08 feb 2016

Hamburger al Limone in Crosta di Parmigiano


Postare questa ricetta, proprio oggi, mi crea qualche problema, ma la mia recente clinomania ha reso il mio archivio piuttosto scarno, quindi non mi resta che pubblicarla, anche se è legata a un ricordo un po’ triste.
La marinatura della carne nel parmigiano e limone me l’ha insegnata tanti anni fa una signora che oggi non c’è più, durante una bellissima giornata d’estate, sotto un portico contornato di ortensie blu.
Purtroppo, per lutti reali o simbolici, nessuna delle persone e degli animali presenti quel giorno, fa ormai parte della mia vita, io la carne non la mangio più e il lascito, peraltro delizioso, di quella dolcissima donna, rischiava di cadere in giudicato.
Ho deciso quindi di condividerlo, visto che l'ho riesumato per una cena alla volée con degli ospiti inattesi, quando avevo ancora in freezer qualcosa del pleistocene pre-vegetariano.


Proprio per il carattere improvvisato del ritrovo, ho dovuto scegliere un vino che potesse essere bevuto anche senza stapparlo con largo anticipo, ma la cui gradevolezza sta, anzi, nell’effervescenza briosa che si sprigiona al momento dell’apertura e nel servizio a un a temperatura agevolmente raggiungibile in poco tempo. Un Lambrusco Reggiano, il Concerto Medici Ermete, era la cosa più sensata, anche per una faccenda di regionalità, visto l’impiego di parmigiano, e per la tendenza grassa del piatto in generale, da riequilibrare con una bollicina vivace. Il profumo è quello caratteristico del Lambrusco, di fragolina di bosco e lampone (e come non pensare, qui, ai miei amati sentieri dell’Appennino, dove di questa frutta faccio sempre incetta, concludendo l’escursione con un bicchiere di Lambro?), senza scivoloni nella stucchevolezza sciropposa di certe versioni dolci. Al contrario, infatti, in bocca è asciutto, sebbene molto armonico, grazie alla rotondità e a un tannino non troppo spigoloso.


Ingredienti:

Procedimento:
Grattugia il parmigiano, trita il rosmarino e pesta le bacche di alloro. Mescola il tutto
In una pirofila non troppo grande, che contenga gli hamburger più o meno di misura, versa un filo d’olio e crea uno strato di parmigiano. Disponi sopra gli hamburger e irrorali con il succo di limone. Copri con il parmigiano restante e lascia riposare per almeno due ore.
Inforna a 180° per circa mezz’ora o finché la superficie di parmigiano non sarà gratinata. 

6 commenti:

Valentina Spinetti ha detto...

ciao carissima! Mi scuso per la latitanza, ma rieccomi precisa per il pranzo! Leggera e saporita questa ricetta! Bacioni

elenuccia ha detto...

Non avevo mai visto marinare la carne in questo modo. Ma è vitello o pollo?

speedy70 ha detto...

Con questa crosticina di parmigiano, quanto mi piacciono!!!!

Federica ha detto...

non sono una gran carnivora ma quella crosticina e il gusto limonoso mi stuzzicano assai :) un bacio, buona serata

Elena Siano ha detto...

Quanto mi piace questa versione di hamburger con parmigiàno...e dato che ne cucino tanti di hamburger che finiscono con l'essere conditi con le salsine provero' questa versione che sicuro evitera' quel senso di carne asciutta che cerco di evitare...

lin ha detto...

El sitio Ton est tout simplement superbe et. Bravo a Bisou toi
voyance en ligne