09 mag 2012

Coconut Cake con Cheese Frosting Alleggerito


Coconut Cake con Cheese Frosting Alleggerito
Biscottiera Easy Life Design
Tovaglietta Americana Green Gate

Dopo un lungo periodo di idiosincrasia per le torte a strati, ultimamente ci sto prendendo gusto.
Secondo me è tutta colpa della mia amica che mi ha regalato l'apposito attrezzino per tagliare in orizzontale, un pratico utensile dalle confortanti e amichevoli sembianze di una ghigliottina, che mi diverto molto ad utilizzare, anche se, al momento di posizionare il fil di ferro alle varie altezze previste, contrassegnate da tacche appena visibili, normalmente mi affetto le dita e lancio uno-due moccoli.
Questa torta è stata più che altro una scusa per sperimentare un particolare e innovativo tipo di dolcificante, la Stevia, qui puoi trovare tantissime informazioni, ma è un po' che in rete circolano voci sulle tante virtù di questa piantina, che, essiccata e polverizzata, dà luogo a un edulcorante, con valore calorico prossimo allo zero, assolutamente non cariogeno e adatto anche ai diabetici. Il suo potere dolcificante è stimato circa 10 volte superiore a quello dello zucchero, quindi se decidi di utilizzarla, ti consiglio una buona bilancia elettronica, perché pesare 20 gr su una comune bilancia a lancetta può essere un problema. Inoltre, anche se in questa ricetta l'ho utilizzata a crudo, a quanto pare tollera la cottura, quindi mi riprometto di introdurla anche in qualche preparazione da forno.
Ora, io sarò pure polemica e complottista, ma mi chiedo: vista l'enorme percentuale di individui affetti da obesità nel mondo occidentale, visti i deleteri effetti collaterali dell'eccessiva assunzione di zuccheri, le malattie che vi sono legate, dipendenza psicologica compresa, perché non si parla un po' più della Stevia? Sono la prima a usare l'aspartame per il caffè e zucchero in abbondanza nei dessert e, certo, riconosco che il sapore finale è diverso (attenzione, non ho detto peggiore, ho detto diverso), ma mi chiedo quanto, forse, non dovremmo cominciare ad abituare il nostro cervello a una "dolcezza" differente da quella data dallo zucchero (del resto anche preparando un dolce con il miele si ottiene un gusto diverso, di fatto lo zucchero è insapore, ha soltanto un effetto dolcificante), in quante preparazioni, forse, lo si potrebbe evitare o ridurre in favore di un prodotto più naturale e meno calorico.
Pensaci un po' e poi prova la mia torta. Dato che, forse, avrai qualche perplessità all'idea di inscenare una kermesse culinaria in piena regola solo in via sperimentale, te ne propongo una versione semplificata, in cui la base del dolce è un preparato (zuccherato), così puoi testare la Stevia solo per la glassa e, casomai non dovesse convincerti, avrai comunque il tuo dessert. Ma non credo si porrà il problema. 
Coconut Cake con Cheese Frosting Alleggerito
Tovaglietta Americana Green Gate

Ingredienti per la torta:
Ingredienti per la glassa:
Procedimento:
Prepara una tazza di Geinmaicha e lascialo in infusione per 10 minuti. Di questo particolare the è davvero interessante leggere la storia, che puoi trovare al link che ti ho dato. Si tratta di foglie di the verde, addizionate con riso soffiato, un espediente messo in atto in Giappone, durante la seconda guerra mondiale, per far fronte alla crescente miseria, che aveva reso la bevanda un lusso. Di riso, invece, ce n'era in abbondanza e per questo si pensò di scoppiarlo e mescolarlo al the. In seguito questa tecnica si è raffinata, ottenendo non più un ripiego, ma un vero gioiello. 

Mentre il the si infonde, monta a crema il burro e le uova, aggiungi il preparato e amalgamalo. Misura 6 cucchiai di the (il resto puoi berlo, a me piace al naturale, ha un buon profumo di riso e il sapore è molto delicato) e uniscili al composto. Infine incorpora delicatamente 40 gr di farina di cocco.
Versa l'impasto in una tortiera imburrata di 20 cm di diametro e cuoci per circa 45' a 180°.

Fai raffreddare completamente la torta nello stampo, quindi sformala, pareggia l'eventuale cupoletta che potrebbe essersi formata in superficie, quindi dividi il dolce in due strati orizzontali (se hai coraggio puoi anche farne 4, io non ne ho avuto il cuore, sono troppo timida e inesperta) e spalma quello inferiore con la confettura di fragole. Ricomponi la torta.

Frulla la stevia per renderla ancora più fine (anche se la consistenza è già molto sottile) e lavorala con il formaggio. Aggiungi eventualmente del latte, per rendere il composto spalmabile e distribuiscilo sulla superficie e sui lati della torta. Spolvera abbondantemente di coco rapé. 

