9 apr 2012

Le Déjeuner sur l'Herbe

Le Déjeuner sur l'Herbe

Mi rendo conto che pubblicare una carrellata di idee picnic oriented oggi è un po' tardivo e forse anche inutile, ma soltanto ora sono riuscita a raccogliere il materiale necessario.
Spero comunque che, se il meteo ti assiste e sei riuscita ad organizzare una merenda sull'erba, tu abbia il tempo di infilare nel tuo cestino (che voglio immaginare di vimini intrecciati, foderato di stoffa a fiori sui toni del rosso e dotato di apposite tasche e fibbie per mantenere fermi piatti e utensili) almeno una delle mie proposte: sono comunque tutte piuttosto semplici e di rapida esecuzione.
Io intanto continuo a sgranocchiare sedani.

Orzo Tiepido al Caffè Corretto e Paté di Capperi al Pepe Rosa


Orzo al Caffè Corretto con Paté di Capperi e Pepe Rosa
Piatto Fondo e Piatto Piano La Fabbrica della Ceramica

Non so come mi sia venuto in mente di cuocere l'orzo nel caffè corretto e di abbinarlo ai capperi, ho letto da qualche parte una cosa simile, e ho pensato di provare.
E'buono, è semplice da preparare e il pepe rosa ci sta d'incanto.
Noi l'abbiamo consumato tiepido, ma credo che tu lo possa proporre anche freddo, anche se l'orzo lasciato a sé stesso tende a gonfiare un po' troppo, quindi cerca almeno di scolarlo bene.

Ingredienti:
Procedimento:
Se utilizzi la pentola a pressione, versaci prima di tutto l'orzo, il caffè e il liquore, quindi aggiungi l'acqua sufficiente a coprire l'orzo di due dita. Cuoci per 20' dal fischio.
Se invece hai scelto una casseruola tradizionale, porta prima di tutto ad ebollizione abbondante acqua, versa il caffè e l'anice e, raggiunto nuovamente il punto di ebollizione, aggiungi l'orzo e calcola circa 40'.
Nel frattempo pesta le bacche di pepe rosa nel mortaio e mescolale con il paté di capperi. Diluisci con un goccio d'olio.
Scola l'orzo e condisci con la salsa di capperi e pepe rosa.

Gli Spiedini del mio Babbo

Gli Spiedini del mio Babbo


Se invece è un barbecue quello che hai in mente, non puoi non provare gli spiedini speciali del mio babbo. Sono specialissimi perché terribilmente calorici, sapidi e pertanto gustosi: inutile raccontarsela, le cose prive di grassi e sale non sanno di niente.
Quando la mia mamma per un breve periodo è stata ricoverata in ospedale e io vivevo ancora in famiglia, li preparava tutte le sere, anche se forse questo potrà sembrare poco rispettoso nei confronti della mia mamma, che non stava bene, forse la nostra dieta avrebbe dovuto esprimere una maggiore desolazione, ma, d'altra parte, è una delle poche cose che il mio babbo sa cucinare.
Io li ho aromatizzati con il tartufo e accompagnati con una salsa alla birra, anche se la ricetta originale non prevede né l'uno né l'altro.

Ingredienti:

Procedimento:
Ricava da ogni fetta di pane 9 cubotti, disponili in un piatto largo e con i bordi un po' rialzati e irrorali con l'olio, il condimento al tartufo e il sale. Lascia marinare, girandoli ogni tanto.
Nel frattempo affetta in 4 rondelle ogni wurstel e in 8 dadi ogni fetta di speck.
Componi gli spiedini, alternando wurstel, pane e speck. Se utilizzi il barbecue cuocili un paio di minuti per lato, in forno occorrerà almeno 1/4 d'ora.
Nel frattempo scalda (sul gas o su quello che hai a disposizione se ti trovi all'aperto) la gelatina, per renderla fluida, e servi gli spiedini nappati con questa salsa, oppure lasciala a parte, per chi preferisce.

Se sei in vena di autogratificazioni, puoi accompagnare gli spiedini con un vino ben robusto, come un Fortunato di Sicilia IGP del 2006, distribuito da Le Cantine dei Dogi.

