25 mar 2015

Tortiglioni ai Carciofi con Scaglie di Parmigiano, Aceto Balsamico e Pinoli Tostati


Ode al Carciofo

Il carciofo dal tenero cuore si vestì da guerriero,
ispida edificò una piccola cupola,si mantenne all'asciutto sotto le sue squame,vicino al lui i vegetali impazziti si arricciarono,divennero viticci,infiorescenze commoventi rizomi;sotterranea dormì la carota dai baffi rossi,la vigna inaridì i suoi rami dai quali sale il vino,la verza si mise a provar gonne,l'origano a profumare il mondo,e il dolce carciofo lì nell'orto vestito da guerriero,brunito come bomba a mano,orgoglioso,e un bel giorno,a ranghi serrati,in grandi canestri di vimini,marciò verso il mercato a realizzare il suo sogno:la milizia.
Nei filari mai fu così marziale come al mercato,
gli uomini in mezzo ai legumi coi bianchi spolverini erano i generali dei carciofi,
file compatte,
voci di comando e la detonazione di una cassetta che cade,
ma allora arriva Maria col suo paniere,
sceglie un carciofo,
non lo teme,
lo esamina,
l'osserva contro luce come se fosse un uovo,
lo compra,
lo confonde nella sua borsa con un paio di scarpe,
con un cavolo e una bottiglia di aceto finché,
entrando in cucina,
lo tuffa nella pentola.
Così finisce in pace la carriera del vegetale armato che si chiama carciofo,
poi squama per squama spogliamo la delizia e mangiamo la pacifica pasta
del suo cuore verde.

(Pablo Neruda)


Oggi sono di poche parole, ti lascio solo un consiglio per il vino, l'unico, per la sua morbidezza, possibile con il carciofo: uno Chardonnay siciliano della Cantina Settesoli, dagli avvolgenti profumi di frutta a polpa gialla e un leggero fondo tostato di caramello, che si distingue per una particolare freschezza e un’ottima mineralità, perfette per bilanciare la tendenza untuosa. 


Ingredienti:


Procedimento:
Cuoci i tortiglioni come da istruzioni sulla confezione.
Nel frattempo, tosta i pinoli, grattugia 1/3 del parmigiano e riduci il rimanente a scaglie con una mandolina.

Scola la pasta e condiscila con la crema di carciofi e il parmigiano grattugiato. Impiattala e cospargi ogni porzione con le scaglie di parmigiano, i pinoli tostati. Completa con una spruzzata di aceto balsamico. 



Ingredienti:
500 gr di tortiglioni (Baronia)
2 manciate di pinoli (Eurocompany)

Procedimento:
Cuoci i tortiglioni come da istruzioni sulla confezione.
Nel frattempo, tosta i pinoli, grattugia 1/3 del parmigiano e riduci il rimanente a scaglie con una mandolina.

Scola la pasta e condiscila con la crema di carciofi e il parmigiano grattugiato. Impiattala e cospargi ogni porzione con le scaglie di parmigiano, i pinoli tostati. Completa con una spruzzata di aceto balsamico. 

8 commenti:

Dolci a gogo ha detto...

Non conoscevo questa ode al carciofo conoscevo quella ai pomodori:-) e questo piatto è perfetto per questa stagione da metter in tavola anche per la prossima Pasqua!!bacioni,Imma

Patalice ha detto...

un'ode al carciofo...
bizzarro!
ma mi sento di suffragarla, anche perché questa verdura deliziosa è una vera manna per la mia tavola

sississima ha detto...

l'aggiunta dell'aceto balsamico mi piace proprio e mi stuzzica l'appetito!! Un abbraccio SILVIA

Federica ha detto...

Non sapevo fosse stata scritta davvero un'ode al carciofo ma mi vien da dire...a ragione :)
Li adoro in tutti i modi. Un'ode la meriterebbe anche l tua pasta :)
Un bacio, buon pomeriggio

lucy ha detto...

concordo con l'ode al carciofo, lo amo e questa pasta è super!

Simo ha detto...

...sarò di poche parole anche io: magnifico piatto mia cara.
Pochi ingredienti per un risultato strepitoso!
bacione grande

elenuccia ha detto...

L'ode al carciofo è davvero superlativa!!
Questo è proprio il tipo di piatto che piace a me, semplice ma dal gusto deciso e intenso. Bravissima

Elena Siano ha detto...

Il carciofo mi dice che e' proprio tempo di Pasqua e di scampagnata....adoro la pasta con i cuori di carciofo ma la crema non l'ho mai assaggiata, deve essere proprio buona...e quella goccia di balsamico e' perfetta.