciare a scoprirmi un po', l'inverno mi ha già stufata!
e sopratutto ho anche voglia di rinfrescare al dispensa, di provare nuovi sapori, perché sì, sono sempre i soliti, ma ogni primavera sembrano nuovi! i baccelli sono uno di questi!
ottima idea questa sostituzione con la farina, per sentire la primavera un po' più vicina!
baci

Meggy ha detto...

Ciao Sere :) Come ben sai sono sempre stata la prima ed accanita fan del freddo e del gelo, ma da un paio d'anni a questa parte mi trovo ad indugiare col pensiero sull'erbetta appena spuntata, sugli alberi in fiore, sugli uccellini che cantano la mattina, quindi mi sto spostando più verso l'estate, di conseguenza ben venga il tuo piatto di oggi invernal/primaverile, mi piaceeeee!Io non utilizzo spesso altri legumi oltre i fagioli, ed è un gran peccato.Ma rimedierò.Un bacione e buon we

dolci a ...gogo!!! ha detto...

La penso esattamente come te tesoro odio al calura dlel'estate e vivo l'inverno con passione per me è la stagione piu bella quindi ben vengano i piatti che ricordano al rpimavera in chiave invernale pero come questo piatto deicsamente molto invitante!!bacioni,imma

Cey ha detto...

Io in realtà odio sia l'inverno che l'estate -_- e in primavera piove sempre -_- però mi piacciono tanto quei quindici giorni in cui non piove e c'è un tempo adatto per questa pasta.

Saretta ha detto...

Invece tu sai che io non attendo altro che la primavera e già ho le antenne che si stanno alzando!Yeeee
QUanto al piatto...è uno dei miei favourites.E' troppo che non preparo le fave però!Bacione

lucy ha detto...

infatti leggendo subito il titolo mi e'venuta in mente la primavera e un classico della Liguria.ottimo piatto e speriamo che la porti presto

Simo ha detto...

io invece di questo inverno non ne posso piùùùùùùù
e quindi questo piattino mi mette tanta allegria!
Buon fine settimana, mia cara

sulemaniche ha detto...

è la prima volta che mi stanco dell'inverno...ma è così! ottimo il tuo piattino!

Lefrancbuveur ha detto...

La risposta è sì: sarà voglia di primavera!

Milena ha detto...

ihihi :)
in effetti in Toscana se vai a comprar le fave...ti ridono dietro :)
a mia mamma nei primi tempi che viveva qua è successo...e ha iniziato a chiamarle baccelli :D
e ogni anno li mangiamo accompagnati proprio al pecorino...in mezzo a tante tantissime chiacchiere :)
interessante l'idea di farci la pasta!
me gusta :)
baciotti

Gio ha detto...

L'estate mi piace per il sole perenne che c'è qui in Sicilia, l'inverno perchè è romanticissimo e.. non c'è nessuna prova costume all'orizzonte!
Questa cosa delle "fave" è buona a sapersi! E sarà buona anche questa pasta! E'vero, il bacon a cubetti ci stava, ma tanto sono certa la rifarai!
Buon weekend!
Giorgia

elenuccia ha detto...

A me invece fa sorridere l'idea di chiamarli bacelli. Io sono intermedia, da primavera e autunno...adoro le verdure e la frutta della primavera e dell'autunno.
Il fatto che questo piatto non sia molto colorato certo non mi fa passare la voglia di assaggiarlo...poi quando si parla di tanto formaggio io gongolo :-)

Mina Harker ha detto...

Fino ad ora ho utilizzato le fave per far il sugo o in umido con i carciorfi (si tratta di una ricetta della tradizione contadina chiamata "bazzana") ma questa tua proposta mi attira un sacco!!!

Micaela ha detto...

ma dai non è vero che il colore è triste... non l'ho neanche mai pensato.... a me piace!!! come piatto è completo, gustoso e salutare!

v@le ha detto...

con questo bel piatto ci fai venire voglia di primavera a tutte noiiii, alla rcerca delle fave! un bacio