22 lug 2016

Polpettine di Quinoa, Menta e Pecorino con Olive e Pomodorini semisecchi


E va bene, non sono un’amante delle presentazioni troppo elaborate e delle microporzioni, però in certe occasioni il finger food è inevitabile. Si comincia con l’invito a una cena di inaugurazione di una casa, poi emerge che il menu dev’essere vegetariano e senza glutine. Dopo qualche messaggio salta fuori che servono delle sedie. Nessuno ha sedie pieghevoli . Sarà un buffet in piedi.


Prima prometto di portare l’alcool e tutta la mia simpatia (ovviamente sulla simpatia sto scherzando, non pervenuta), poi vince l’amor proprio: il Cuvée Prestige Bellussi, una formula così innovativa, che deborda dalle righe della tradizione spumantistica italiana, per sottoporre il pinot noir, tipico dei metodi classici dell’Oltrepò, a uno charmat lungo e imprigionandolo in un packaging tanto accattivante, merita un accompagnamento altrettanto posh, a dispetto del poco margine di manovra rimastomi e della mia inesperienza in materia di quinoa.



Le polpette di quinoa sono frabili, struggenti, e, con l’aggiunta di un po’ (un bel po’) di formaggio in più, consumate calde, scommetto che siano un favoloso comfort food invernale.
Questa è la versione estiva, chiassosa come un mercatino freak.


Ingredienti:

Procedimento
Cura la quinoa e lessala come da istruzioni sulla confezione. Normalmente la quinoa che si trova in commercio è già stata trattata in modo da eliminare le saponine, ma, per sicurezza, quasi sempre si consiglia di tenerla in ammollo, cambiando l’acqua diverse volte, e sciacquarla.
Per i tempi di cottura, regolati in base a quando i semini cominceranno a germogliare nell’acqua in ebollizione.
Scolala e lascia raffreddare
Nel frattempo, polverizza l’amido di mais con i semi di sesamo e metti da parte; monda e affetta i cipollotti e falli insaporire in padella, con un filo d’olio. Tritali col pecorino e la menta e aggiungili alla quinoa. Incorpora l’uovo.
Se la consistenza dell’impasto fosse troppo morbida puoi aggiungere un po’ di amido o pangrattato senza glutine, in ogni modo cerca di non renderlo troppo sodo.
Forma delle polpettine della misura di una noce, passale nel composto di sesamo e disponile su una teglia.
Irrorale con un fil o d’olio e lasciale riposare in freezer per una mezz’ora, mentre preriscaldi il forno alla massima temperatura. Infornale, chiudi immediatamente lo sportello e abbassa a 180°. In questo modo si creerà uno shock termico che permetterà la formazione di una crosticina croccante, mentre l’interno, pur cuocendo, rimarrà friabile.
Cuoci per 35 minuti e lascia raffreddare.
Al momento di servire, crea dei piccoli spiedini, fermando su ogni polpetta un pomodorino e un’oliva, con uno stuzzicadenti. 

4 commenti:

Manu ha detto...

Che delicatezza...
Un abbraccio e buon fine settimana

speedy70 ha detto...

Molto raffinate queste polpettine... grazie dell'idea Serena!!!

susane ha detto...

J’adore vraiment ce que vous faites je me demande comment j'ai pu rater votre blog

voyance par mail gratuite

Blogger ha detto...

SuperPayMe is a very recommended work from home website.