Conserva la torta in frigo, ma ricordati di tirarla fuori un paio d'ore prima di servirla.

18 commenti:

dolci a ...gogo!!! ha detto...

Questo zucchero è davvero una scoperta e per una come me che di dolci ne fa parecchi sarebbe davvero un toccasana sopratutto per la linea:D...mi metterò alla ricerca di questo zucchero e nel frattempo mi prendo questa bella fettina di torta tutta per me vero??deliziosa Sere!!baci,Imma

raffy ha detto...

wow...che torta... mi prendi sempre per le papille, ti adoro!

Stefania Orlando ha detto...

L'aspartame non lo uso più da anni, visto quello che si legge, e mi sono da tempo convertita allo Stevia che mi piace molto di più anche come sapore.
La tua torta è stupenda!

Elisa DeC Spa ha detto...

Ciao Sere! Che bella questa torta! E sapere che hai utilizzato la Stevia per la preparazione, mi fa sentire meno in colpa!!

Bravissima!

Federica ha detto...

Non ho ancora mai sperimentato la stevia ma ne sto sentendo parlare sempre più spesso con giudizi molto positivi. Mi lascerò tentare alla prova appena riesco a trovarla. per il momento è la tua torta che mi tenta parecchio :) Un bacio, buona giornata

Manuela e Silvia ha detto...

ciao, non ce ne intendiamo di dolci ma questi si presenta davvero bene! La stevia è una novità anche per noi, non ne avevamo mai sentito parlare!
Complimenti per la realizzazione comunque.
Baci baci

lucy ha detto...

prima di tutto evviva le torte a strati e ppi cé'sempre da imparare dai post anche perche'non lo conoscevo!

Mary ha detto...

Una torta stupenda e delicata.

Anonimo ha detto...

Il cheese frosting alleggerito è geniale. Diventerà il mio sostituto estivo della glassa... :)


Baci,
Caro

Micaela ha detto...

non ho mai provato questo tipo di dolcificante... sto usando il sucralosio adesso!!! che bella questa torta... se potessi allungherei la mano per rubarti una fetta... quella nel piatto è perfetta... ho un buco nello stomaco, voglio un dolcetto... e questo è perfetto!

Saretta ha detto...

Allora Sere..la Stevia l'ho acquistata anch'io poco tempo fa e..non mi convince del tutto.Nelle tisane mi piace(sembra un po' liquirizia) ma, nei dolci...devo ancora farmela piacere del tutto!
In ita era vietata perchè ritenuta cancerogena, vedi te..e noi giù di aspartame...
Beh, amo molto questo dolce sai?Lo trovo assolitamente ammaliante!
Bacione

Serena ha detto...

Grazie a tutti!
@ Saretta: per me è esattamente il contrario, trovo la stevia perfetta per i dolci, ma per le bevande non transigo, mi serve l'aspartame, non è una questione di maggiore o minore dolcezza, ma di retrogusto.
Sì, avevo letto che lo steviolo era sospettato di essere cancerogeno, ma se pensi agli interessi che possono esserci dietro all'industria dello zucchero e alle conseguenze dei suoi abusi, non so quanto trovare credibili certe accuse...

Simo ha detto...

ma che brava Sere...sai che non ho mai fatto una torta così decorata in vita mia?!
E questa stevia mi incuriosisce ma tantooooooooooo

elenuccia ha detto...

Sinceramente non amo molto i dolcificanti diversi dallo zucchero...in effetti a parte che nei dolci non uso quasi mai lo zucchero, neanche nel caffe'.
Pero' ho sentito parlare molto bene di questa stevis, magari la provo cosi' per togliermi la curiosita'.

eli ha detto...

Non amo molto i dolcificanti di sintesi. Per un po' avevo usato l'aspartame me il suo retrogusto non mi abbandonava per tutto il giorno. Ho sentito parlare della stevia ma non l'ho ancora vista in commercio, mah per ora vado di miele o zucchero di canna integrale.
Non avendo problemi legati alla glicemia preferisco evitare i dolcificanti :)))))
Quella copertura al caprino...mi tenta tantissimo!

Valentina ha detto...

ho imparato una cosa nuova: la stevia!!! Ma si trova facilmente in commercio? ... Comunque questo dolce è delizioso, ha un aspetto così confortante!!!

Tortino al cioccolato ha detto...

vedo un sacco di bellissime torte a strtai nei blog e mi è venura voglia di cimentarmi nell'impresa!! grazie anke x la dritta sullo stevia, in casa purtroppo conosciamo bene il diabete...lo proveremo!!ciao baci!

Tiziana ha detto...

non conosco questo prodotto ma sarebbe da provare!!!!!! mi piacciono un sacco le torte a strati e adoro il cocco, buoooona