07 nov 2014

Confettura di Cachi ai Fiori di Cannella


Da quando ho aperto il blog, ogni anno ti propongo una confettura di cachi.
Ho una collega che verso metà ottobre me ne consegna una cassetta di almeno 10 Kg, perché ne ha una pianta particolarmente prolifica, ma a lei non piacciono.

Sono affascinata dagli alberi di cachi, un po’ perché li identifico con questa stagione che amo tanto, un po’ perché verso la fine del mese, quando perdono le foglie, trovo che i loro rami scuri, quasi neri, e scheletrici, ma ancora punteggiati di sfere arancio vivo, che si stagliano contro il cielo appannato di nebbie novembrine,  abbiano un fascino gotico che molto si addice al mio lato cimiteriale.

Ma che sto dicendo, parliamo della confettura, che, stavolta, grazie all’utilizzo di un gelificante a base di stevia, è il risultato di una bollitura molto breve, che ne lascia intatto il colore brillante, ma anche il gusto fresco e naturale della frutta. 

Anche se in genere preferisco le cotture lunghe, che danno luogo a preparazioni complesse e stratificate, caratterizzate da una successione di profumi e sapori intensi, credo che per colazione una composta semplice, priva di zuccheri, magari spalmata su delle gallette o del pane integrale costituisca una scelta sana ed energizzante, oltre che molto pratica, visto che poi, diciamocelo, il classico, generico "frutto" previsto nelle tabelle nutrizionali, di prima mattina nessuno ha mai voglia/tempo di mangiarlo.


Ingredienti:

Procedimento:
Monda i cachi sufficienti a ricavare circa 1Kg e ½ - 1.600 gr di polpa. Fai attenzione che siano molto maturi, altrimenti la confettura risulterà allappante.
Lava le mele e tagliale a cubetti piccoli, senza sbucciarle.
Frulla tutta la frutta in purea e versala in una pentola capiente. Unisci gli altri ingredienti, mescola e lascia sobbollire per 7-10 minuti. Per verificare il raggiungimento della giusta densità, lascia cadere una goccia del composto su un piattino freddo e, dopo un minuto, inclinalo: se la confettura rimane ferma o cola solo leggermente, è pronta.

Invasala in barattoli puliti, chiudili e capovolgili per circa 5 minuti. Raddrizzali e, quando si saranno raffreddati, controlla che i tappi abbiano formato il sottovuoto. 

8 commenti:

Federica ha detto...

Non so se mi intriga più l’idea di una confettura di cachi o quella dei fiori di cannella :)
Un bacio, buon fine settimana

Ketty Valenti ha detto...

Ma dai...hai un lato cimiteriale,come mortisia dei Gommes? hi hi hi ma pensa.
Senti invece ti dico che la tua confettura di cachi mi intriga tanto,mai fatta perchè ti dico la verità neanche io come la tua collega riesco a gustarlo,troppo molle e viscidino ma ne capisco gli aspetti,bellino esteticamente ed anche il colore....mia madre ne va matta!
Bacio cara buone Tenebre...il tempo lo richiede ;)
Z&C

Simo ha detto...

mai sentito parlare dei fiori di cannella...conoscevo solo la corteccia!
Che bella confettura, una vera sorpresa x me...
baci cara e buon we!

Raffi ha detto...

woooooooow! chissà che aroma... che sapore... unico! bravissima tesoroooooooo!!

Ely Mazzini ha detto...

Una bella fortuna ricevere così tanti cachi, io li adoro, e adoro anche questa confettura con la sua perfetta consistenza, bravissima Serena!!!
Bacioni, buona serata...

CONTROTUTTI ha detto...

non amiamo i cachi....ma vuoi vedere che su una fetta di pane con un po' di burro ne facciamo una scorpacciata?

CONTROTUTTI ha detto...

non amiamo i cachi....ma vuoi vedere che su una fetta di pane con un po' di burro ne facciamo una scorpacciata?

Elena Siano ha detto...

Altro che cimiteriale ....questa composta mi rallegrerebbe anche il più traumatico dei risvegli con una buona colazione ...la cannella è un bell'accostamento di sapore ....