06 mar 2013

Charlotte Royale al Cioccolato e Bacche di Goji


Charlotte Royale al Cioccolato e Bacche di Goji

Non vorrei essere ripetitiva, ma la scorsa settimana è stato il mio compleanno.
La coppa irrorata di salsa di fondente al fleur de sel è stato solo un preambolo del delirio serotoninico al quale mi sono sottoposta per l'intero weekend. Certo, non poteva essere la mia unica torta di compleanno!
La mia mamma mi ha preparato un meraviglioso brownie gigante di fondente e mandorle, ricoperto di cioccolato bianco, di cui ho ingurgitato coscienziosamente in un unico pasto sei porzioni.
Io mi sono regalata la mia prima charlotte royale, un dessert che avevo puntato un bel po' fa, su questo meraviglioso manuale, ma che ovviamente ho rivisitato pesantemente rispetto all'originale, che prevedeva la preparazione casalinga del rotolo di pan di spagna e una farcitura di crema. 
Sul pan di spagna maison sorvoliamo, perché era pur sempre il mio compleanno (non so se te ne avevo parlato) e non è che avevo voglia di passare la giornata in cucina. Il panettone avanzato andava benissimo. Puoi usare anche del pan brioche o altri tipi di dolce.
Sulla crema anche sorvoliamo, perché sinceramente il gelato al cioccolato è un'altra cosa.
Siccome volevo contenermi ho usato quello di soya della Tonitto, un marchio che ho scoperto da poco e che, oltre a produrre ottimi gelati e sorbetti tradizionali, propone anche una linea light e una alla soya che non hanno niente da invidiare, in termini di golosità, alle versioni high fat.
Naturalmente mi sembra doveroso precisare che, non avendo problemi di intolleranze, il resto della ricetta contempla ingredienti in cui può essere presente il lattosio, quindi, se non puoi assumerlo, rivedi la preparazione secondo le tue esigenze.
Abbiamo brindato con un Berlucchi Max Rosé, una delicata miscellanea di Pinot e Chardonnay, reso roseo e fruttato, con qualche nota biscottata, dal breve riposo delle uve Pinot su fecce nobili.

Charlotte Royale al Cioccolato e Bacche di Goji

Ingredienti:
Procedimento:
Metti le bacche di goji in una fondina e coprile a filo con il liquore, affinché si ammorbidiscano.
Nel frattempo, taglia il panettone in fette alte ca 2 cm che ne coprano tutta la larghezza  (in pratica non devi fare degli spicchi, devi affettarlo come se fosse un filone di pane) e passa ciascuna con il mattarello, per assottigliarle.
Spalma ogni fetta con abbondante crema di nocciole, avvolgile su sé stesse, rifila le estremità e taglia ogni rotolo in fettine*.
Rivesti l'interno di uno stampo da charlotte o, se non ce l'hai, di un'insalatiera semisferica con della pellicola alimentare, avendo cura di farla fuoriuscire oltre i bordi, e fodera il fondo e i laterali con i rotolini.
Fai ammorbidire brevemente il gelato a temperatura ambiente, amalgama le bacche di goji e disponilo nella cavità dello stampo, sopra i "rotolini". Livella bene la superficie e riponi in freezer per almeno due ore.
Al momento di servire, solleva prima delicatamente il dolce, tirando verso l'alto la pellicola che deborda dai laterali, per staccarlo dallo stampo (malgrado l'uso della pellicola, infatti, è possibile che si sia formata un po' di condensa e, quindi, di ghiaccio) quindi rovescia la charlotte su un vassoio, rimuovi la forma e la pellicola e lasciala ammorbidire per qualche minuto prima di affettare con un coltello seghettato.

Charlotte Collage

*Utilizza un coltello seghettato e puliscilo con un panno tra un taglio e l'altro, per rendere i "rotolini" il più "precisi" possibile, evitando eccessive colate di crema alla nocciola

15 commenti:

Dolci a gogo ha detto...

Ma che idea originale per un dessert veloce e godurioso!!! Sei davvero geniale Serena!!!! Bacioni, Imma

Kittys Kitchen ha detto...

Mi sono persa il momento di farti gli auguri insomma...
Ma non mi potevo perdere questa tua ultima creazione.
Ma quanto è bello questo dolce?
Quasi quasi con quella colomba che ho di là...

redazioneThreef ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Federica ha detto...

Ohohohhhh, questo sì si chiama festeggiare! Minimo sforzo, massima resa tanta golosità :D! E sia lode anche alla mamma con il suo brownie gigante. UN bacione, buona giornata

Alchimie tra i fornelli ha detto...

Auguri anche se in ritardo,davvero un bel blog con delle ottime idee!!
geniale l'intuizione di come recuperare il panettone, complimenti davvero!!!
mi aggiungo ai tuoi followers

Elena ha detto...

Auguri (meglio tardi che mai si dice..) e complimenti per questo dolce godurioso!Un abbraccio

Anonimo ha detto...

Mi fai morire! Io. in merito al mio compleanno, so essere terribilmente ripetitiva prima, dopo e durante... ;D
Sere ma le bacche di goji dove le trovi a Firenze? Mi incuriosiscono parecchio...
Buon mercoledì,
Caro

elenuccia ha detto...

Ma questa è una vera genialata!!! un dolce sicuramente delizioso preparato senza fatica. E si ha anche la scusa che così si riciclano gli avanzi delle feste...davvero geniale.
Sinceramente non pensavo che il panettone si riuscisse ad arrotolare ma non ho mai provato a passarlo prima con il mattarello

raffy ha detto...

fantastica...sono senza parole...

lucy ha detto...

brava l'idea giusta per festeggiare..godurioso e semplice così si sopegne meglio la candelina!!!

Maura ha detto...

Direi che hai festeggiato più che degnamente! Ha un aspetto golosissimo!!!!!

Saretta ha detto...

OMG!!!!!!!!

Elena ha detto...

Che meraviglia Serena..per essere stato un compleanno con data imprecisata è stato veramente degnamente festeggiato....come meritava!!!!Mai vista una torta simile....sempre originalissima!!Ciao!!

Le Temps des Cerises ha detto...

Innanzitutto auguri per il tuo compleanno...anche se pesantemente in ritardo...e poi grazie per aver postato questo ben di dio che proverò quanto prima...e poi tra poco sarà anche il mio di compleanno ehehehehe!!!!

Acquolina ha detto...

mmmm, qui si continua a festeggiare! giustissimo, un dolce goloso e veloce, e poi un Berlucchi rosè, perfetto per brindare e buonissimo!
sarà che sono un po' invidiosa? :-)