Pizza di Polenta

Pizza di Polenta
Magari ti è rimasta un po' di polenta dal contorno del fagiano che ti avevo consigliato di cucinare per Pasqua. O magari no, ma se sei di fretta esistono pur sempre le polente istantanee e puoi cuocerla appositamente.
Del resto, questo non è un piatto di riciclo, io per realizzarlo la polenta la faccio apposta. 
Non è la solita pizza imbastita rovesciando la polenta nella teglia, livellandola e guarnendola con ingredienti vari: qui si fa proprio l'impasto con la polenta raffreddata e la farina necessaria ad ottenere un composto elastico e asciutto (quindi di farina ne occorre tantissima), il lievito istantaneo e il sale.
Le dosi che ti lascio sono molto relative, tutto dipende da quanta polenta ti è avanzata o da quanta ne prepari sul momento e dal tipo di farina che utilizzi, a seconda che assorba più o meno liquidi. 
Con queste quantità dovrebbero uscirti 4 teglie di medie dimensioni, ma regolati un po' tu.

Pizza di Polenta

Ingredenti:

Procedimento:
Prepara una polenta ben soda, come da istruzioni sulla confezione. Lasciala raffreddare completamente e lavorala con il lievito, il sale e la farina necessaria per ottenere un impasto elastico, simile a quello della pasta matta. La farina che ho usato io si è rivelata molto adatta allo scopo, perché essendo finissima ha un'ottima capacità di assorbire i liquidi, senza che ne occorra troppa. 
Stendi la pasta in 4 teglie ben oleate o, meglio, rivestite di carta forno.

Ingredienti per la Pizza al Tonno:
Procedimento:
Grattugia il pecorino e usalo per cospargere le due basi. Sgrana il tonno con una forchetta e stendilo sul formaggio, irrora con l'olio di conservazione e aggiungi i capperi. Denocciola le olive e distribuiscile. Condisci con l'origano. Cuoci a 180° per 25'/mezz'ora e guarnisci con il basilico fresco.

Ingredienti per la Pizza Napoletana:

Procedimento:
Distribuisci la passata nelle due teglie, cospargi di ricotta salata e guarnisci con il resto degli ingredienti, tranne il basilico. Cuoci a 180° per 25'/mezz'ora e guarnisci con il basilico fresco. 

10 commenti:

Claudette ha detto...

Il negozio della mia lista nozze (qiello dove mi lascio sempre tentare e incantare), ogni tanto espone in vetrina dei meravigliosi cestini da pic nic, come li descrivi tu e io li guardo,li ammiro, li rimiro e ... li lascio lì. Buona Pasquetta e non mangiare troppi sedani!
Claudette

Valentina ha detto...

io sono in estasi di fronte agli spiedini :D devono essere così gustosi.... Tu non esagerare col sedano!!

Monique ha detto...

Cavolo che golosità!!! Sono carinissime queste tue proposte!
Picnic?? Quando si riesce a fare?? O fa freddo e non si può far nulla ... o scoppia quasi il caldo estivo che ti fa boccheggiare ...
ma prima o poi un bel cestino da picnic serio me lo voglio comprare anche io! ;-))
Un bacione e buona pasquetta
MOnique

Simo ha detto...

ma che Pasquetta perfetta!
Buon appetito allora... ;)
Baci

lucy ha detto...

il cestino da pic nic per me e'sempre stato una cosa che ho desiderato ma non riesco a trovare quello che mi fa innamorare~~quante belle proposte.veramente squisite per una pasquetta super!

Micaela ha detto...

gli spiedini del tuo babbo devono essere spettacolari...ecco da chi hai ereditato la passione per la cucina!

dolci a ...gogo!!! ha detto...

Queste tue ricette tesoro nn sono buone solo per la pasquetta, le trovo perfette sempre quindi prendo nota subito!!!Un bacione,Imma

eli ha detto...

Com'è andata con i gambi di sedano e le tisane? :DDDDD
Per me niente picnic fuori porta, Un vento di tramontana a Pasqua e un gelo siberiano a pasquetta ci hanno costretti in casa, ma le tue ricette vanno bene anche per altre prossime occasioni :-9
Buon rientro alla base, spero che tu sia riuscita a ricaricare le pile!!

Saretta ha detto...

Ma così non vale, tu stai a stecchetto e noi c'inondi di dlizie?!hihihi Spero tu stia trascorrendo giorni favolosi!
Grazie per tutte queste bellissime ideee Bacini

Ileana Pavone ha detto...

Mia cara le tue ricette son perfette per ogni giorno, sempre gustose e originali!
Buon inizio settimana, ti abbraccio!
Ps: domani arrivo con la salvia ananas :D