21 mag 2012

Chili Vegetariano di Frijoles Dormidos

Chili Vegetariano di Frijoles Dormidos

Parlavamo venerdì del ragout di seitan: in realtà, se non si ha voglia di perderci la testa, di ragù vegetariani esistono anche versioni confezionate, che è quello che ho utilizzato per questa mia rivisitazione del chili.
Questo chili ha una lunga storia, totalmente originata dalla mia dipendenza nei confronti dei realities.
Tutto è cominciato con la visione di una delle quattro-cinque puntate di Cucina con Buddy, che Real Time trasmette a ciclo continuo, forse sperando che nessuno si accorga che si tratta sempre delle solite, probabilmente la totalità degli episodi di cui la trasmissione si compone (dubito che a parte me la guardi qualcuno).
Insomma, Buddy stava preparando una cena only for men, una sorta di serata r..to libero davanti alla partita, con i cognati e i fratelli e, tra le varie portate grondanti di sugo con cui aveva scelto di variegare il divano della moglie, c'era questa reintepretazione clamorosa del chili, ovviamente con carne, ma arricchito da una generosa spalmata di formaggino sul fondo della teglia e un'altrettanto ricca copertura filante da far gratinare in forno.
Secondo te potevo lasciarmi sfuggire una cosa così sporcellosa?


L'idea di utilizzare i fagioli neri al posto dei soliti rossi, tipici del chili, mi è venuta guardando un altro programma decerebrato, di questo non ricordo assolutamente il titolo, comunque si tratta di un semi alcolizzato che se ne va a spasso per il mondo a bere e mangiare, per il resto mi sembra faccia ben poco. Nella puntata dedicata a Cuba, che per la maggior parte è stata girata all'interno di pub in cui il conduttore si dedicava alla sua attività principe, sfondarsi di mohitos, c'era una breve sortita al mercato, seguita da un pranzo, in cui si parlava di questo fantastico piatto isolano, i frijoles dormidos: fagioli neri cotti a lungo con peperoncino e spezie e lasciati riposare (dormire) per almeno una notte, prima di essere serviti.
Questa immagine mi ha colpito moltissimo, adoro le cose che devono decantare prima di essere mangiate, mi comunicano una sensazione di relax, inoltre nemmeno io disdegno di riempire il tempo di riposo con qualche mohito aut similia, il concetto è che se i fagioli hanno bisogno di riposare perché non dovrei averne io?
Insomma, da questi spunti e dalla disarmante adattabilità del ragout di soya ad essere riletto in chiave esotica, nasce un piatto fantastico, che, secondo me, non ti puoi proprio perdere: non farti spaventare dalla lunga lista degli ingredienti, in realtà il procedimento è semplicissimo e ti porterà via veramente poco tempo. 

Chili Vegetariano di Frijoles Dormidos

Ingredienti:

Procedimento:
Ammolla i fagioli per almeno 12 ore, dopodiché scolali e lessali nella fagioliera, coperti d'acqua leggermente salata, per un'ora, con la metà del peperoncino e del cumino.
Nel frattempo, affetta finemente la cipolla ad anelli. Scalda l'olio con il resto del peperoncino e del cumino, finché non si sarà formata una salsetta scura e profumata: aggiungi la cipolla e cuoci finché non sarà ben appassita. Sfuma con il vino e fai evaporare. 
Trascorsa la prima ora di cottura dei fagioli, aggiungi nella fagioliera questo intingolo e lascia sobbollire per un'altra ora.
Spegni la fiamma e fai riposare per almeno una notte. Tieni comunque presente che, senza ovviamente arrivare a farli fermentare, più tempo passerà e più i fagioli diventeranno buoni e il liquido di cottura rimasto si farà denso e cremoso. 
All'indomani, preferibilmente utilizzando una padella in ceralon, scalda un filo d'olio con le spezie per tacos&burritos, fino a far sciogliere queste ultime. Unisci il ragù di soya, 7-8 mestoli abbondanti di fagioli con un po' del loro liquido e fai sobbollire fino a ridurre il tutto di circa la metà.
Lascia raffreddare e, nel frattempo, lavora i formaggini a crema e spalmali sul fondo di 4 cocottes da forno monoporzione o di una pirofila unica. Distribuisci il chili sopra il formaggio e ricopri completamente la superficie con le sottilette.
Inforna a 180° per circa 15 minuti, il tempo di far fondere e leggermente gratinare il formaggio senza che si secchi troppo. 

18 commenti:

Benedetta Marchi ha detto...

è una versione che trova tutta la mia approvazione! Un abbraccio cara e buona settimana!

Benedetta Marchi ha detto...

è una versione che trova tutta la mia approvazione! Un abbraccio cara e buona settimana!

dolci a ...gogo!!! ha detto...

Adoro Buddy e spero che a breve propongano delle nuove puntate mi diverto troppo con lui e questo piatto lo trovo decisamnete gustosissimo!!baci,imma

ELel ha detto...

Ottimo! Io sono pigra e questi cibi etnici li compro già fatti, ma appena la belva cresce e mi lascia più tempo libero, giuro che ci provo anche io a farmeli in casa!

Federica ha detto...

Ai fagioli neri è da un po’ che faccio la corte ma mi sono imposta prima di finire ceci, lenticchie e riso nero altrimenti mi sembra di avere la dispensa a lutto! Però m’intriga questo piatto, perfetto pure con questo lunedì simil autunnale! Un bacione, buona settimana

Mary ha detto...

Non l'ho mai provato , mi incuriosisce tanto!

lucy ha detto...

mi hai fatto morire con la definizioen sporcellosa...ricetta da provare!

eli ha detto...

Ti tengo compagnia nella visione di tutti i programmi di cucina più assurdi :DDDDD
Quello dell'alcolizzato però mi manca! Non è che ti riferisci a "No reservation" con Antony Bourdain? Anche lui beve parecchio, assaggia le cose più ignobili e...ogni tanto sta pure male!

Con questo tempo oserei dire invernale, la tua ricetta capita a "fagiolo"

Saretta ha detto...

Certo che anche tut hai delle ideee davvero iluminanti e..grazie epr la versione veg!
Bacione

Saretta ha detto...

Certo che anche tut hai delle ideee davvero iluminanti e..grazie epr la versione veg!
Bacione

Gio ha detto...

"Se i fagioli hanno bisogno di riposare perchè non dovrei averne io?" =)) Muoro! =))
Come hai toccato con mano, i tuoi post o mi fanno riflettere o mi fanno sorridere =)
Anche il formaggino spalmato sul fondo mi fa riflettere.. sul fatto che lo proverei ADESSO, alle 11 di mattina =)
Evviva Buddy! =)

kristel ha detto...

L'altro giorno ho visto per la prima volta il suo programma. Mamma mia....i suoi piatti erano indecenti!!! Ma devo ammettere che questo qui non é male. E poi fatto da te é mille volte meglio! baci :)

Romy ha detto...

Squisito e appetitoso...il programma del semialcolizzato :-DD, confermo, è No Reservation con Antony Bourdain, grande (?) chef (?) assaggiatutto, e dalla colica sempre dietro l'angolo...è un programma che non mi piace tanto: non è il format che è sbagliato...è proprio lui che mi sta ...sai dove! Niente a che vedere con la simpatia e la genuinità di Ramsay...

Mau ha detto...

mmmmh con tutte quelle spezie non è affatto male questo piatto! Magari per me in versione non vegetariana :( la soia mi uccide... Al max per Lele, a lui piace tanto e non gli da i problemucci che da a me... La segno :)

la signorina pici e castagne ha detto...

è così che si cucinano i fagioli neri, baby......
io!io!io! io guardo Buddy e tute quelle puntate di cui parli :O) e pure quelle di cui non parli, eheh...
a parte questo, la ricetta mi sembra una versione molto gustosa, che con questo ritrovato autunno (fuori c' è persino il temporale qui da me) ci sta che è una bellezza!!!
un bacione Sere, buona serata!!

Manuela e Silvia ha detto...

Ciao! insomma ti sei data alle ricette strane! che bontà questa preparazione con i fagioli! decisamente gustosa e piccantina!
un bacione

Daphne ha detto...

Grazie per esser passata! ti ho risposto anche da me :)
Le tue polpettine non possono mancare! vieni a segnalarcele quando le avrai postate ^__^

Micaela ha detto...

adoro la cucina speziata anche se non sono brava a cucinare piatti del genere, a volte improvviso ma non sempre azzecco i giusti abbinamenti!!!